Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Prestiti, prosegue la crescita del settore

Le variabili sono molte, dalle questioni geopolitiche all'andamento dei tassi ufficiali d'interesse, ma lo scenario in apertura di 2024 lascia immaginare un altro anno positivo per il comparto dei prestiti personali, in linea con quello che si è da poco concluso.

Pubblicato il 23/01/2024
pc con schermata loan
Andamento mercato prestiti e prospettive per il 2024

Nuovi conflitti in giro per il mondo, rallentamento della crescita economia e iperinflazione. L’anno che ci siamo messi da poco alle spalle non è stato di certo tra i migliori per programmare consumi e investimenti, eppure i dati che arrivano dal versante dei prestiti indicano un’ulteriore crescita. Un andamento che fa ben sperare anche per i prossimi mesi.

Un anno dai due volti

Secondo i dati di Eurisc, il sistema di informazioni creditizie gestito da Crif, nel corso del 2023 il settore dei prestiti ha vissuto una dinamica altalenante, con i primi cinque mesi in crescita, seguiti da una frenata in quelli successivi. Alla fine, comunque, il bilancio è stato leggermente positivo, con un +0,4% rispetto al 2022.

Questo in termini generali perché poi lo scenario è molto variegato tra i vari segmenti. Mentre i finanziamenti finalizzati hanno registrato un calo nell’ordine del 10,4%, i prestiti personali che hanno segnato un +18,9%.

“Il 2023 è stato l’anno della cautela sia per quanto riguarda le famiglie che hanno ridimensionato i progetti di spesa, sia dal punto di vista dell’offerta, con una maggiore attenzione sui criteri di accesso al credito per via dell’incertezza generata dal contesto geopolitico, dall’inflazione e dall'aumento dei tassi di interesse da parte della Bce”, è l’analisi di Simone Capecchi, executive director di Crif.

Confronta prestiti per ogni finalità e risparmia fai subito un preventivo

Sale l’importo medio dei finanziamenti

Nonostante le numerose incognite del quadro macro e le oggettive difficoltà dovute al calo del potere d’acquisto, gli italiani mantengono una sostanziale fiducia verso il futuro. L’analisi di Crif evidenzia che, dopo tre anni negativi, nel 2023 è tornato a crescere l’importo medio dei finanziamenti richiesti (+4,0%), a raggiungere un valore medio di 8.427 euro. La dinamica positiva coinvolge i prestiti finalizzati con un valore pari a 5.862 euro (+2,5% rispetto al 2022), mentre quelli personali scendono a 11.759 euro (-3,8% nel confronto con l’anno precedente).

In particolare, poco più di un italiano su due (per la precisione il 54,4% del totale) richiede importi inferiori ai 5 mila euro, mentre uno su sei (il 17,3%) si finanzia per una quota compresa tra 10 mila e 20 mila euro e poco dopo (16,4%) arriva la fascia di quanti richiedono tra 5 mila e 10 mila euro. La domanda, anche se in prevalenza caratterizzata da piccoli importi, viene dilazionata su un arco temporale comunque superiore ai cinque anni per il 27,3% degli italiani, per pesare il meno possibile sul bilancio familiare.

A livello di età, prevale la fascia intermedia

La dinamica prudente delle famiglie italiane si rispecchia anche nello spaccato delle due forme tecniche prese in esame: il 76,3% delle richieste di prestiti finalizzati ha una estinzione del debito entro tre anni; mentre i prestiti personali, che spesso rappresentano un impegno particolarmente gravoso per le famiglie, tendono a concentrarsi nella fascia di durata superiore ai cinque anni, 50,2% del totale.

Quanto all’età dei richiedenti, la fascia più consistente è quella di mezzo: il 63,4% delle richieste riguarda infatti persone tra i 25 e i 54 anni. I più giovani (fino a 24 anni) costituiscono poco più del 7%, mentre la fascia dai 65 anni in su copre quasi il 12% del totale.

Il moderato ottimismo che emerge da questa ricerca conferma le rilevazioni dell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio, realizzato da Assofin, Crif e Prometeia. Merito da una parte della grande capacità di risparmio che da sempre caratterizza le famiglie italiane e che è cresciuta nel corso degli ultimi mesi, creando così un cuscinetto di risorse da poter utilizzare al momento del bisogno; dall’altro del buono stato di salute delle banche italiane, che in passato hanno operato una profonda pulizia dei bilanci, che consente loro di continuare a concedere credito al momento delle richieste.

Le migliori offerte di prestito da 10.000 euro:

TAN da 5,03, TAEG da 7,93. Importi fino a € 10.000,00 in 84 mesi. Richiesta prestito online, erogazione rapida.
logo Younited
Rata mensile € 154,13 TAEG 7,93%
Prestito Personale Younited
  • TAEG: 7,93% TAN: 5,03% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 154,13
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 12.946,88
  • Gestione: Online
Tempi erogazione: 2 GIORNI
logo Crediper
Rata mensile € 155,61 TAEG 8,28%
Prestito Personale Crediper Crediper
  • TAEG: 8,28% TAN: 7,95% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 155,61
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 13.085,50
  • Gestione: Online
Tempi erogazione: 2 GIORNI
logo Sella Personal Credit
Rata mensile € 156,61 TAEG 8,53%
Prestito Personale Sella Personal Credit
  • TAEG: 8,53% TAN: 8,15% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 156,61
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 13.155,24
  • Gestione: Online, a dOmiciliO
Tempi erogazione: 2 GIORNI
logo Findomestic Banca
Rata mensile € 157,30 TAEG 8,61%
Credito Flessibile Findomestic Banca
  • TAEG: 8,61% TAN: 8,28% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 157,30
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 13.213,20
  • Gestione: Online, in filiale
Tempi erogazione: 3 GIORNI
logo Creditis
Rata mensile € 155,67 TAEG 8,77%
Prestito personale Mysura Standard Creditis
  • TAEG: 8,77% TAN: 7,65% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 155,67
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 13.271,89
  • Gestione: Online
logo Agos
Rata mensile € 155,50 TAEG 8,90%
Credito Personale Agos
  • TAEG: 8,90% TAN: 7,93% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 155,50
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 13.317,89
  • Gestione: Online, in filiale
Tempi erogazione: 5 GIORNI
logo Santander Consumer Bank
Rata mensile € 160,84 TAEG 10,01%
Prestito Personale Santander Consumer Bank
  • TAEG: 10,01% TAN: 8,99% (fisso nel tempo)
  • Rata mensile: € 160,84
  • Importo erogato: € 10.000,00
  • Totale dovuto: € 13.762,56
  • Gestione: Online
Tempi erogazione: 2 GIORNI
A cura di: Luigi dell'Olio

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 0 su 5 (basata su 0 voti)

Scopri le offerte

prestiti personali Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
cessione del quinto Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di MutuiuOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.