Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Da chi viene valutata la richiesta inviata?

Sul sito di PrestitiOnline.it gli utenti possono realizzare un confronto tra le diverse opzioni di prestito che differenti istituti di credito e finanziarie offrono in base ai parametri indicati dagli utenti stessi. I clienti devono infatti indicare i parametri relativi al tipo di finanziamento di cui hanno bisogno e alcuni dati personali, che rientrano tra i criteri che le banche prendono in considerazione per valutare la solvibilità dei richiedenti: devono infatti indicare elementi come l’importo, la durata e la finalità del prestito, nonché la possibilità o necessità di sottoscrivere un contratto assicurativo, al fine di tutelare l’istituto erogatore da un’eventuale insolvenza da parte del richiedente. Il richiedente deve inoltre indicare la sua età, il suo tipo di impiego e il tempo per cui lo ha ricoperto.

La finalità del prestito può in alcuni casi costituire dei limiti per quanto riguarda la durata e l’importo del prestito, quindi, di conseguenza, anche il piano di ammortamento, ossia l’importo e il numero delle rate. Il tipo di impiego rivestito dal richiedente ha invece il principale scopo di determinare il suo reddito, che rappresenta uno dei criteri principali presi in considerazione dagli istituti erogatori al fine di valutare la solvibilità del cliente. Inoltre, PrestitiOnline.it offre ai suoi utenti anche un servizio clienti gratuito e imparziale che fornisce informazioni, chiarimenti ed assistenza al fine di comprendere meglio le differenze e i vantaggi di ciascuna opzione di prestito offerta dai differenti istituti, permettendo quindi di poter scegliere in modo più informato e quindi consapevole quale opzione risulti soddisfare meglio le loro esigenze.

La valutazione della richiesta ed i requisiti di affidabilità

Una volta scelto l’istituto che offre la miglior opzione di prestito, il cliente dovrà inoltrare tramite il sito una richiesta di prestito che dovrà però essere valutata al fine di decidere se l’istituto gli concederà o meno il finanziamento. La richiesta viene valutata esclusivamente dall'Istituto che il cliente ha scelto dopo avere confrontato le offerte disponibili, basandosi su determinati criteri e parametri che possono variare, ma che in ogni caso devono rispettare le direttive e le regole generali stabilite dalla Banca d’Italia. Questi criteri riguardano principalmente l’affidabilità creditizia, il reddito e l’età del richiedente.

Per quanto riguarda l’affidabilità creditizia, questa viene valutata dalle banche consultando le Centrali Rischi e i SIC (Sistemi di Informazione Creditizia), cioè banche dati private che raccolgono, forniscono e conservano per un certo intervallo di tempo informazioni creditizie relative alle richieste di finanziamento presentate agli istituti di credito e allo storico sulla regolarità dei rimborsi: viene analizzato principalmente il credit score, ossia un indice sintetico che misura la rischiosità creditizia di colui che richiede il finanziamento. 

Consultando le Centrali Rischi, quindi, si può determinare se il richiedente del prestito è segnalato come cattivo pagatore o protestato a causa, ad esempio, di insolvenza per quanto riguarda prestiti precedenti, o se risulta che altri istituti finanziari abbiano rifiutato la richiesta di un prestito nei 30 giorni precedenti: in questi casi, in seguito alla valutazione della richiesta di prestito effettuata dall’istituto finanziario cui è stata rivolta, sarà molto probabile che questa venga respinta.

Per quanto riguarda il reddito del richiedente, invece, questo deve essere valutato dall’istituto erogatore sufficiente a garantire il rimborso del prestito: a tal fine deve essere un reddito stabile e dimostrabile e viene valutato in base al rapporto tra la rata di rimborso del finanziamento ed il reddito stesso (solitamente le banche ritengono affidabile un pagatore quando il rapporto tra rata del prestito e reddito non supera un terzo dell’introito mensile).

Un altro requisito fondamentale che gli istituti finanziari prendono in considerazione nella valutazione della richiesta di finanziamento è l’età, la quale deve essere almeno di 18 anni, mentre il limite massimo è generalmente di 75 o, solo per alcuni tipi di finanziamento, 80 anni al termine del rimborso del finanziamento, entro il quale si può ottenere un finanziamento.

Molti istituti erogatori, inoltre, valutano anche il tipo di garanzie che vengono presentate dal richiedente del prestito, al fine di tutelare gli istituti stessi dal rischio di una sua eventuale insolvenza. In alcuni casi, le garanzie possono essere previste come condizione aggiuntiva da parte della banca o della finanziaria se nella valutazione della richiesta di finanziamento si ritenga che le garanzie fornite dal cliente non siano sufficienti.

Il ruolo dell'intermediario autorizzato

In nessun caso però PrestitiOnline.it può effettuare la valutazione della richiesta di finanziamento: PrestitiOnline.it è infatti un intermediario finanziario che può limitarsi esclusivamente a svolgere una funzione terza e indipendente di confronto imparziale, senza quindi avere alcuna autorità decisionale sull’erogazione del prestito, la quale spetta invece esclusivamente all’ente erogatore. Tutti i servizi di PrestitiOnline.it sono del tutto gratuiti e tutelano il cliente dalla possibilità di essere indirizzato preferenzialmente verso offerte di prestito per lui meno convenienti o di essere forzato o spinto a presentare richieste certamente non erogabili, in quanto il servizio viene remunerato esclusivamente dagli istituti erogatori e soltanto per i prestiti che verranno effettivamente concessi, senza che tale commissione gravi sui clienti finali. 

PrestitiOnline.it opera come mediatore creditizio regolarmente iscritto all’Elenco Mediatori Creditizi presso l’OAM, l’Organismo Agenti e Mediatori, sottoposto alla vigilanza della Banca d’Italia, e al RUI, Registro Unico degli Intermediari presso l’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni.

Il servizio di PrestitiOnline.it, oltre che permettere agli utenti di usufruire di un servizio gratuito, imparziale e semplice al fine di svolgere una comparazione e una verifica completa e dettagliata delle diverse condizioni di mercato, fornisce quindi anche il vantaggio di avere a disposizione un servizio clienti accurato, controllato e professionale che offre un ulteriore supporto agli utenti nel comprendere meglio i particolari delle diverse offerte, fornendo informazioni, chiarimenti e assistenza, allo scopo di permettere loro di individuare quale possa essere la soluzione di prestito realmente più conveniente in relazione alle loro disponibilità ed esigenze.

Domande correlate