Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Prestiti: Crif, a gennaio accelerano le richieste

Pubblicato il 14/02/2020

Il 2020 si è aperto all’insegna del rialzo per le richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane, sulla scia di quanto visto nell’ultima parte dello scorso anno. A fare da locomotiva ancora una volta i prestiti personali, rispetto alla performance più contenuta dai prestiti finalizzati. Nel complesso c’è più domanda, ma le operazioni per le quali si cerca un finanziamento sono più contenute per quanto riguarda l’entità: lo dimostra la contrazione registrata nel frattempo dall’importo medio. 

+9,7% i prestiti personali, +2,9 quelli finalizzati

È questa in sintesi la fotografia che emerge dal più recente Barometro di Crif, secondo cui nel mese di gennaio il numero di interrogazioni registrate sul proprio Sistema di Informazioni Creditizie (nell’aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) è salito del 5,9% rispetto allo stesso mese del 2019. Motore della performance positiva, come dicevamo, sono stati i prestiti personali (+9,7%) rispetto ai prestiti finalizzati che hanno contribuito con una crescita annuale del 2,9%. 

L’importo medio dell’aggregato scende del 2,7%

La rilevazione di Crif di gennaio registra una lieve frenata dell’importo medio richiesto, che nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati risulta diminuita del 2,7% tendenziale a 9.408 euro. Entrando nel dettaglio, per quanto riguarda i prestiti finalizzati a gennaio il valore mediamente richiesto è stato pari a 6.914 Euro (-0,4% rispetto a gennaio 2019), mentre per prestiti personali si è attestato a 12.415 Euro (-5,8%). 

La preferenza per la durata superiore ai 5 anni

L’analisi di Crif per quanto riguarda la distribuzione delle richieste di prestiti per durata del finanziamento, conferma che anche nel mese di gennaio è la classe superiore ai 5 anni quella in cui complessivamente si sono concentrate le preferenze degli italiani, con una quota pari al 26,2% del totale. In crescita, comunque, l’incidenza dei piani di rimborso inferiori ai 12 mesi, che passano dal 15,8% del 2019 al 16,4%. 

Per quanto riguarda i prestiti finalizzati, la classe in cui si è concentrato il maggior numero di richieste è quella inferiore ai 12 mesi, con il 22,7% del totale, malgrado un calo di 2,4 punti percentuali, mentre le richieste di prestiti personali si orientano sempre di più verso piani di rimborso superiori ai 5 anni, che arrivano a spiegare il 44,0% del totale. 

Capecchi, l’attenzione delle banche sull’instant lending

In questa fase caratterizzata da una veloce evoluzione dei comportamenti della clientela retail “gli istituti di credito – ha affermato Simone Capecchi, executive director di Crif - stanno ponendo una grande attenzione verso quello che tecnicamente viene definito ‘instant lending’, dove si saldano le tradizionali dottrine di valutazione del merito creditizio con i nuovi paradigmi del credito veloce derivanti dall’entrata in vigore della PSD2, la nuova normativa europea che ha aperto l’era dell’open banking”. Questo, ha sottolineato ancora Capecchi, “sta obbligando gli operatori di settore ad attrezzarsi con soluzioni e processi in grado di rispondere in modo sempre più tempestivo ed efficace alle esigenze della clientela”. 

Un risparmiatore alla ricerca di un prestito può consultare PrestitiOnline.it, che offre un immediato quadro di quello che oggi c’è sul mercato, la possibilità di comparare le proposte delle banche convenzionate e anche di fare un preventivo. Prestito personale o finalizzato che sia, sul sito un risparmiatore può programmare – per fare alcuni esempi – l’acquisto di un’auto o di una moto o la ristrutturazione della casa.

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave

prestiti personali prestiti finalizzati crif barometro crif domanda prestiti

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.