Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Come chiedere la Cessione del Quinto

Cosa si intende e e come accedere a un finanziamento con la formula della Cessione del Quinto? I tassi sono sempre più concorrenziali e la procedura di richiesta è piuttosto semplice, visto che la rata verrà trattenuta dallo stipendio o dalla pensione.

Pubblicato il 09/03/2021

Aggiornato il 25/03/2021

come richiedere la cessione del quinto

Se ne sente parlare sempre più spesso, ma molte persone non sanno ancora cosa sia. La Cessione del Quinto è una forma di prestito non finalizzato, espressione che indica che non viene richiesta una motivazione alla richiesta di accesso al credito. È una soluzione dedicata esclusivamente ai lavoratori del settore pubblico e privato, e ai pensionati.

Permette di ottenere un finanziamento con accesso semplificato e agevolato, grazie alla modalità di rientro del debito che viene restituito mensilmente attraverso un prelievo diretto sullo stipendio, o sul rateo della pensione, fino a un massimo di un quinto del valore.

Questo consente a chi lavora o è pensionato di avere l’opportunità di avere maggiori possibilità di ottenere liquidità in tempi brevi, e gli istituti finanziari sono garantiti dalla presenza di una busta paga o di un cedolino della pensione, che conferma la solvibilità del richiedente, oltre al fatto che il meccanismo di prelievo mensile è automatico e non dipende dal debitore: sarà il datore di lavoro o l’Ente previdenziale a trattenere la rata che poi sarà versata all’istituto finanziatore.

In quest’articolo approfondiamo l’iter che è necessario avviare per chiedere un prestito con la Cessione del Quinto.

Criteri di valutazione per la concessione di un prestito con CdQ

Come già accennato in precedenza, il prestito con Cessione del Quinto viene concesso esclusivamente ai lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato, e ai pensionati, a patto che essi percepiscano un rateo di pensione superiore al minimo che è stabilito per legge.

Gli istituti di credito, però, non si accontentano solo di verificare la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Essi verificano anche la solvibilità dell’impresa presso la quale si lavora, attraverso l’analisi del capitale sociale, del numero dei dipendenti assunti, e altri parametri che sono stabiliti di volta in volta e secondo la singola situazione.

Documenti da presentare

Per chiedere l’accesso a un finanziamento attraverso la formula della Cessione del Quinto, è necessario individuare un istituto di credito che conceda questo tipo di prestito, e chiedere quindi un preventivo.

La documentazione da presentare alla banca è la seguente:

  • Codice fiscale del richiedente
  • Documento di identità in corso di validità
  • Certificazione Unica
  • Documentazione reddituale: per i lavoratori dipendenti la busta paga, per i pensionati il cedolino della pensione

La banca valuterà l’entità della somma richiesta, e in base al reddito, alla sostenibilità finanziaria dell’azienda, e ad altri parametri, giudicherà la possibilità di concedere o meno il prestito, oppure proporrà una somma minore rispetto a quella richiesta.

ATTENZIONE: per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, è necessario anche richiedere al datore di lavoro il benestare alla richiesta del finanziamento, perché le rate saranno versate direttamente dall’impresa presso la quale si lavora. Ottenuto il parere favorevole da parte della banca, il lavoratore dovrà firmare una delega al datore di lavoro, che con questo documento potrà procedere al prelievo mensile della rata da versare al finanziatore. Anche se il datore di lavoro è tenuto ad aderire alla Cessione del Quinto come formula di finanziamento richiedibile dai propri dipendenti, non è tenuto per legge ad accettare la delega di pagamento.

Quanto si può chiedere un prestito con la Cessione del Quinto

La somma che può essere concessa con questo tipo di formula dipende dai fattori reddituali del richiedente, dall’importo dello stipendio o della pensione, tenendo però presente che il tetto massimo erogabile è fissato in 75.000 euro e il periodo  massimo per la restituzione è pari a 120 mesi.

A cura di: Emilia Urso Anfuso

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.