Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Il prestito moto

Il finanziamento moto è una forma di prestito finalizzato specifico per l’acquisto di un motociclo o di uno scooter, sia esso nuovo, usato o a chilometri zero, che prevede il pagamento dilazionato del prezzo, tramite rate mensili.
Il prestito moto è disponibile sul mercato in genere con durate da 12 a 60 mesi, a tasso fisso e tasso variabile, con un importo massimo limitato a circa 30.000 euro che può coprire fino al 100% del prezzo di acquisto della due ruote. I tassi di interessi applicati sono generalmente più bassi rispetto al normale credito al consumo, in quanto il rimborso del debito è garantito dal mezzo, che essendo un bene mobile registrato può essere sottoposto a pignoramento.

Indice

Prestito finalizzato

Trattandosi di un prestito finalizzato, può essere proposto direttamente dal concessionario, in virtù della convenzione stipulata con un’Istituzione finanziaria. In questo caso il rivenditore, a fronte di una commissione per il procacciamento dei clienti alla banca, propone al cliente il finanziamento e gestisce l’intera pratica, dalla raccolta dei documenti fino all’approvazione del credito. Una volta approvato il prestito, la finanziaria eroga l’importo pattuito al concessionario, mentre il richiedente che ha acquistato il mezzo provvede al pagamento rateale secondo il piano di ammortamento concordato.
Non è quindi il cliente a disporre della somma del finanziamento moto, perché questa viene versata direttamente al concessionario: il richiedente semplicemente sottoscrive il prestito moto e rimborsa le rate mensili.

Le caratteristiche del prestito moto

La richiesta del finanziamento in concessionaria presenta vantaggi e svantaggi: da un lato può agevolare un maggiore sconto sul prezzo di acquisto, in virtù della commissione incassata dal rivenditore. Dall’altro lato, non consente la comparazione di più prodotti di finanziamento e la conseguente scelta del prestito più conveniente, cioè con il TAEG più basso. Questo perché il concessionario ha nella maggior parte dei casi un accordo di esclusiva con un’unica finanziaria.
In alternativa, il prestito moto può essere sottoscritto dal richiedente in autonomia presso una banca o una finanziaria di fiducia prima dell’acquisto del motoveicolo. In questo caso, il richiedente riceve sul proprio conto corrente la somma pattuita dall’istituto di credito e successivamente provvede al saldo del prezzo di acquisto al rivenditore moto.
Scegliere il prestito in autonomia consente al richiedente il confronto di più offerte di finanziamento e la scelta di quella più conveniente, ad esempio con il TAEG inferiore. Altresì in questo caso il richiedente può disporre liberamente della somma ricevuta a prestito, associando ad esempio all’acquisto della moto le spese accessorie (passaggio di proprietà, bollo, assicurazione) ovvero altre esigenze di liquidità familiare.

Quando sono richieste garanzie

Ottenere un prestito finalizzato moto richiede le normali garanzie previste dal credito al consumo, ovvero la disponibilità di un reddito mensile continuativo e certo per rimborsare le rate di debito e una buona affidabilità creditizia. Anche nei prestiti finalizzati avviene infatti la verifica dei dati presso la Centrale Rischi: eventuali segnalazioni negative portano la finanziaria a non concedere alcun prestito.
Spesso, per limitare il rischio di insolvenza, gli Istituti di credito richiedono a garanzia la firma di un coobbligato o di un terzo fideiussore, che si faccia garante del buon esito dell'operazione. Si tratta di una richiesta piuttosto comune, in presenza di condizioni particolari (come ad esempio un richiedente con un'anzianità lavorativa recente oppure a fronte di un importo particolarmente elevato).

Quali informazioni deve contenere il contratto

All’interno di un contratto di prestito moto è necessario specificare:

Cosa succede se si salta una rata

Dimenticare o non rimborsare anche solo una rata del finanziamento implica la condizione immediata di inadempienza nei confronti dell'Istituto finanziatore, con i seguenti rischi:

Da parte sua, l’Istituto finanziatore è autorizzato a chiedere la risoluzione unilaterale del contratto anche in seguito al mancato pagamento di una sola rata. In questo caso il cliente sarà tenuto al pagamento di tutte le spese bancarie e di protesto, oltre agli oneri sostenuti dall'Istituto per recuperare le somme dovute, oltre ad un'eventuale penale.

Come si estingue anticipatamente un prestito

Il consumatore può richiedere l’estinzione anticipata del prestito e avrà diritto al rimborso del capitale residuo. Tuttavia potrebbe pagare una penale che per legge non può essere superiore all’1% del capitale finanziato; i termini esatti della penale sono riportati nel contratto.

I criteri di valutazione

Per valutare se concedere un finanziamento moto, l’Istituto utilizza criteri di valutazione specifici per questo tipo di prestito.

Quanto costa un prestito

Il costo di un prestito non dipende solo dall’entità della rata mensile, ma bisogna valutare l’onerosità nel complesso. Tuttavia si tratta di un'operazione non semplice in quanto le voci di spesa di un finanziamento possono essere numerose (importo erogato, interessi, oneri accessori, eventuali spese iniziali, costi assicurativi) e non sono facilmente misurabili in maniera immediata.
Gli elementi che bisogna considerare prima di sottoscrivere un contratto di finanziamento sono:

Fai subito un preventivo per un prestito moto CONFRONTA LE OFFERTE