Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Riqualificazione energetica: ecco come fare, con un prestito ad hoc

Pubblicato il 30/11/2016

Il tema della riqualificazione energetica è diventato uno dei leit motiv quando si parla di ristrutturazioni, in parte per il risparmio che comporta, in parte per i bonus fiscali, riconfermati anche per il 2017, che senza dubbio incentivano.

Quello che non è così chiaro ai più è in che cosa consiste una riqualificazione energetica di un immobile e che benefici può comportare.

Volendo fare una premessa per inquadrare il tema, quando si parla di riqualificazione energetica normalmente si intendono alcune specifiche tipologie di interventi che rispondono a tre diversi bisogni: ristrutturare un immobile, ridurre i consumi ed aumentare il confort abitativo.

Rispetto al passato, riqualificare energeticamente una casa avvalendosi delle odierne tecnologie è molto vantaggioso, spesso più economico che acquistare una costruzione ex-novo. Il beneficio economico è tangibile nell’immediato, ma soprattutto nel medio/lungo periodo.

Stando ai dati rilasciati dall’Enea, solo per fare un esempio, “La sostituzione degli infissi può tagliare i consumi del 10%, a cui si può aggiungere un risparmio del 24% applicando un sistema a cappotto sulla facciata, oppure del 12% isolando la copertura: l’intervento rivaluta l’immobile più delle spese sostenute. E i risparmi possono anche superare il 50% se l’intervento globale (involucro e impianti) è capace di incidere anche sulla climatizzazione estiva.”

Che fare per portare il proprio immobile ad una classe A? Per migliorare l’efficienza energetica della propria casa solitamente si interviene su tre fonti, ovvero, involucro, impianti e produzione di energia da fonti rinnovabili.

L’involucro è costituito dagli elementi che separano ambienti interni ed esterni: solai, muri e serramenti. Di solito si interviene riducendo la trasmittanza termica con elementi più isolanti, ad esempio serramenti di nuova generazione a doppio o triplo vetro.

Le prestazioni dell’involucro sono definite da una classifica che va da 1, la migliore, a 5.
Si interviene di norma anche sugli impianti per il raffrescamento, per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. 

Se la caldaia è in buono stato occorre fare manutenzione periodica per garantirne il buon funzionamento, diversamente vale la pena sostituirla con una caldaia ad alta efficienza, o addirittura inserire nella propria abitazione una pompa di calore. 

Tra l’altro isolamento termico e prestazioni energetiche sono strettamente correlati, perchè se non c’è dispersione di calore è possibile utilizzare meno energia per gli impianti.

La riqualificazione energetica passa infine dall’utilizzo di fonti rinnovabili per coprire il fabbisogno energetico di un edificio. In questo caso si tratta di investimenti più massicci  che vengono tuttavia ammortizzati negli anni, attraverso l’istallazione di un impianto fotovoltaico o un impianto solare sul proprio tetto.

Tutti gli interventi di cui abbiamo parlato rientrano nell’ecobonus 2017 (così come la domotica di cui vi abbiamo parlato un paio di settimane fa) e vengono rimborsati per il 65% in tranche decennali. Chiaramente bisogna anticipare l’investimento iniziale e, laddove la liquidità a disposizione non fosse sufficiente, può essere utile valutare un finanziamento ad hoc. Non tutti sanno che esistono prestiti appositamente pensati per le ristrutturazioni degli immobili. Per scoprire le migliori offerte disponibili o richiedere un preventivo, può essere utile consultare un sito come PrestitiOnline.it.

Alla pagina dedicata trovate quotidianamente le migliori offerte nell'ambito prestiti ristrutturazione. Un modo rapido per avere una panoramica sulle soluzioni più adatte alle vostre esigenze.

A cura di: Alessia De Falco

Parole chiave

riqualificazione energetica classe a bonus 65% e 50% enea ecobonus 2017

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.