Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

La cessione del quinto e le sue regole

Pubblicato il 06/11/2016

Aggiornato il 04/11/2019

Si chiama “cessione del quinto” ed è una forma di finanziamento a tasso fisso che prevede la corresponsione mensile, a fronte del debito contratto, di una rata pari a un quinto dello stipendio o della pensione, il 20% al netto delle ritenute se si tratta di stipendio e al netto delle trattenute fiscali e previdenziali in caso di pensione. Per i più attenti, abbiamo già parlato di questo argomento un mese fa nella news: "Problemi di soldi? Per dipendenti e pensionati c'è la cessione del quinto".

Oggi parliamo del prestito concesso ai pensionati, definendone modalità e regole. 

La procedura per un pensionato che vuole accedere a un prestito con la formula della cessione del quinto è farne richiesta direttamente all’Inps. In prima istanza dovrà richiedere e ottenere la comunicazione di cedibilità della pensione, in cui viene indicato il valore massimo della rata del prestito. Con questo documento dovrà quindi presentarsi alla banca o alla società finanziaria alla quale potrà richiedere il prestito. L’Inps tratterrà poi direttamente dall’assegno pensionistico la rata mensile, per una durata massima consentita di 10 anni

Una via più facile è informarsi se l’istituto o la banca sono convenzionati con l’Inps, perché in questo caso le procedure si accorceranno: sarà infatti l’istituto stesso che compilerà in via telematica la comunicazione di cedibilità. Senza dimenticare che nel caso di convenzione della banca o della finanziaria con l’Istituto di Previdenza, sarà possibile accedere a tassi di interesse agevolati e condizioni più vantaggiose rispetto a una normale procedura condotta dal richiedente il prestito.

L’Inps, da canto suo, effettuerà una serie di controlli volti a garantire che sussistano una serie di condizioni. Innanzitutto, che la banca o la finanziaria abbiano i requisiti necessari per concede il finanziamento, che il tasso praticato dalla banca o dall’istituto siano al di sotto della soglia considerata di usura, che la rata non superi effettivamente un quinto dell’assegno pensionistico e infine che il contratto indichi in maniera chiara le cosiddette spese accessorie al finanziamento: le spese di istruttoria, gli interessi, le commissioni per la gestione della pratica di finanziamento, l’estinzione anticipata.

La regola principale della formula cessione del quinto è che l’età del richiedente non deve superare i 90 anni alla scadenza del prestito, anche se sempre di più gli istituti si mettono al sicuro definendo questo limite entro gli 85 anni.

Inoltre il pensionato dovrà, contestualmente alla sottoscrizione del finanziamento, stipulare un’assicurazione vita obbligatoria che cauteli la finanziaria o la banca e consenta eventualmente di evitare di rivalersi sugli eredi del titolare della pensione.

Non hanno accesso alla cessione del quinto i titolari di pensioni o assegni sociali, ma anche chi percepisce assegni di sostegno al reddito o al nucleo famigliare. È fatto divieto di richiedere questa forma di finanziamento anche agli invalidi civili.

Nel caso in cui abbiate interesse a richiedere un prestito con cessione del quinto dello stipendio, su PrestitiOnline.it è possibile confrontare le offerte di svariate finanziare partner e trovare l'offerta più vantaggiosa sul mercato!

A cura di: Paola Campanelli

Parole chiave

prestiti cessione quinto assicurazione vita cedibilità pensione tassi

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.