Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Il FinTech scende in campo a supporto delle imprese

Pubblicato il 24/04/2020

Aggiornato il 27/04/2020

Serve liquidità per le imprese e serve subito. Il Decreto del 9 aprile lo ha statuito con le garanzie estese, sia attraverso il Fondo per le pmi sia attraverso Sace, su 400 miliardi di euro che potranno essere erogati alle imprese dalle banche e da tutti gli intermediari finanziari ex art 106 del Tub, ovvero Confidi, finanziarie e FinTech.

Proprio dal FinTech sono in arrivo una serie di proposte che in parte anticipano questi finanziamenti con prodotti ad hoc per le imprese in emergenza, che in parte mirano ad accelerare i trasferimenti della potenza di fuoco di Giuseppe Conte, condividendo buone pratiche digitali che rendono tutti i processi più snelli.

Siamo in un’economia di guerra, in cui il Pil italiano perderà oltre il 9% secondo il Fmi. Miliardi bruciati che significano imprese in crisi, tanto che aumenteranno le probabilità di default, secondo Cerved, dall’attuale 4,9% al 6,8% in caso di fine dell’emergenza a maggio e al 10,4% se lo stato di allerta si protraesse fino a dicembre. Alle pmi servono solo per il 2020 almeno 45 miliardi secondo l’Osservatorio sul working capital di Cribis e Workinvoice.

Cassa anti Covid da BorsadelCredito.it

La prima piattaforma FinTech a lanciare il suo prodotti anti pandemia sul mercato è stata BorsadelCredito.it, pioniera italiana di p2p lending attiva dal 2015. Si chiama Cash anti Covid 19 ed è un finanziamento bullet della durata di 6 mesi progettato per coprire il 100% delle spese correnti delle PMI per il prossimo semestre (salari e stipendi, affitti, utenze).
Cash anti Covid-19 è stato strutturato su carature sufficienti a coprire l’operatività di un intero semestre: le imprese fino a 10 milioni di fatturato possono accedere a un prestito fino a 300mila euro e quelle con un giro di affari sopra la soglia dei 10 milioni, fino a 500mila euro. L’erogazione sarà modulata sulla base dell’indicazione dei costi nell’ultimo bilancio disponibile e sarà disponibile sul conto corrente delle imprese nel giro di 48 ore.

Credimi, piattaforma di digital invoice trading ha invece puntato sulla ricostruzione: lanciando l’emissione garantita Italianonsiferma, capace di mobilitare in poche settimane 100 milioni di euro grazie alla sottoscrizione di una junior tranche da parte del Fondo Straordinario Internazionale di Generali (che assorbe il maggior rischio a fronte di eventuali insolvenze e che un effetto moltiplicatore nella raccolta del credito in un rapporto di 1 a 10). Le aziende potranno accedere, da qualsiasi device e con la sola partita Iva, a un finanziamento a 5 anni garantito dal Fondo di Garanzia per le pmi e inizieranno a rimborsare il capitale ricevuto solo dopo 15 mesi, a partire da settembre 2021.

Effetto moltiplicatore: l'iniziativa di Credimi

«I 100 milioni iniziali di questa emissione saranno replicati. Insieme al nostro partner Banca Generali prevediamo altre emissioni, anche tematiche, sostenute per esempio da investitori istituzionali locali e dedicate a specifici territori; oppure sostenute da investitori corporate. Vorremmo arrivare a un volume complessivo di raccolta di almeno 500 milioni di euro nelle prossime settimane. Che equivale a sostenere circa 100.000 piccole aziende, e complessivamente un milione di posti di lavoro. Con risorse interamente private», dice Ignazio Rocco di Torrepadula, ceo & founder di Credimi.

Un’altra partnership che movimenta liquidità a beneficio delle imprese è quella tra TeamSystem e Banco Bpm: alleanza grazie a cui sulla piattaforma Fintech Incassa Subito, pmi e micro-imprese possono incassare in anticipo e in modo totalmente digitale fino al 90% dell’importo delle loro fatture attive, senza costi di attivazione né canoni mensili e sulla piattaforma è già disponibile una linea da 100 milioni che permetterà di gestire fino a 400 milioni di euro di fatture in un anno.

Infine, Innexta, Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza partecipato da Unioncamere, Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e dalle altre principali Camere di commercio italiane ha annunciato con una nota che entro l’estate sarà attiva la sua piattaforma di lending alle imprese che sarà dotata di un algoritmo per la valutazione del merito di credito mentre a erogare i prestiti alle imprese, tra 10 e 50mila euro, saranno le stesse Camere di Commercio.

Aumenta la collaborazione banche FinTech

Gli ultimi casi citati sono eccellenti esempi della collaborazione tra banche e FinTech che si farà sempre più solida. «Possiamo essere un acceleratore di innovazione per gli operatori finanziari tradizionali, in un momento in cui le imprese hanno bisogno di risposte rapide spesso incompatibili con le procedure di erogazione classiche in vigore nelle banche, soprattutto in un momento in cui gli sportelli sono chiusi e tutto viaggia online», conclude Sergio Zocchi, ceo di October Italia, piattaforma paneuropea di p2p lending.

«Piuttosto che rivoluzionare processi consolidati creandoli ex novo, le banche oggi possono accelerare la transizione verso il digitale cooperando con operatori che sono nativamente digitali e che già possiedono processi rapidi ed efficienti che funzionano normalmente in ambiente virtuale. È qualcosa che già sta avvenendo, come dimostrano le varie partnership che si stanno costruendo sul mercato tra banche e piattaforme. Questo movimento contribuirà a creare processi remoti che consentiranno di trasferire i fondi all’economia reale rapidamente e con efficacia grazie a soluzioni basate su tecnologie e infrastrutture digitali che, in questo momento di emergenza, rappresentano un vero valore aggiunto».

A cura di: Laura Magna

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.