Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Piovono bonus sulle famiglie italiane. Come richiederli

Reddito di emergenza, indennità Covid e assegno unico per i figli. Ma anche “Iscro” e utenze domestiche più leggere. Sono tante le agevolazioni che sono state introdotte a luglio. Ma per ottenerle bisogna rispettare determinati requisiti e stare attenti alle scadenze.

Pubblicato il 19/07/2021
Tutti i bonus per le famiglie

Reddito di emergenza, indennità Covid e assegno unico per i figli. Ma anche “Iscro” e utenze domestiche più leggere. Sono tante le agevolazioni che a partire dal mese di luglio sono state attivate a favore degli italiani, in particolare per i nuclei familiari in difficoltà e con un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) al di sotto di determinate soglie.

Per approfittare di tutti questi incentivi alcune domande dovranno essere presentate a stretto giro, come per il nuovo reddito di emergenza (la scadenza è il 31 luglio), per altre invece si avrà più tempo a disposizione. Ma chi sono i beneficiari e quali i requisiti da rispettare?

Reddito di emergenza

Il nuovo reddito di emergenza (Rem), introdotto con il Decreto Sostegni Bis, spetta sia a chi ha già goduto del Rem introdotto dal primo Decreto Sostegni sia ai nuovi potenziali beneficiari, che avranno diritto a 4 mensilità relative ai mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2021.

La domanda dovrà essere presentata online, sul portale dell’Inps (oppure tramite un Caf o un patronato), entro il prossimo 31 luglio e l’assegno totale potrà arrivare fino a un massimo di 3.200 euro, ovvero 800 euro al mese, con un “extra” di 40 euro al mese (160 euro totali) in presenza di disabilità gravi.

Nello specifico, potranno farne richiesta i residenti in Italia con un Isee inferiore a 15mila euro e un patrimonio immobiliare del nucleo familiare non superiore a 10mila euro; tetto quest’ultimo che può essere innalzato fino a 20mila euro per le famiglie più numerose (in presenza di disabilità gravi è previsto un ulteriore incremento di 5mila euro). Reddito di cittadinanza, pensione o un contratto di lavoro attivo, invece, sono elementi di incompatibilità, che non danno diritto al Rem.

Indennità Covid

Introdotta sempre con il Decreto Sostegni Bis, la cosiddetta indennità Covid-19 spetta invece ai lavoratori stagionali e in somministrazione del turismo e degli stabilimenti termali (ma anche autonomi occasionali e subordinati a tempo determinato), i pescatori autonomi, gli operai agricoli e i lavoratori dello spettacolo.

L’assegno va da un minimo di 800 euro per gli agricoli fino a un massimo di 1.600 euro e sarà erogato automaticamente a chi ha già beneficiato delle indennità introdotte con il primo Decreto Sostegni. I nuovi richiedenti, invece, dovranno presentare domanda entro il 30 settembre 2021 sempre online, sul portale dell’Inps.

Assegno unico per i figli

Altra novità introdotta sempre a partire dallo scorso 1 luglio è l’assegno unico per i figli (è cumulabile con il Reddito di cittadinanza), che spetta a tutti i nuclei familiari con almeno un figlio di età inferiore ai 18 anni (21 anni dal 2022).

Si tratta di una misura ponte, valida fino al 31 dicembre 2021, che entrerà poi a regime dall’1 gennaio 2022, andando a sostituire anche l’assegno per il nucleo familiare. L’ammontare dell’incentivo dipende dal reddito Isee, che non deve essere superiore a 50mila euro, e può arrivare a un massimo di 217,8 euro mensili a figlio per i nuclei familiari con almeno 3 minori (fino a 2 figli non maggiorenni l’assegno massimo scende a 167,5 euro a figlio).

Le famiglie che presenteranno la domanda entro il prossimo 30 settembre avranno diritto a percepire l’assegno a far data dall’1 luglio. Chi invece farà domanda dopo il 30 settembre non avrà invece diritto agli arretrati e comincerà a percepire l’assegno dal mese in cui ne è stata fatta richiesta.

Iscro

L’Iscro è l’incentivo che è stato introdotto a favore dei liberi professionisti e lavoratori autonomi. Valido per il triennio 2021-2023, l’Iscro va da un minimo di 250 euro a un massimo di 800 euro, a seconda dell’ultimo reddito da lavoro autonomo, e dovrà essere richiesto online sul portale dell’Inps entro il 31 ottobre di ogni anno.

Potranno farne richiesta, però, solo chi rispetta i seguenti requisiti:

  • avere una partita Iva attiva da almeno quattro anni ed essere in regola con i contributi previdenziali;
  • un reddito da lavoratore autonomo nell’anno precedente alla domanda non superiore alla metà della media dei redditi (sempre da lavoratore autonomo) degli ultimi tre anni;
  • un reddito nell’anno precedente alla domanda inferiore a 8.145 euro.

Bonus bollette

Si chiama bonus sociale automatico ed è partito l’1 luglio. Una nuova misura, compatibile con il Reddito o Pensione di cittadinanza, che introduce degli sconti sulle bollette di luce, gas e acqua. Ma a chi spettano? Ai nuclei familiari, intestatari di un contratto di fornitura, con un Isee inferiore a 8.265 euro; tetto che viene innalzato a 20mila euro per le famiglie con almeno 4 figli a carico.

L’incentivo spetta anche alle famiglie con casi di malattie gravi accertate. Per ottenere il bonus in automatico è necessario compilare la Dsu (Dichiarazione sostitutiva unica) dell’Isee. Lo sconto va da un minimo di 128 euro a un massimo di 177 euro e viene suddiviso nelle fatture dei 12 mesi successivi all’ottenimento del bonus stesso.

A cura di: Gabriele Petrucciani

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.