Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Estate difficile per il mercato auto

Con un prestito personale è possibile finanziare l'acquisto di un'auto nuova, usata o a chilometri zero. I clienti ne possono fare richiesta e poi possono direttamente rivolgersi alla concessionaria. L'importo medio di un prestito auto usata è di 9.208 euro; per un’auto nuova è di 14.556 euro.

Pubblicato il 03/09/2021
Mercato auto in caduta ad agosto, bene le elettriche

Nessun passo in avanti per il mercato dell’auto. Anche il mese di agosto ha registrato una nuova caduta con sole 64.689 immatricolazioni di veicoli nuovi. Lo denuncia l’Unrae, Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri, che evidenzia una perdita del 27,3% rispetto al mese di agosto dello scorso anno. Ad agosto 2020, infatti, le unità vendute ammontavano a ben 88.973.

A piazzarsi in alto alla classifica per il maggior numero di auto immatricolate ad agosto sono le regioni del Nord Est. A dare manforte a tale ‘graduatoria’ c’è anche il noleggio, che continua a registrare un certo riscontro in queste porzioni di territorio. Centro, Sud e isole recuperano intanto terreno.

Oggi finanziare l’acquisto di un’auto con un prestito personale non richiede particolari garanzie. I clienti possono far richiesta del finanziamento e poi successivamente recarsi dal rivenditore per l’acquisto del veicolo. I prestiti auto sono tra i più gettonati nel mercato dei finanziamenti; quelli finalizzati all’acquisto di un veicolo usato si piazzano al secondo posto dopo quelli richiesti per ottenere liquidità.

Secondo l’Osservatorio di PrestitiOnline.it l’importo medio di un prestito auto usata è di 9.208 euro, mentre per un’auto nuova o a km zero è di 14.556 euro. L’età media dei richiedenti è invece di 43 anni per un veicolo nuovo e di 40 anni per una macchina usata. La durata scelta da chi richiede un finanziamento auto nuova, usata o km zero è pari a 60 mesi.

Vuoi comprare l'auto dei tuoi sogni con un prestito? fai un preventivo

È boom di auto ibride

A presentare il segno meno nel mese di agosto sono soprattutto le vetture a benzina e diesel. Crescono, invece, sul fronte delle alimentazioni, i veicoli a Gpl. A premere il piede sull’acceleratore continuano comunque ad essere le elettriche, grazie anche agli incentivi. Dai dati raccolti dall’Unrae una macchina su tre immatricolata ad agosto è ibrida.

E se da un lato crossover e fuoristrada continuano ad essere tra i veicoli più gettonati sul mercato dell’auto, coprendo quasi la metà di tale comparto, le berline e le station wagon perdono, invece, punti. Chi acquista un’auto ibrida sa bene di beneficiare di un maggior risparmio sui costi del bollo auto e dell’assicurazione. Il premio assicurativo di un veicolo ibrido è infatti più basso rispetto a quello che normalmente si paga per un mezzo a benzina o a diesel. Il costo della polizza auto viene calcolato, di fatto, in base anche al tipo di alimentazione.

Fondo automotive

I dati poco rassicuranti, relativi al mese di agosto e riguardanti il mercato dell’auto, spingono l’Unrae a lanciare un vero e proprio grido d’allarme dovuto all’esaurimento dell’Ecobonus stanziato dal Decreto Legge Sostegni Bis a sostegno delle auto elettriche, ibride e plug-in n con emissioni 0-60 g/Km CO2. Sul banco degli imputati vi finisce anche l’Extrabonus che è fermo. Una situazione che, a detta dell’Unrae, può frenare lo svecchiamento necessario del parco circolante italiano, ormai obsoleto. Da qui la richiesta affinché ci sia un rifinanziamento dell’Ecobonus per le fasce 0-20 e 21-60 g/Km CO2.

Il Decreto Sostegni Bis ha rifinanziato il fondo automotive per consentire ai consumatori di optare per veicoli a basse emissioni di CO2. E fortunatamente negli ultimi 8 mesi, secondo i dati diffusi da Unrae, le emissioni medie di anidride carbonica sono calate del 10,1% a 122,7 g/Km. Un passo in avanti importante rispetto ai 136,6 g/Km nel periodo gennaio-agosto 2020. Gli incentivi hanno portato a un aumento delle vetture della fascia 61-135 g/Km. Stabili le fasce 0-20 e 21-60 g/Km. La misura è nata, infatti, proprio per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria e dell’ambiente. Promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestito da Invitalia, l’Agenzia per lo Sviluppo, l’Ecobonus è un provvedimento a favore dell’ecosostenibilità.

A partire da inizio mese è stato possibile prenotare gli incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2, con e senza rottamazione, mentre dal 5 agosto possono essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali. La normativa non prevede un limite massimo di prenotazioni per ciascun acquirente di contributi per i veicoli M1, N1 e M1 speciali.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.