Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

In Lombardia stop al pagamento delle rate dei finanziamenti per un anno

Prorogato al 31 marzo 2021 il termine per la presentazione delle domande di adesione alle agevolazioni che permettono alle banche e agli intermediari finanziari aderenti di sospendere fino a un anno il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti o allungarne la scadenza.

Pubblicato il 04/02/2021

Sospiro di sollievo per le famiglie e le imprese colpite dagli effetti dell’emergenza coronavirus. In Lombardia è arrivato il via libera dalla giunta regionale a una delibera che prevede la sospensione per un anno del pagamento delle rate dei finanziamenti o lo spostamento della scadenza

Il provvedimento, su proposta dell’assessore Davide Caparini con le deleghe al Bilancio e alle Finanze, è stato approvato dagli assessori Guido Guidesi (Sviluppo economico), Fabrizio Sala (Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione), Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione) e Stefano Bruno Galli (Autonomia e Cultura).

Prorogato al 31 marzo il termine per la presentazione delle domande

Prorogato al 31 marzo 2021 il termine per la presentazione delle domande di adesione alle agevolazioni previste che permettono alle banche e agli intermediari finanziari aderenti di sospendere fino a un anno il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti o allungarne la scadenza.

Una misura possibile grazie all’adesione all’addendum riguardante l’Accordo per il credito 2019, sottoscritto nel dicembre 2020 dall’Associazione Bancaria Italiana (Abi) e le principali organizzazioni di categoria. L’emergenza sanitaria, conseguente alla diffusione del Covid-19, non è ancora finita e sono ancora gravi i suoi effetti sull’attività delle imprese che continuano a soffrire di una carenza di liquidità – si legge nell’addendum all’accordo per il credito 2019 – nei limiti del nuovo quadro regolamentare definito dall’Eba, è necessario continuare a sostenere le imprese danneggiate dall’emergenza sanitaria del Covid-19 anche attraverso la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti erogati prima della diffusione della pandemia.

Lo scorso 2 dicembre l’Eba ha aggiornato le proprie linee guida del 2 aprile 2020 che prorogano al 31 marzo 2021 – con alcune modifiche – l’applicazione del trattamento prudenziale delle misure legislative e non legislative di moratoria dei prestiti, realizzate a seguito della pandemia di Covid-19.

Stesse modalità operative per la Moratoria regionale. Lo stesso termine, infatti, si applica pure per la presentazione di tali domande di adesione. Tali misure sono gestite da Finlombarda con proprie risorse e prevedono agevolazioni rivolte sia a imprese che a soggetti non esercenti attività di impresa. In questi casi è consentito alle imprese e ai Comuni lombardi di ottenere la sospensione della rata di capitale o l’allungamento della scadenza, in relazione ai finanziamenti previsti da varie misure agevolative regionali.

Accordo per il credito 2019, Regione vicina agli imprenditori

“Questo provvedimento – ha spiegato Caparini in una nota stampa – è l’ennesima testimonianza della costante attenzione di Regione Lombardia verso il mondo produttivo“. “L’emergenza legata al Covid – hanno evidenziato tutti gli altri assessori che hanno concertato la delibera – ha creato una crisi socio-economica drammatica. Perciò riteniamo doveroso giusto e necessario, come avviene da tempo, portare avanti con una serie di provvedimenti concreti che riguardano le famiglie e numerosi settori produttivi. Il nostro obiettivo è quello di sostenere chi, con fatica e grandi sacrifici, non si arrende e crede nella ripartenza”.

Covid, convenzione per mettere a disposizione strutture ricettive

Intanto Regione Lombardia e le Associazioni di categoria (Confcommercio Lombardia, Confindustria Lombardia, Confesercenti Regionale della Lombardia), hanno sottoscritto una convenzione, prorogata fino al 30 aprile 2021, per garantire la possibilità di alloggio a:

  • operatori sanitari e sociosanitari, reclutati o volontari, anche stranieri, e relativo personale tecnico-amministrativo di supporto che per ragioni di tutela della salute, oltre che per esigenze lavorative, non possono rientrare in sicurezza al proprio domicilio
  • volontari di Protezione Civile impegnati nell'emergenza Covid-19
  • cittadini iscritti all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) che, per rientrare in Italia, intendono trascorrere la quarantena obbligatoria in un luogo diverso dalla propria residenza.

La tariffa, definita dalla struttura e a carico della Regione Lombardia, ricomprende la totale sanificazione delle camere che sarà effettuata ad ogni check-out. La sanificazione di tutte le aree comuni e del back of the house (Boh) invece sarà effettuata al termine dell’emergenza. Le strutture doteranno il proprio personale di Dpi minimi necessari.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.