Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Effetto coronavirus anche sulle immatricolazioni auto

Pubblicato il 09/03/2020

Il mercato dell’auto italiano ha accusato una brusca frenata nel mese di febbraio: le immatricolazioni di nuove vetture sono infatti diminuite dell’8,8% tendenziale, a 162.793 unità. L’influenza da coronavirus, con i suoi effetti a pioggia sulla sicurezza delle entrate dei risparmiatori e del loro posto di lavoro, ha condizionato sono in minima parte e solo nelle ultime settimane del periodo considerato. Infatti, c’è da considerare che le vetture immatricolate in genere vengono ordinate con forte anticipo rispetto al periodo in cui vengono consegnate. Con tutta probabilità le ripercussioni di questa emergenza sanitaria si faranno sentire maggiormente nel corso dei prossimi mesi. 

I primi effetti da coronavirus

Un effetto coronavirus più marcato, ha affermato Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, “si è però avuto nelle zone rosse e ha riguardato sia l’affluenza di potenziali interessati nei saloni di vendita sia la raccolta di ordini. Anche se in maniera meno accentuata effetti analoghi si stanno verificando in tutto il Paese”. Dalla tradizionale inchiesta congiunturale condotta dal Centro Studi a livello nazionale “a fine febbraio emerge, infatti, che – ha aggiunto - ben il 79% dei concessionari dichiara un basso livello di affluenza nei saloni di vendita e una percentuale soltanto lievemente inferiore (75%) dichiara anche un basso livello di acquisizione di ordini”. 

Riviste in corsa le stime per i prossimi mesi

L’effetto coronavirus incombe dunque anche sul mercato dell’auto e si comincerà ad avvertirlo maggiormente da marzo. Sempre dall’inchiesta di Promotor di fine febbraio emerge infatti che a livello nazionale il 60% degli operatori si attendono vendite in calo nei prossimi tre-quattro mesi, mentre a fine gennaio la stessa percentuale di operatori prevedeva mercato stabile o in crescita. Tra l’altro dalla ricerca emerge che per i concessionari l’emergenza coronavirus, tra i fattori di freno della domanda di auto, balza al primo posto con il 72% di indicazioni seguita dal quadro economico generale (62%), dalla demonizzazione dell’auto (38%) e dalla politica del Governo (37%).  

Target lontano per frenare invecchiamento del parco circolante

“Al netto dell’effetto coronavirus, la situazione del mercato dell’auto italiano era già tutt’altro che rassicurante” scrive nel rapporto Promotor, secondo cui a questo punto “l’inatteso calo del Pil nel quarto trimestre 2019 e il peggioramento del quadro economico a livello globale rendono sempre meno probabile il raggiungimento nel 2020 di quota 2 milioni di immatricolazioni”. È un livello considerato dagli esperti necessario per frenare il forte invecchiamento del parco circolante nel nostro Paese. Dati del 2018, l’anzianità media delle auto circolanti in Italia era di 11 anni e 6 mesi, contro gli 8 anni del Regno Unito, i 9 anni della Francia e i 9 anni e 7 mesi della Germania. 

L’emergenza non sembra consentire investimenti immediati

Le conseguenze di questa gelata sulle vendite, secondo l’analisi, “saranno negative sia in termini di inquinamento sia, e soprattutto, in termini di sicurezza della circolazione”. Tutto questo, mentre il 2020 dovrebbe rivelarsi l’anno del concreto avvio della mobilità elettrica, è accentuato dall’emergenza coronavirus. Il suo impatto, che si preannuncia pesante per l’economia, secondo Promotor, “non sembra consentire investimenti immediati e massicci per la decarbonizzazione” perché la transizione verso i carburanti alternativi può avvenire solo con consistenti investimenti pubblici pro-infrastrutture e importanti incentivi agli automobilisti che vorrebbero auto meno inquinanti. 

Nell’attesa di una decisione in questo senso da parte del Governo, chi volesse programmare l’acquisto di un’auto ‘green’ può farlo anche ricorrendo a un prestito. A tal riguardo PrestitiOnline.it che, oltre a una guida dettagliata su come ottenere un prestito, mette a disposizione la possibilità di fare un preventivo di prestito auto autonomamente e di definire il piano di ammortamento in base alle proprie esigenze.

A cura di: Fernando Mancini

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.