Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Equitalia: nuova sospensione dei pagamenti per Covid19

Nuova proroga per notifiche, rate e pignoramenti. I contribuenti tirano un sospiro di sollievo per la sospensione delle cartelle fino al 31 dicembre. Il Governo punta a favorire una maggiore espansione fiscale e una maggiore sicurezza e stabilità economica al Paese.

Pubblicato il 21/10/2020

Novità sul fronte economico. E c’è chi tira un sospiro di sollievo data la forte crisi causata dall’emergenza coronavirus. È stato approvato un decreto-legge che introduce nuove disposizioni in materia di riscossione esattoriale: è stata disposta, infatti, fino al 31 dicembre 2020 la proroga della sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle di pagamento, del pagamento delle cartelle precedentemente inviate e degli altri atti dell’Agente della Riscossione.

Allo stesso tempo, si proroga al 31 dicembre anche il periodo durante il quale si decade dalla rateizzazione con il mancato pagamento di 10 rate, anziché 5. Il Consiglio dei Ministri fa sapere in una nota che per permettere uno smaltimento graduale delle cartelle di pagamento che si sono accumulate, alle quali si aggiungeranno quelle dei ruoli che gli enti consegneranno fino al termine della sospensione, è inoltre previsto il differimento di 12 mesi del termine entro il quale avviare alla notifica le cartelle.

Questo disegno di legge favorisce una concreta espansione fiscale e presenta al suo interno provvedimenti importanti ai fini di tutelare la salute dei cittadini e di garantire maggiore sicurezza e stabilità economica al Paese.

Tra i punti principali del provvedimento c’è il taglio del cuneo per i redditi sopra i 28.000 euro che viene portato a regime con 1,8 miliardi di euro aggiuntivi, per uno stanziamento annuale totale di 7 miliardi. Vengono, inoltre, stanziati 8 miliardi di euro annui a regime per la riforma fiscale, che comprende l’assegno unico, e vengono azzerati per tre anni i contributi per le assunzioni degli under 35 a carico delle imprese operanti su tutto il territorio nazionale.

Tra le misure a sostegno dell’economia c’è l’istituzione di un fondo da 4 miliardi di euro a sostegno dei settori maggiormente colpiti durante l’emergenza Covid-19. Viene prorogata anche la moratoria sui mutui e la possibilità di accedere alle garanzie pubbliche fornite dal Fondo Garanzia PMI e da SACE. Previsto un sostegno aggiuntivo alle attività di internazionalizzazione delle imprese, con uno stanziamento di 1,5 miliardi di euro.

Vengono prorogate le misure a sostegno della ripatrimonializzazione delle piccole e medie imprese e vengono finanziate altre settimane di Cig Covid con lo stesso meccanismo che prevede la gratuità della Cassa per chi ha registrato perdite oltre una certa soglia. Prorogate ancora - nel disegno di legge recante il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e il bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023 - le misure Ape Social e Opzione Donna.

I benefici della Rottamazione-ter

Con il Decreto Rilancio è stata già assicurata una maggiore flessibilità nei pagamenti delle rate in scadenza 2020 nell’ambito della “Rottamazione-ter”. Al momento non risultano, infatti, cambiamenti su tale fronte. Il termine è fissato sempre per dicembre prossimo.

Per chi risulta in regola con il pagamento delle rate scadute nell’anno 2019 – fa sapere l’Agenzia delle Entrate -  il mancato, insufficiente o tardivo pagamento alle relative scadenze da corrispondere nell’anno 2020 non determina la perdita dei benefici delle misure agevolate, se il debitore effettuerà l’intero versamento entro il 10 dicembre 2020.

Non ci sono i 5 giorni di tolleranza per il pagamento oltre questo termine ultimo di scadenza. Se, infatti, il versamento viene fatto oltre il termine di scadenza, messo in calendario per il 10 dicembre 2020, la misura agevolativa non si perfezionerà e i pagamenti ricevuti saranno valutati a titolo di acconto sulle somme dovute in totale.

Nell’ambito della “Rottamazione-ter”, se il piano dei pagamenti risulta in regola, non si darà seguito alle procedure esecutive già avviate, né si avvieranno nuove procedute cautelari o esecutive. Resteranno, però, attivi i fermi amministrativi e le ipoteche già iscritte alla data di presentazione della domanda.

La legge prevede, inoltre, che vengano sospesi i termini di prescrizione e decadenza dei carichi inseriti nella domanda, così come gli obblighi di pagamento derivanti da precedenti rateizzazioni.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.