Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Famiglie in difficoltà: quando ricorrere al consolidamento dei debiti

Il ricorso alla moratoria di un prestito comporta la corresponsione degli interessi a fine periodo di sospensione delle rate: un’operazione onerosa, che richiede una valutazione attenta. Se non si è in una situazione di grave difficoltà, si può valutare un prestito per consolidamento debiti.

Pubblicato il 13/03/2021

Il Decreto Ristori ha concesso ancora tempo a favore di famiglie e imprese in difficoltà a causa della pandemia, prorogando la moratoria di mutui e prestiti, seppur con tempi diversi.

Lo rilevano i dati relativi alle domande di adesione finora pervenute, ben 2,7 milioni fra mutui, prestiti personali e credito al consumo, per un totale di 295 miliardi di euro congelati.

Le famiglie hanno chiesto la sospensione di prestiti per 95 miliardi di euro, di cui 94.000 euro e 200.000 solo per i mutui.

Ad Abi e Assofin sono pervenute 574.000 adesioni da parte di banche e istituti finanziari per un totale di 27 miliardi di prestiti. Ricordiamo infatti che lo scorso aprile il Consiglio direttivo Associazione italiana del credito al consumo e immobiliare ha predisposto una moratoria a cui gli operatori del settore hanno facoltà di aderire, concedendo una sospensione delle rate del prestito ai propri clienti in difficoltà.

Contemporaneamente alle famiglie, le piccole e medie imprese hanno richiesto 141 miliardi di nuovi finanziamenti con ricorso al Fondo di Garanzia, le imprese più grandi 21,6 miliardi di euro di finanziamenti con Garanzia Italia di Sace.

Allo stato attuale la Banca d’Italia stima che siano state accolte il 95% delle richieste di moratoria, e solo il 4% sia stato rigettato.

Cos’è il consolidamento dei debiti

Il ricorso alla moratoria di un prestito comporta per un privato l’allungamento della sua durata e la corresponsione degli interessi a fine periodo di sospensione delle rate. È dunque un’operazione onerosa, che richiede una valutazione attenta.

Se non si è in una situazione di grave difficoltà, ma si hanno più posizioni debitorie aperte, magari a condizioni penalizzanti, può tornare utile tagliare le spese ricorrendo a un prestito per consolidamento debiti. Si tratta in sostanza dell’accorpamento di tutti i finanziamenti in corso in un unico prestito presso un nuovo istituto di credito o finanziario, a condizioni più vantaggiose e con la possibilità di richiedere liquidità aggiuntiva.

Il prestito per consolidamento debiti

Si tratta di un classico prestito personale che presenta soltanto un’istruttoria più complessa, visto che è necessario procedere con l’estinzione dei finanziamenti in corso richiedendo agli istituti finanziari uscenti i cosiddetti conteggi estintivi.

Per questo può essere utile dare delega all’istituto entrante, quello con cui si stipula il prestito di consolidamento, di procedere alla richiesta dei conteggi per conto del titolare del finanziamento.

Dal canto suo, la nuova banca valuta la posizione del richiedente e quindi prima di tutto l’affidabilità creditizia e il livello di reddito con la capacità di rimborso della rata.

Se la storia creditizia non fosse positiva, ma comunque ci fossero le condizioni per farlo, si potrà ricorrere a un prestito con cessione del quinto. In questo caso servirà avere una solida posizione lavorativa perché la garanzia fondamentale per questo prestito è proprio il TFR maturato o la pensione, mentre la rata verrà corrisposta direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico.

A cura di: Paola Campanelli

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.