Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Prestiti per consolidamento e rifinanziamento: quando conviene utilizzarli?

I prestiti per la ristrutturazione del debito hanno la ragion d’essere quando le uscite mensili, dovute agli impegni finanziari in corso, sono eccessive sia come numero delle posizioni attive, che relativamente alla loro incidenza sul reddito a disposizione.

coppia stressata per i debiti
È possibile ristrutturare il tuo debito

Quando ci sono degli impegni in corso, ma c’è l’esigenza di disporre di una somma ottenibile solo facendo ricorso ad un nuovo prestito, come è possibile procedere senza indebitarsi eccessivamente?

Prestiti per consolidamento e rifinanziamento

I prestiti per la ristrutturazione del debito hanno la ragion d’essere quando le uscite mensili dovute agli impegni finanziari sono eccessive, sia come numero delle posizioni attive, che relativamente alla loro incidenza sul reddito a disposizione. Quando si arriva ad avere una situazione non più sostenibile, il ricorso al consolidamento debiti o al rifinanziamento è la soluzione per rimodulare una corretta gestione finanziaria. In questi casi gli effetti che si possono ottenere saranno principalmente:

  • sostituire i prestiti onerosi per ridurre il tasso stipulato inizialmente;
  • allungare la durata del periodo residuo per abbassare la rata;
  • Avere un’unica rata al mese facilmente controllabile.

Il requisito essenziale per poter intervenire nei casi di criticità della propria finanza personale è il regolare pagamento dei prestiti da consolidare: questa condizione è il presupposto per dimostrare al valutatore della banca o finanziaria la caratteristica di avere una buona affidabilità creditizia, o in altri termini, il fatto di essere un buon pagatore. Queste credenziali confermano la logica dell’operazione, per la quale se si paga regolarmente in un momento di difficoltà a maggior ragione sarà più facile farlo in un quadro decisamente più sostenibile.

Come funziona il prestito per consolidamento debiti?

Il consolidamento debiti è la soluzione per ottimizzare la gestione finanziaria in presenza di più prestiti in essere, spesso accesi in successione e in momenti diversi al presentarsi di nuove esigenze, come l’acquisto di un’auto, le spese odontoiatriche in famiglia o un lavoro di ristrutturazione urgente in casa. I vantaggi che si possono conseguire sono:

  • riduzione del numero degli impegni ad un solo prestito;
  • riduzione della esposizione mensile destinata agli impegni finanziari;
  • riduzione del rischio di ritardi nei pagamenti: una sola rata è facile da gestire;
  • possibilità di avere una liquidità aggiuntiva senza accendere un altro prestito.

Attenzione per quest’ultima possibilità è consigliabile limitare o ridurre, per quanto è possibile, il ricorso alla liquidità aggiuntiva, perché la massima efficacia finanziaria del prestito per consolidamento debiti viene raggiunta quando si interviene per il solo capitale residuo, necessario per estinguere tutte le posizioni. Attraverso l’utilizzo di un sito comparatore come PrestitiOnline.it è possibile fare una ricerca per confrontare le offerte più convenienti di prestiti di consolidamento del web, e risparmiare grazie alle proposte delle banche e finanziarie partner.

Scopri la convenienza del consolidamento debiti Fai un preventivo

Come funziona il prestito di rifinanziamento?

Il rifinanziamento è un intervento relativo alla chiusura di un prestito in essere e alla successiva e contestuale accensione di un nuovo prestito, per avere a disposizione una cifra aggiuntiva necessaria per far fronte all’insorgenza di una nuova esigenza economica. Da un punto di vista pratico il rifinanziamento prevede due effetti principali:

  • estinzione anticipata del prestito in essere,
  • accensione del nuovo prestito.

Il che comporta due vantaggi immediati:

  • mantenere una sola esposizione e quindi una gestione ottimale del debito;
  • ottenere la liquidita senza aumentare l’esposizione mensile.

Il rifinanziamento viene utilizzato frequentemente, ad esempio, nelle operazioni legate all’acquisto dell’auto nuova. Con il rifinanziamento è possibile permutando l’auto usata, acquistata grazie ad un finanziamento auto ancora in essere, ed estinguendo anticipatamente il debito residuo, riaccendere un nuovo finanziamento, che andrà a coprire la differenza di valore per la nuova automobile; il tutto possibilmente mantenendo la stessa rata o aumentandola di quel poco che consente di far fronte alla nuova esigenza.

Rifinanziamento e rinnovo: quali sono le differenze

Tra le soluzioni creditizie per la ristrutturazione del debito, oltre ai già visti interventi di consolidamento e rifinanziamento, possiamo trovare una terza opzione che ha la medesima efficacia: il rinnovo. Da un punto di vista pratico le operazioni finanziarie di rifinanziamento e di rinnovo funzionano alla stessa identica maniera, producendo i seguenti effetti:

  • intervengono su una sola esposizione finanziaria in essere;
  • procedono alla estinzione anticipata del debito in essere;
  • forniscono una liquidità aggiuntiva per far fronte ad una nuova esigenza.

Nonostante questa similitudine nei risultati, l’impiego delle due soluzioni ha ambiti di applicazione diversi. Il rifinanziamento viene utilizzato nel caso dei prestiti personali o dei finanziamenti in genere, mentre il rinnovo trova l’utilizzo esclusivo nella cessione del quinto dello stipendio e quindi, come prevede il DPR 180/1950, sarà possibile applicarlo solo nel caso in cui si sia pagato almeno il 40% del piano di ammortamento iniziale; nell’ipotesi di un prestito contro cessione con durata decennale si potrà intervenire solo dopo il pagamento della 48° rata, seguendo la logica di fornire al consumatore una effettiva e tangibile utilità economica dall’operazione. Nel rifinanziamento invece non abbiamo un vincolo temporale minimo per poter intervenire, ma si cerca esclusivamente la logica della convenienza nel cambiare il prestito, per un tasso più favorevole o per avere una liquidità immediata senza appesantirsi con una nuova rata.

Tipologia d'interventoApplicazioneTempisticheEffettoFinalità
Consolidamento debiti Più finanziamenti all'esigenza rata unica Miglior esposizione
Rifinanziamento Un solo finanziamento all'esigenza rata unica Liquidita
Rinnovo Solo Cessione del quinto dopo il 40% delle rate rata unica Liquidita

Ultimo aggiornamento giugno 2022

A cura di: Carlo Unali

Domande correlate