Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Come evitare di subire truffe quando si richiede un prestito

Solo lo scorso anno quasi 30.000 persone sono state raggirante quando hanno chiesto un finanziamento online. Tuttavia evitare di essere truffati non è difficile, basta sapersi difendere facendo attenzione ad alcuni segnali talvolta inequivocabili. Ecco qualche consiglio.

Pubblicato il 13/10/2020

Il web è una risorsa continua per chi è curioso e cerca convenienza. Accade così anche per i prestiti, perché quelli online garantiscono tassi più interessanti rispetto ai prestiti personali classici, richiesti in filiale o in agenzia.

L’altra faccia di questa luccicante medaglia è che in rete si aggirano malintenzionati che fanno leva sulla distrazione degli utenti o, ancora peggio, sulla condizione di bisogno di chi ricorre a un prestito più facile.

Solo lo scorso anno quasi 30.000 persone sono state raggirante quando hanno chiesto un finanziamento online. Ma attenzione, perché evitare di essere truffati non è difficile, basta sapersi difendere facendo attenzione ad alcuni segnali talvolta inequivocabili.

Individuare un prestito truffa

I segnali del fatto che si sia incappati in una truffa sono in genere sempre abbastanza evidenti. Le sedicenti finanziarie agganciano l’utente sulle pagine di finanziare reali, quindi commentano post oppure inserzioni delle pagine delle aziende certificate, contattando poi in privato gli utenti.

Tuttavia i commenti e le mail presentano spesso errori grammaticali, e se si prova a risalire all’indirizzo, ci si accorge subito che è qualcosa di ben lontano dal nome di una finanziaria.

L’altro segnale praticamente certo è che le finte finanziarie richiedono somme di denaro per aprire il prestito, fatte passare come spese di istruttoria o come commissioni.

Inoltre, i contratti non contengono quasi mai il nome dell’azienda finanziatrice, presentano delle anomalie nella forma e numeri di telefono stranieri.

La prima cosa che dovrebbe destare sospetto è la facilità con cui si promette di concedere un prestito: in tempi record, senza nessuna busta paga e senza alcun problema anche per chi ha un passato creditizio non proprio limpido. Inoltre, nessun documento reddituale è richiesto e lo stesso dicasi per la valutazione preliminare di fattibilità, condizione invece imprescindibile prima che si proceda all’accettazione della richiesta di finanziamento.

Verificare la società finanziatrice

Una regola su tutte vale quando si richiede un prestito: solo chi è abilitato e iscritto regolarmente nell’Organismo degli Agenti e dei Mediatori Creditizi può concedere un finanziamento, in quanto legittimato dalla Banca d’Italia.

L’intermediario creditizio ha inoltre l’obbligo di rilasciare al potenziale cliente il prospetto informativo del finanziamento (Secci), nel quale è possibile leggere tutte le informazioni di base che consentono di valutare se le condizioni praticate sono accessibili per il richiedente e se al momento della firma non siano cambiate rispetto all’offerta presentata in precedenza.

Come evitare di subire raggiri

La prima cosa da fare per essere sicuri di non incappare in una proposta falsa è verificare l’indirizzo web dell’azienda. Ricordandosi di non cliccare mai sopra alcun link, basta copiare l’indirizzo che compare sull’annuncio o in posta e provare ad aprire la pagina da un altro browser: solitamente una società finanziaria ha un sito funzionante e una storia in rete.

Un ulteriore controllo può essere fatto sui social o nei forum. E ovviamente verificando l’esistenza di un numero di telefono funzionante.

È necessario poi controllare inoltre sul sito OAM (Organismo Agenti Mediatori), se l’azienda è nell’elenco dei mediatori certificati.

Infine se si tratta di una società straniera, si può verificare che abbia sedi in Italia o controllare la Partita Iva, o in ultima analisi che abbia un indirizzo di posta elettronica (PEC).

A cura di: Paola Campanelli

Parole chiave

prestiti personali truffe prestiti online elenchi mediatore

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.