Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Coronavirus, liquidità per le imprese e sostegno all’export

Pubblicato il 09/04/2020

Più di 400 miliardi di euro di prestiti garantiti. Il decreto, approvato lo scorso 6 aprile, è stato definito dal ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, come un vero e proprio bazooka di liquidità. Parliamo di 200 miliardi di prestiti garantiti dallo Stato fino al 90% per tutte le imprese, di 200 miliardi di garanzie per l’export, potenziamento e semplificazione del Fondo centrale di garanzia per le Pmi, le partite Iva con prestiti garantiti fino al 100%.

"Un intervento senza precedenti a sostegno del sistema produttivo italiano", ha detto il ministro Gualtieri che ha poi aggiunto: "Questo intervento non solo punta a difendere e preservare l’intelaiatura industriale del Paese dalle conseguenze economiche del Coronavirus, ma aiuterà le aziende, gli imprenditori, i lavoratori a ripartire. Lo Stato è vicino alle imprese e se ne prende cura".

In queste settimane, non solo l’Italia, ma il mondo intero sta vivendo un momento tragico; un’emergenza che, dopo la fine della seconda guerra mondiale, non si era mai verificata. Una minaccia per la salute delle persone e per le finanze. Il decreto, varato lo scorso 6 aprile, è frutto di questa situazione. Nuove misure per cercare di far fronte ad un evento straordinario.

Le Garanzie di Stato attraverso Sace

Le misure prevedono - fa sapere il Ministero dell’Economia e delle Finanze in una nota - garanzie da parte dello Stato per 200 miliardi, concesse attraverso Sace in favore di banche che effettuino finanziamenti alle imprese di ogni dimensione. In particolare, la garanzia coprirà tra il 70% e il 90% dell’importo finanziato, a seconda delle dimensioni dell’impresa, ed è subordinata ad una serie di condizioni, tra le quali l’impossibilità di distribuzione dei dividendi da parte dell’impresa beneficiaria per i successivi dodici mesi e la necessaria destinazione del finanziamento per sostenere spese ad attività produttive localizzate in Italia.

Fondo di Garanzia potenziato per le Pmi

Potenziato il Fondo di Garanzia per le Pmi. Risultano ammessi al Fondo con copertura al 100%, e senza procedura di valutazione, i nuovi finanziamenti di durata massima di 6 anni a favore di Pmi e piccoli professionisti, per un importo massimo di 25.000 euro e comunque non superiore al 25% dei ricavi del beneficiario; il rimborso del capitale non decorre prima di 18 mesi dall’erogazione del prestito.

Il Fondo – fa sapere il Mef - può ora concedere garanzie a titolo gratuito fino ad un importo massimo di 5 milioni di euro anche alle imprese con numero di dipendenti inferiore a 499. La garanzia del fondo stesso è pari al 90% dell’importo. 

Per il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, sono state adottate in questo periodo di emergenza misure fiscali importanti che prevedono sospensioni di vari pagamenti e contributi per i mesi di aprile e maggio. Il premier annuncia anche che è stato potenziato lo strumento, noto come golden power ,ai fini di monitorare operazioni societarie in vari settori.

Supporto all’export

Con l’ultimo decreto è stato potenziato anche il sostegno pubblico all’esportazione: è stato infatti introdotto, così come spiega una nota del Mef, un sistema di coassicurazione in base al quale gli impegni derivanti dall’attività assicurativa di Sace sono assunti dallo Stato per il 90% e dalla stessa società per il restante 10%, liberando in questo modo fino a ulteriori 200 miliardi di risorse da destinare al potenziamento dell’export.

Confesercenti: passi in avanti ma occorre fare di più

“Le misure annunciate dal Governo per favorire la liquidità vitale al sistema produttivo rappresentano un passo in avanti e vanno ad aggiungersi al decreto Cura Italia - commenta Confesercenti - ma occorre fare di più perché il Paese è in profonda sofferenza. Ad esempio, manca un provvedimento che permetta di recuperare il reddito di impresa perduto e che, a nostro avviso, potrebbe essere direttamente collegato alla restituzione del nuovo credito ricevuto. È fondamentale, inoltre, che l’intero corpo degli aiuti finora messi in campo sia immediatamente operativo, perché finora le imprese non sanno ancora come ottenere quanto promesso. Tempestività, chiarezza ed efficienza sono indispensabili in questo momento delicatissimo, diversamente, come ha preannunciato l’Istat, le conseguenze sarebbero disastrose”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Confconsumatori secondo cui bisogna fare di più per aiutare i consumatori italiani. Così come approfondito nella news "Confconsumatori: Covid19, misure economiche insufficienti", per il sodalizio è necessario mettere a segno ulteriori sforzi per le famiglie italiane.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.