Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Bonus mobili ed elettrodomestici: come accedere alla detrazione nel 2023

Anche nel 2023 si può usufruire della detrazione del 50 per cento per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi. L'agevolazione viene calcolata su un importo massimo di 8.000 euro nel corso di quest'anno e la detrazione viene ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Pubblicato il 20/01/2023
famiglia felice acquista mobili in negozio
Bonus mobili ed elettrodomestici: i requisiti

Anche nel 2023, se si comprano mobili e grandi elettrodomestici, si può usufruire di una detrazione Irpef del 50%. Ci sono, naturalmente, dei requisiti da rispettare affinché venga concessa questa agevolazione. Può essere, infatti, richiesta solo da chi effettua un intervento di ristrutturazione edilizia a partire dall’anno prima a quello dell’acquisto dei beni. Gli elettrodomestici, inoltre, devono essere di classe non inferiore alla A per i forni; alla classe E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie; alla classe F per i frigoriferi e i congelatori.

La detrazione, così come specificato dall’Agenzia delle Entrate, viene suddivisa in 10 quote annuali di stesso importo e viene calcolata su un importo totale non maggiore a 8.000 euro per l’anno 2023 e a 5.000 euro per il 2024. Per il 2021 il tetto di spesa su cui veniva calcolata la detrazione era pari a 16.000 euro, mentre per l’anno 2022 era pari a 10.000 euro. Ciò che conta è che la data di inizio dei lavori sia precedente a quella della spesa per mobili e grandi elettrodomestici.

Confronta prestiti per ogni finalità e risparmia fai subito un preventivo

A chi spetta la detrazione

Vediamo nello specifico per quali acquisti spetta la detrazione:

  • Mobili nuovi;
  • Grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore classe A per i forni, alla classe E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, alla classe F per i frigoriferi e i congelatori

Tra i mobili agevolabili vi sono: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché materassi e apparecchi di illuminazione. Non rientrano, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (come il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo. Si parla di grandi elettrodomestici per indicare: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento. Anche le spese di trasporto e montaggio dei mobili e degli elettrodomestici rientrano tra quelle che si possono portare in detrazione.

La sostituzione della caldaia rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria. Ai fini dell’ottenimento dell’agevolazione è fondamentale, infatti, che ci sia un risparmio energetico rispetto alla situazione preesistente. Non vale lo stesso discorso per gli interventi di realizzazione di box o posti auto pertinenziali rispetto all’abitazione principale: tali opere non rientrano, infatti, tra quelle che permettono di avere la detrazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Pagamenti e documenti

Il limite di 8.000 euro per il 2023 riguarda un solo immobile, comprese le pertinenze. Se si eseguono lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari, il contribuente ha diritto quindi al beneficio più volte. Per ottenere la detrazione sugli acquisti di mobili e grandi elettrodomestici è necessario effettuare pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Non vengono, invece, accettati assegni bancari o contanti.

Si ha diritto alla detrazione anche se i mobili e gli elettrodomestici vengono comprati con un finanziamento a rate a patto che – fa sapere l’Agenzia delle Entrate - la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità prima indicate e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento.

Per beneficiare del bonus mobili ed elettrodomestici, bisogna infatti conservare i documenti. È importante tenere custoditi: la ricevuta del bonifico, la ricevuta di avvenuta transazione per i pagamenti con carta di credito o debito, la documentazione di addebito sul conto corrente e le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

prestiti personali Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
cessione del quinto Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di MutuiuOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.