Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Quando serve un garante per un finanziamento?

Se non ci sono redditi da presentare o non si ha un'entrata mensile sicura, il fideiussore rappresenta la soluzione giusta per richiedere un finanziamento. Il garante sostituisce, infatti, il contraente qualora non fosse più in grado di pagare le rate del prestito. 

Pubblicato il 13/08/2021
Prestiti con garante: ecco come funzionano

Quando le nostre capacità finanziarie non vengono considerate adeguate dalla banca che deve concedere un finanziamento, subentra la figura del garante. L’affidabilità creditizia è infatti uno dei primi parametri che viene preso in considerazione da un istituto di credito quando viene fatta richiesta di un prestito.

Non è sicuramente il caso dei pensionati o dei dipendenti pubblici, che hanno comunque una fonte di reddito a fungere da garanzia. Allo stesso modo anche i dipendenti privati, in quanto salario e TFR risultano molto spesso sufficienti per ottenere un prestito.

Con la cessione del quinto, ad esempio, non ci sono problemi in tal senso, in quanto il rimborso delle rate è assicurato proprio dalla trattenuta che avviene sulla busta paga o sul cedolino della pensione. Questa tipologia di prestito, a tasso fisso e dalla durata massima di 120 mesi, è destinata anche ai cattivi pagatori e a chi ha avuto, dunque, problemi di credito in passato.

Un lavoro fisso, uno stipendio costante, l’età sono tutti aspetti che vengono esaminati dall’istituto finanziatore ai fini dell’erogazione del finanziamento. Quando vengono meno queste garanzie, il richiedente può indicare un terzo soggetto, il fideiussore (o garante appunto), che avrà il compito di rimborsare le rate qualora il contraente non ne fosse più in grado. La designazione del garante avviene proprio per scongiurare casi di insolvenza.

Il ruolo del garante

Il garante è indispensabile quando non ci sono redditi da presentare o non si ha certezza di un’entrata mensile sicura. Tale figura non sostituisce il debitore principale, ma prende il suo posto quando il contraente non è più in grado di pagare le rate così come è stato stabilito.

Il garante firma, naturalmente, il contratto e ne accetta le condizioni. La banca valuterà prima se tale figura sarà capace di sostenere l’onere delle rate qualora venisse meno il contraente. Il fideiussore deve, infatti, presentare i documenti di reddito, oltre a quelli anagrafici, ed eventuali attestati di proprietà.

Sono due gli aspetti che vengono presi in considerazione quando si parla di prestiti con garante.

 Le due caratteristiche fondamentali sono:

  • Straordinarietà: il garante sostituisce il contraente soltanto saltuariamente. La sua presenza non implica necessariamente che debba pagare le rate del prestito, salvo ovviamente casi di insolvenza del debitore principale.
  • Accessorietà: la sua presenza non equivale necessariamente alla concessione del prestito. Ogni istituto di credito adotta la sua politica e i suoi criteri di valutazione prima di concedere un finanziamento.

I rischi

La maggior parte dei garanti è composta molto spesso da parenti e amici dei richiedenti prestito. Si tratta generalmente di persone con contratto di lavoro a tempo indeterminato o di pensionati. Chi fa da garante ha degli obblighi da rispettare per evitare sanzioni e problemi vari. Il suo più importante dovere è quello relativo a un intervento nel caso il debitore non riuscisse a pagare regolarmente le rate. Il garante deve, quindi, essere a conoscenza della scadenza delle rate e tenersi aggiornato sulla capacità di rimborso del richiedente prestito e su eventuali disagi.

In caso di insolvenza da parte del debitore che ha contratto il prestito e da parte del garante, verranno presi severi provvedimenti. L’istituto di credito arriverà a segnalare pure il garante nella banca dati dei Sistemi di Informazione creditizia (SIC): il fideiussore andrà così a finire nella temuta ‘black list’ dei cattivi pagatori.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.