Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

CRIF: domanda di credito in discesa a febbraio

In febbraio le famiglie sono tornate a chiedere finanziamenti finalizzati, aumentati del 6,7 pct annuo. Per contro, i prestiti personali hanno continuato il trend negativo segnando un -24,8 pct. È quanto rivela una ricerca di CRIF. Nel 2021 è attesa la ripartenza del credito in generale.

Pubblicato il 22/03/2021

Il mercato dei prestiti continua a risentire degli effetti della pandemia, sia per quanto riguarda le capacità di reddito delle famiglie, sia per le attese che queste hanno circa l’economia. Febbraio, infatti, conferma il trend in discesa delle richieste di credito già evidenziato in gennaio, in continuità con quanto visto nell’ultima parte dello scorso anno.

È quanto emerge dalla più recente ricerca di CRIF che, nello specifico, rivela che la componente dei mutui immobiliari fa segnare un -3%, seppur in lieve risalita rispetto al mese precedente, mentre l’aggregato dei prestiti, nel complesso personali più i finalizzati, vede un calo dell’8,3% rispetto al corrispondente mese del 2020.

Dinamica ancora positiva per le surroghe

Degno di particolare attenzione, secondo l’analisi, è l’andamento negativo registrato dalle richieste di mutuo, malgrado questo comparto benefici ancora della dinamica positiva di surroghe e sostituzioni, sostenute a loro volta da condizioni che rendono vantaggiosa la rinegoziazione di contratti anche di recente stipula.

Rinegoziazioni, come segnala l’EBA, avviate dai mutuatari che cercano di sfruttare il momento favorevole offerto dai bassi tassi d’interesse. CRIF stima per il 2021 una ulteriore frenata che, a seconda delle restrizioni che si renderanno necessarie per contenere la pandemia, potrebbe determinare una riduzione della domanda compresa in una forchetta tra -4% e -7% rispetto al 2020.

Si allunga la durata dei mutui

Per contro continuano a crescere sia l’orientamento degli italiani verso piani di rimborso più lunghi, con il 79,3% delle richieste che prevede una durata superiore ai 15 anni, sia l’importo medio richiesto (+2,6% a febbraio) che si è attestato a 136.826 euro.

Nel complesso, il 70,9% delle richieste presenta un valore inferiore ai 150mila euro. Il progressivo allungamento dei piani di ammortamento dei mutui è rilevato anche dal confronto dei più recenti Osservatori mutui di MutuiOnline.it: lo scorso febbraio la quota delle richieste per un prestito superiore ai 30 anni era pari al 2,2% (1,9% nel 2020 e 1,4% nel 2019) e quella per uno di 26-30 anni era pari al 28,2% (rispettivamente 26% e 24,8%).

Più finanziamenti finalizzati, gelata per i prestiti personali

Primi segnali di ripartenza arrivano dalla crescente propensione a far fronte a nuove spese con il sostegno di un finanziamento: in febbraio le famiglie sono tornate a chiedere finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni e servizi, che nel mese fanno registrare un +6,7% annuo. Al contrario, i prestiti personali continuano il trend negativo segnando un pesante -24,8%.

Se da una parte c’è voglia di spendere, dall’altra – commenta Simone Capecchi, executive director di CRIF - la perdurante incertezza riguardo i tempi di ritorno a una situazione di normalità, acuita anche dall’instabilità dello scenario politico vista in febbraio, frena le decisioni degli italiani anche sulla domanda di credito.

Per il 2021 è attesa la ripartenza del credito

Malgrado questo, per quanto riguarda il credito al consumo il numero di richieste è stimato per quest’anno in crescita tra il +7% e il +12%, sempre che – precisa la ricerca - non intervengano ulteriori shock a frenare gli orientamenti delle famiglie.

I prestiti personali, che ancora non hanno evidenziato un rimbalzo dopo la fine del lockdown, vengono previsti in aumento tra il +10 e il +20%. Un’ulteriore evidenza della ricerca è l’importo medio dei finanziamenti chiesti che, per l’aggregato, in febbraio si è attestato a 10.021 euro, in crescita dell’1,1% annuo. Nel dettaglio: per i prestiti finalizzati l’importo medio è stato di 7.841 euro e quello dei prestiti personali di 13.422 euro.

A cura di: Fernando Mancini

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.