Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Salgono a 13 miliardi di euro le garanzie emesse da Sace

Credito e liquidità alle famiglie e alle imprese in difficoltà dopo l'emergenza Coronavirus. Le domande di moratoria ammontano a 301 miliardi di euro. Oltre 77,6 miliardi il valore delle richieste al Fondo di Garanzia Pmi.

Pubblicato il 12/09/2020

Raggiungono quota 13 miliardi di euro le garanzie concesse attraverso “Garanzia Italia” di Sace. Sono ben 492 le richieste finora ricevute. La misura, creata per supportare le imprese colpite dall’emergenza coronavirus, rappresenta una soluzione importante per ottenere liquidità e portare avanti le proprie attività economiche.

Sono 200 i miliardi di euro di garanzie di Stato che sono stati stanziati dal Decreto Liquidità in modo da rilasciare garanzie a condizioni agevolate, controgarantite dallo Stato, sui finanziamenti concessi alle imprese per far fronte agli eventi della pandemia.

Dei 13 miliardi di euro, circa 6,7 miliardi fanno riferimento alle prime tre operazioni garantite attraverso la procedura ordinaria prevista dal Decreto Liquidità, relativa ai finanziamenti in favore di imprese di grandi dimensioni, con oltre 5000 dipendenti in Italia o con un valore del fatturato superiore agli 1,5 miliardi di euro. Sono arrivati a 6,3 miliardi di euro circa i volumi totali garantiti in procedura semplificata: in questo caso si contano 489 richieste di garanzia gestite ed emesse tutte entro 48 ore mediante la piattaforma digitale dedicata.

A scattare una fotografia della situazione attuale è ancora una volta la task force composta da Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo Economico, Banca d’Italia, Associazione Bancaria Italiana, Mediocredito Centrale e Sace che ogni settimana traccia un bilancio.

Credito e liquidità per imprese e famiglie

Attualmente si contano 2,7 milioni di domande di adesione alle moratorie sui prestiti per un valore di 301 miliardi. Superano, invece, la quota di 77,6 miliardi le richieste di garanzia per i nuovi finanziamenti bancari per le micro, piccole e medie imprese presentati al Fondo di Garanzia per le PMI.

La task force comunica che circa il 94% delle domande o comunicazioni relative alle moratorie è già stato accolto dalle banche, pur con differenze tra le varie misure; il 3% circa è stato sinora rigettato; la parte restante è in corso di esame.

Le domande presentate dalle società non finanziarie rappresentano il 43% del totale. Parliamo di prestiti per 196 miliardi. Per quanto riguarda le PMI, le richieste fanno riferimento a prestiti e linee di credito per oltre 158 miliardi. Le 51mila adesioni alla moratoria promossa dall’Abi hanno riguardato oltre 13 miliardi di finanziamenti alle PMI.

Le famiglie hanno presentato domande di prestiti per circa 95 miliardi di euro. Sono ben 214mila le domande ricevute dalle banche per la sospensione delle rate del mutuo sulla prima casa. Le moratorie dell’ABI e dell’Assofin rivolte alle famiglie hanno raccolto 470mila adesioni.

Di settimana in settimana cresce, dunque, la percentuale di prestiti erogati sul territorio italiano. In particolare al 28 agosto - fa sapere la task force nella sua rilevazione settimanale - è stato erogato oltre l’89% delle domande per prestiti interamente garantiti dal Fondo.

Il Ministero dello Sviluppo Economico e Mediocredito Centrale (MCC) comunicano ancora che sono in totale 1.051.256 le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia nel periodo dal 17 marzo all’8 settembre 2020 per richiedere le garanzie ai finanziamenti in favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti. Parliamo di un importo totale di oltre 77,6 miliardi di euro.

Le domande arrivate e relative alle misure introdotte con i decreti ‘Cura Italia’ e ‘Liquidità’ sono 1.045.771, pari ad un importo di circa 76,9 miliardi di euro. Di queste, oltre 870.648 fanno riferimento a finanziamenti fino a 30.000 euro, con percentuale di copertura al 100%, per un importo finanziato di circa 17,2 miliardi di euro che, secondo quanto previsto dalla norma, possono essere erogati senza aspettare l’esito definitivo dell’istruttoria da parte del Gestore. Al 9 settembre sono state accettate 1.035.058 operazioni, di cui 1.029.889 ai sensi dei Dl ‘Cura Italia’ e ‘Liquidità’.

A cura di: Tiziana Casciaro

Parole chiave

prestiti famiglie prestiti imprese moratoria prestiti coronavirus

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.