Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

In vacanza con un prestito? Le regole da seguire

C'è chi potrà andrà in ferie con il "voucher", a patto che lo abbia richiesto entro la fine dello scorso. Per chi non ha diritto all'agevolazione, invece, e non ha accumulato risparmi, il finanziamento potrebbe ssere l'unica strada per coprire le spese di viaggio e soggiorno. A cosa stare attenti.

Pubblicato il 12/05/2021
I consigli per un prestito vacanze

Anche quest’anno si potrà andare in vacanza con il “voucher”. O è così, almeno per ora, per chi ne aveva fatto richiesta entro la fine dello scorso anno che, per effetto dell’ultima proroga, potrà utilizzare il bonus fino al 30 giugno del 2022.

Ma nei prossimi giorni l’App Io (l’applicazione dei servizi della Pubblica amministrazione) potrebbe aprire le porte anche a nuove richieste, dando così la possibilità ad altre famiglie di usufruire delle agevolazioni governative (il bonus, nella misura massima di 500 euro, è fruibile per l’80% come sconto in fattura e per restante 20% come detrazione fiscale).

Voucher o meno, comunque, alle vacanze non si rinuncia, soprattutto dopo un anno di misure restrittive che hanno quasi azzerato la vita sociale degli italiani. E chi, considerando anche la crisi economica che ancora incombe sul Paese, non è riuscito a crearsi un adeguato gruzzoletto per coprire i costi del viaggio o del soggiorno potrebbe anche decidere di ricorrere a un prestito. Uno “strumento” da utilizzare con criterio e che non deve essere sottovalutato.

Alle prese con i costi

Un'opzione è quella di approfittare dei prestiti finalizzati offerti direttamente dai tour operator o dalle agenzie di viaggio, che hanno di solito condizioni più vantaggiose. Spesso è possibile anche imbattersi in offerte a tasso zero.

Ma in assenza di promozioni l’unica strada percorribile è rivolgersi alla propria banca o a una finanziaria, con costi che oggi in media si aggirano intorno all’8% (la migliore offerta su PrestitiOnline.it ha un Taeg del 6,59%, la peggiore del 9,82%).

A pesare sono soprattutto i costi finanziari dell’operazione. Il Tan (Tasso annuo nominale) può essere anche molto basso, ma su piccoli importi bastano poche spese accessorie per far lievitare il Taeg (Tasso annuo effettivo globale).

Al di là delle spese accessorie, poi, il prezzo di un prestito personale, dipende anche dalla rischiosità del richiedente e dalla finalità. E il prestito per la vacanza è più rischioso rispetto a quello per comprare un’auto nuova. D’altronde, l’auto è un bene durevole, che si usa quotidianamente e di conseguenza le probabilità che le rate non vengano pagate sono basse. Il viaggio, invece, è un servizio che va rimborsato nei mesi successivi al godimento, quindi è più probabile che, in caso di difficoltà, il cliente preferisca pagare spese più urgenti piuttosto che la rata.

Le buone regole

Per non ritrovarsi in situazioni spiacevoli alla fine delle vacanze, nella richiesta del finanziamento è sempre bene seguire poche e semplici regole. La prima è calcolare il peso della rata sul proprio bilancio familiare. Non si può esagerare e rischiare di passare i mesi successivi a fare spending review. E se la rata dovesse superare il proprio budget, allora sarebbe meglio modificare il programma.

Altra regola fondamentale è cercare di chiudere il finanziamento entro i mesi successivi, così da liberare il proprio budget per un eventuale nuovo finanziamento. Se da un lato allungando la durata si riduce il peso della rata (a parità di importo finanziato), dall’altro lato ci si potrebbe ritrovare a distanza di un anno nella situazione di non poter usufruire di un nuovo finanziamento per non rischiare di appesantire il bilancio familiare.

Come richiedere un prestito

Richiedere un prestito personale è molto semplice. Trattandosi di importi piccoli, generalmente la finanziaria chiede solo il codice fiscale, il documento d’identità e la possibilità di pagare tramite rid bancario.

Non sempre, però, il cliente è esentato dal presentare la busta paga o un documento comprovante il proprio reddito. Contemporaneamente alla richiesta di prestito è possibile anche sottoscrivere un’assicurazione viaggio. Un’opzione che data l’attuale situazione emergenziale è consigliabile prendere in considerazione.

A cura di: Gabriele Petrucciani

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.