Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Credito revolving: cos’è e come funziona

In questa sezione ti illustriamo le caratteristiche di questo prodotto, nonché i vantaggi che derivano dal possedere una linea di credito revolving.

Indice

  • Come funziona il credito revolving
    Come funziona il credito revolving? Quali importi si possono ottenere? Come si rimborsano le somme dovute?
  • Gli elementi essenziali del contratto
    Quali sono gli elementi che non possono mai mancare in un contratto di credito revolving?
  • Uso della linea di credito
    Come si utilizza la linea di credito revolving?
  • Carta di credito revolving
    Cos’è la carta di credito revolving e come funziona?
  • Clausole rilevanti
    Quali sono le clausole contrattuali previste per la linea di credito revolving?
  • Le condizioni
    Quali sono i parametri da considerare per valutare correttamente la convenienza di un credito revolving? Quali le voci di costo connesse con l’utilizzo di un credito revolving?
  • Fai un preventivo per un credito revolving
    Trova in modo semplice e veloce il credito revolving migliore per te. Confronta su PrestitiOnline.it le proposte degli istituti convenzionati, scegli quella che ti interessa, e inoltra la richiesta direttamente online. Fai subito un preventivo.

Come funziona il credito revolving

Il credito revolving consente l’accesso ad una disponibilità di denaro, sotto forma di una linea di credito concessa dall’Istituto finanziario. L’ammontare dell’importo accordato varia in funzione dello specifico prodotto, nonché dell’affidabilità creditizia del cliente

Una volta attivata la linea di credito, si può richiedere al numero verde dell’Istituto finanziario il trasferimento sul proprio conto della somma di cui si ha bisogno; l’importo sarà disponibile in pochi giorni.

Per quanto riguarda i rimborsi, viene stabilita una rata minima che il cliente può incrementare a sua discrezione (fino a decidere, eventualmente, di pagare l’intero saldo), fermo restando l’obbligo di versare alle scadenze concordate la cifra minima stabilita.

I versamenti mensili hanno il duplice scopo di rimborsare gli interessi e di ricostituire il credito iniziale ; ne consegue che questa tipologia di prestito non ha una durata prefissata. Va inoltre sottolineato che gli interessi si applicano solo alle somme utilizzate, per cui l’Istituto finanziatore non percepisce nulla per il fatto di mettere a disposizione del denaro, se questo non viene utilizzato.

Gli elementi essenziali del contratto

La legge stabilisce che il contratto per un credito revolving debba contenere i seguenti elementi:

I CONSIGLI DI PRESTITIONLINE.IT
Ricorda: sia per i prestiti finalizzati che per quelli non finalizzati, nessuna somma ti può essere richiesta o addebitata se non sulla base di espresse previsioni contrattuali.
Inoltre, eventuali clausole che rinviano agli usi per determinare le condizioni economiche applicate sono nulle, e pertanto si considerano non apposte.

Uso della linea di credito

Una volta accettata la richiesta di apertura della linea di credito revolving, si può richiedere al numero verde dell’Istituto finanziario il trasferimento sul proprio conto della somma di cui si ha bisogno; l’importo sarà disponibile in pochi giorni.
Non è necessario osservare alcun utilizzo minimo della linea di credito.

Carta di credito revolving

La carta di credito,detta anche moneta elettronica, è costituita da una carta di materia plastica con dispositivo per il riconoscimento dei dati del titolare (una semplice banda magnetica prima e, per aumentare il livello di sicurezza e far fronte al crescente fenomeno delle frodi, oltre che per consentire di accedere ad un maggior numero di servizi, anche un microchip dal 1993).

Le sue dimensioni sono definite da un opportuno standard internazionale (ISO/IEC 7810), e su di essa sono riportate le seguenti informazioni:

Si tratta di uno strumento di credito al consumo che abilita il titolare, in base a un rapporto contrattuale con l’emittente, a effettuare acquisti di beni o servizi presso qualsiasi esercizio aderente al circuito (consente anche prelievi di contante presso gli ATM, sebbene solitamente con commissioni superiori rispetto a quelle previste dagli strumenti specializzati, come ad esempio il bancomat), regolando il pagamento successivamente all’acquisto.
La transazione di vendita coinvolge tre attori con i rispettivi rapporti, ovvero:

Il pagamento di quanto speso da parte del titolare avviene a cadenza predefinita, di norma mensile, secondo due modalità alternative:

La maggior parte delle carte di credito presenti sul mercato possono essere utilizzate sia prevedendo il rimborso in unica soluzione, sia prevedendo il rimborso rateale: possono quindi essere utilizzate come carte revolving opzionalmente, ed anche solo per limitati periodi di tempo.
Il rimborso/pagamento di quanto dovuto può essere effettuato con addebito in un conto bancario preautorizzato dal titolare (RID), oppure con altre modalità.

Clausole rilevanti

Di seguito vengono riportate le principali clausole di norma previste per le linee di credito revolving:

Le condizioni

Quando richiedi un credito revolving è opportuno che tu valuti attentamente il costo effettivo legato al possesso e all’utilizzo dei servizi che questo ti mette a disposizione.
Tuttavia non sempre è facile capire quanto ti costa realmente, in quanto le voci di spesa sono numerose (spese per interessi, spese annuali, spese di incasso rata, ecc.), e non sono facilmente integrabili in una misura di costo unica.
Di seguito ti forniamo una breve descrizione degli elementi principali su cui si deve basare la valutazione di un’offerta:

Confronta i migliori crediti revolving e risparmia! CONFRONTA LE OFFERTE