Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Tutti i bonus congelati da Draghi

Il governo Conte sarà ricordato per i numerosi bonus elargiti durante l’anno nero dell’economia italiana. Ma da poco insediato, il governo Draghi ne ha già congelati,  in segno di discontinuità, buona parte. Secondo il nuovo premier sono un ulteriore spreco di soldi per le casse dello Stato. 

Pubblicato il 08/03/2021

Il governo Conte sarà ricordato per i numerosi bonus elargiti durante l’anno nero dell’economia italiana, quello della pandemia. Ma, da poco insediato, il governo Draghi ne ha già congelati, in segno di discontinuità, buona parte.

Secondo il nuovo premier i nuovi bonus non riescono a tamponare l’enorme pressione fiscale che grava sulle spalle dei lavoratori italiani. Sono piuttosto un ulteriore spreco di soldi per le casse dello Stato. Per ora, aspettando la riforma del Fisco, i bonus rimangono quindi tutti congelati in attesa che il nuovo esecutivo deliberi in merito ed emani i decreti attuativi.

Probabilmente anche per i bonus confermati, i cittadini dovranno aspettare molto prima di poterne usufruire. Ma quali sono in concreto i bonus più a rischio?

Congelati pc e tablet

Tra i bonus sospesi dal governo Draghi, di cui al momento si prospetta la cancellazione definitiva, rientrano il bonus PC e Tablet.  Il governo Conte bis aveva deliberato, nella Legge di Bilancio 2021, per il rinnovo di questo bonus attualmente congelato.

Questa agevolazione, rivolta alle famiglie con Isee inferiore ai 20mila euro l’anno, consiste in un voucher di 500 euro, da spendere per l’acquisto di un PC o Tablet e per affrontare le spese di attivazione e del canone Internet. Secondo la legge può essere erogato un solo bonus per nucleo familiare, purché il richiedente possegga determinati requisiti oltre quello ISEE.

Prima di tutto il beneficiario non deve essere intestatario di alcun contratto Internet o deve avere un contratto per una connessione inferiore a 30 Mbit/s in download e 15 Mbit/s in upload. Il bonus può essere usato sia per chiudere un nuovo contratto, sia per potenziare la connessione esistente, con lo stesso operatore o con uno nuovo.

Addio Smartphone

Altro bonus da dimenticare è il bonus smartphone. Questa agevolazione, senza precedenti, avrebbe dovuto essere introdotta proprio quest’anno, dopo l’approvazione della Legge di Bilancio 2021 e l’emanazione di un decreto apposito.

Nel concreto prevedeva un cellulare in comodato d’uso gratuito per un anno; una sorta di cellulare di Stato. I requisiti, descritti dalla Legge di Bilancio 2021 per beneficiarne, consistevano prima di tutto in un reddito ISEE che non superasse 20.000 euro l'anno. Il bonus, inoltre, era destinato esclusivamente ad un solo membro del nucleo familiare, che frequentasse la scuola superiore o l’università.

Il bonus occhiali e il bonus rubinetti

Da dimenticare anche il bonus occhiali, di cui avrebbero dovuto beneficiare i nuclei familiari con un ISEE sotto i 10.000 euro: si tratta di un voucher di 50 euro per coprire le spese di acquisto di lenti a contatto e occhiali da vista.

Quanto al bonus rubinetti, detto anche bonus idrico, avrebbe dovuto finanziare il cambio di sanitari, offrendo il 50% di sconto sull’acquisto e l’installazione. Il rimborso non superava però come massimo erogato, 500 euro per le abitazioni e 2.500 euro per le attività commerciali.

Addio Cashback di Stato

Sempre più concreta la possibilità che il rimborso del 10% sia cancellato o cambi forma. Due le possibilità attualmente allo studio del MEF: tagliare le risorse per il 2022, mandando quindi “in pensione” il cashback in anticipo; eliminare il super cashback, il premio di 1.500 euro su base semestrale per i primi 100.000 cittadini che effettuano il maggior numero di transazioni elettroniche presso negozi fisici.

A cura di: Sofia Fraschini

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.