Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Famiglie: in arrivo una stangata autunnale da 2.493 euro

Con la ripresa della scuola, gli appuntamenti col fisco, la prima rata del riscaldamento e le solite bollette dei servizi, per le famiglie italiane è in arrivo una stangata che equivale a spese complessive per 2.493 euro. Una cifra che, secondo Federconsumatori, è resa proibitiva dalla crisi.

Pubblicato il 15/09/2020

L’arrivo dell’autunno coincide, dopo la pausa estiva, con la ripresa delle attività, della scuola e soprattutto con la teoria di aumenti che interessa quasi tutte le categorie dei consumi. E questa volta la stangata ‘stagionale’ raggiunge cifre proibitive, soprattutto perché capita in una situazione aggravata dalle conseguenze della pandemia da cornavirus. Il periodo, tra altro, raggruppa alcune scadenze non procrastinabili. Archiviate le vacanze, quindi, i cittadini avranno in agenda ‘appuntamenti’ con la TARI, il riscaldamento, le bollette dei servizi e quelle per il rientro a scuola degli studenti. Tra settembre e novembre, secondo i calcoli effettuati da Federconsumatori, le famiglie italiane dovranno fare i conti con una spesa complessiva per 2.493,35 euro.

Federconsumatori, cifra resa proibitiva dalla crisi

Si tratta di un esborso non di poco conto, con tutta probabilità destinato a mettere a dura prova i bilanci familiari, già intaccati dalla crisi economica che ha ridotto in molti casi il reddito (tra part time e cassa integrazione). In previsione di ciò, secondo quanto emerge da alcune recenti ricerche, gli italiani hanno accentuato negli ultimi mesi il ricorso al credito, per altro agevolato dai bassi tassi di interesse, e nello stesso tempo hanno aumentato l’ammontare lasciato in deposito sui conti bancari. Secondo il più recente rapporto di Banca d’Italia, infatti, i prestiti al settore privato sono aumentati in luglio del 2,8% tendenziale e quelli concessi alle famiglie dell’1,7%. I depositi, nello stesso mese, sono cresciuti del 7,8% annuale.

Ai costi scolastici si aggiunge il trasporto degli alunni

Per prepararsi all’anno scolastico, secondo l’analisi offerta dall’Associazione dei consumatori, quest’anno - oltre alle classiche spese per libri, dizionari e zaini (richiesti più capienti perché gli alunni non potranno lasciare nulla a scuola) - si aggiungono i costi di trasporto, viste le incertezze in tale ambito dovute all’emergenza sanitaria. Secondo i calcoli dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, i costi del corredo scolastico subiranno aumenti dell’ordine dell’1,5% su base annua a circa 540,90 euro. Per questioni di sicurezza, inoltre, molte famiglie sceglieranno di portare i figli a scuola con la propria auto. Una scelta che comporterà costi aggiuntivi per 392 euro nel caso di un veicolo a benzina e per 361,20 euro per uno a gasolio.

La TARI, le bollette e il riscaldamento

Le voci di spesa con cui le famiglie dovranno fare i conti sono anche la TARI (la seconda rata è stimata in 159,50 euro), le spese per il riscaldamento (in lieve calo rispetto allo scorso anno, a 238,80 euro), e anche le bollette (tra acqua, luce, gas e telefonia registrano un aumento complessivo del 3,5% annuo, a 612,85 euro). È pur vero che queste ultime si pagano tutto l’anno, ma in questo periodo vanno a sommarsi alle altre onerose spese con un risultato estremamente negativo per le tasche dei cittadini. Inoltre, ricordano in Federconsumatori, alla solita stangata autunnale, questa volta si aggiungono le visite mediche, gli esami e i checkup che, salvo emergenze, sono stati rimandati dopo il lockdown e la pausa estiva (ulteriori spese per 524,90 euro).

Viafora, urgono scelte coraggiose del Governo

Nella situazione di forte difficoltà in cui si trovano le famiglie italiane, specialmente alla luce della crisi che il Paese sta attraversando, questa stangata, secondo Emilio Viafora (presidente di Federconsumatori) rappresenta un colpo durissimo per l’economia, che rischia di abbattersi sui consumi e sull’intero sistema produttivo. Per questo, ha aggiunto, è necessario ed urgente che il Governo assuma scelte coraggiose e determinate, per sostenere il sistema economico e le famiglie, sfruttando tutte le possibilità messe in campo a livello europeo, nonché per dare nuove prospettive di crescita al Paese.

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave

federconsumatori famiglie crisi stangata

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.