Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Riprende il mercato dei veicoli rimorchiati

All'indomani del crollo registrato nei mesi di marzo e aprile, si vede uno spiraglio di luce per il mercato dei veicoli rimorchiati. La tregua è giunta nel mese di giugno che, a sorpresa, ha interrotto una serie negativa partita due anni fa.

Pubblicato il 30/09/2020

Dopo il crollo registrato nel periodo primaverile sembra riprendere, sebbene con lentezza e nell’incertezza, il mercato dei veicoli rimorchiati. Positivo è il dato di giugno che presenta addirittura un +6,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Numeri che interrompono un periodo di crisi che era iniziato da marzo 2018 e che aveva raggiunto il culmine durante il primo semestre del 2020 quando tutta l’economia è stata in gravi condizioni.

A scattare una fotografia del mercato dei rimorchi e dei semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5t ci ha pensato il Centro Studi e Statistiche di Unrae, l’Associazione delle Case estere, in base ai dati forniti dal Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti. A luglio scorso è stata registrata una perdita del -7,5% rispetto allo scorso anno, mentre ad agosto la contrazione è stata pari a -0,9% rispetto allo stesso mese del 2019.

Il calo più contenuto durante la stagione estiva lascia, dunque, ben sperare e trova la sua ragione nel ritorno alla normalità di tutte le attività che durante l’emergenza coronavirus e il conseguente lockdown hanno accumulato ritardi che ora, però, sperano di recuperare. Parliamo soprattutto delle attività che si occupano dell’approvazione e dell’immatricolazione dei veicoli rimasti fermi sui piazzali dei costruttori e dei distributori nel corso della pandemia.

Nei primi 8 mesi del 2020 il crollo del mercato dei veicoli rimorchiati è pari al 32,2% con 7.047 unità contro le 10.394 di gennaio-agosto 2019.

I finanziamenti per i veicoli rimorchiati

Intanto, grazie all’attivazione dei finanziamenti agli investimenti nell’autotrasporto attraverso il Decreto ministeriale del MIT e quello direttoriale, si prova a dare una spinta a favore del rinnovo del parco circolante dei veicoli rimorchiati

“Un aspetto della questione dei finanziamenti per i veicoli rimorchiati che ancora deve essere considerato è quello che, al di là della sostenibilità, riguarda la sicurezza – fa sapere in una nota l’Associazione delle Case estere - Per questa ragione Unrae chiede da tempo che oltre a sostenere l’acquisto di veicoli adibiti all’intermodalità, venga considerata anche l’opportunità di incentivare l’acquisto di rimorchi destinati al trasporto ordinario stradale, dove l’obsolescenza dei mezzi determina una diffusa condizione di insicurezza del trasporto e della circolazione. Ci aspettiamo ora una serie organica di disposizioni di carattere strutturale, che traini il sistema trasportistico italiano verso nuovi obiettivi di competitività, in termini di organizzazione logistica complessiva, a cominciare dai veicoli che dovranno rispondere ad una domanda di mobilità delle merci che sta velocemente cambiando, come la situazione critica che abbiamo attraversato ci ha di fatto dimostrato”.

Un tema, quello del ricambio del parco circolante, molto caro all’Associazione che rappresenta le Case estere operanti sul mercato italiano delle autovetture, dei veicoli commerciali e industriali, autobus, dei rimorchi e dei semirimorchi. Il sodalizio reclama ormai da tempo soluzioni anche sul fronte della fiscalità dell’auto e delle infrastrutture di ricarica per le nuove tecnologie. La mission del gruppo è rilanciare l’intero comparto sia mediante gli incentivi che attraverso altri mezzi, come ad esempio i recovery funds.

Dopo questa fase più dura vissuta da tutti a causa della pandemia di coronavirus, Unrae rivolge anche un ulteriore appello perché si possa registrare un andamento delle immatricolazioni che permetta una lettura in tempo reale del mercato. Sia l’Associazione delle Case estere che altre organizzazioni imprenditoriali del settore, nonché la Direzione Generale della Motorizzazione, si sono mosse perché vengano aggiornati questi dati in maniera puntuale.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.