Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Più tempo per richiedere il bonus affitti

L'Agenzia delle Entrate ha deciso di concedere i tempi supplementari. Così, gli affittuari avranno tempo fino al 6 ottobre per poter chiedere l'agevolazione sui contratti di locazione. La domanda potrà essere presentata con una procedura online. Ma ci sono dei limiti da rispettare.

Pubblicato il 16/09/2021
Bonus affitti 2021

Si allunga fino al 6 ottobre la finestra per richiedere il bonus affitti; un contributo a fondo perduto per i locatori che ha lo scopo di ridurre i canoni di locazione. Con la concessione dei tempi supplementari, l'Agenzia delle Entrate ha voluto dare più tempo a chi ha deciso di usufruire di questa agevolazione a valere sul 2021, visto che, di fatto, nel periodo estivo le domande non sono state molte.

Una misura che tenta di risollevare un mercato che è stato fortemente penalizzato dal Covid e che stenta a riprendersi. Secondo Immobiliare.it nel semestre marzo-agosto 2021, il primo senza chiusure, si iniziano a intravedere i primi sintomi di un ritorno alla stabilità, anche se lentamente (i prezzi rimangono stabili, mentre la domanda ha frenato la sua discesa).

Come funziona il bonus affitti

L'agevolazione riguarda chi affitta case a uso abitativo, non dunque esercizi commerciali o uffici. Di fatto riconosce per tutto il 2021 una riduzione del canone di affitto purchè il contratto di locazione risulti attivo dal 29 ottobre 2020.

Il bonus è pari al 50% sulla riduzione del canone e può arrivare massimo a 1.200 euro per un plafond totale massimo della misura di 100mila euro. Nel caso in cui figuri più di un locatore in merito al medesimo contrato di affitto, ciascuno dovrà presentare la domanda per ottenere il contributo, che sarà distribuito pro quota.

Fare domanda per il bonus affitti

Per presentare una o più domande è necessario compilare il modello denominato "Istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per la riduzione dell'importo del canone di locazione". Questa va inviata per via telematica attraverso il sito web dell'Agenzia delle Entrate accedendo a una specifica area personale.

Per compilare correttamente la domanda vanno inseriti alcuni dati: gli estremi del contratto di affitto e quelli oggetto di rinegoziazione al ribasso già reso noto attraverso il modello "RLI" nel momento in cui si presenta l'istanza; i dati relativi alla rinegoziazione del canone di locazione da realizzare entro il 31 dicembre 2021.

A quel punto il modello online procede al calcolo dell’importo massimo del contributo. Dopo aver presentato la domanda, il sistema rilascerà una ricevuta di presa in carico e, successivamente, un'ulteriore ricevuta con l’importo del contributo. Il bonifico sarà fatto direttamente sull'Iban fornito in occasione della presentazione della domanda.

I limiti del bonus affitti

L'agevolazione ha dei limiti poichè può essere presentata una sola volta dal singolo locatore, anche se titolare di più contratti di locazione o anche nel caso di più rinegoziazioni per il medesimo contratto. È tassativo che tra proprietario e affittuario sia presente un accordo di rinegoziazione al ribasso del canone di locazione.

E ancora, si potrà beneficiare del bonus solo se tali immobili sono presenti in aree geografiche ad alta tensione abitativa. L'elenco dei comuni è consultabile dal sito di Confedilizia. Il contributo potrà essere richiesto solo se il contratto di locazione è stato regolarmente registrato e depositato presso l'Agenzia delle Entrate. Infine, il contratto di locazione deve risultare attivo alla data del 29 ottobre 2020.

A cura di: Gabriele Petrucciani

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.