Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Cessione del quinto: come capire qual è la più adatta?

Oggi richiedere un prestito con cessione del quinto conviene grazie ai tassi ai minimi storici. Prima di firmare il contratto è sempre bene confrontare le offerte proposte dalle banche e concentrarsi su tutte le voci relative ai costi. Occhio in particolare al Taeg.

Pubblicato il 18/11/2021
Come scegliere i prestiti con cessione del quinto

Un prestito "cucito su misura". Un finanziamento semplice, flessibile e certo. La cessione del quinto è un prestito garantito dalla presenza di una busta paga o di una pensione. I destinatari sono sia dipendenti, pubblici, statali e privati, sia pensionati. La durata massima di questo finanziamento è di 10 anni. Chi opta per questa soluzione di credito può beneficiare di un finanziamento a tasso fisso e a rate costanti. I richiedenti non devono presentare preventivi di spesa: la cessione del quinto rientra, infatti, nella categoria dei prestiti non finalizzati. Il capitale ottenuto in prestito non è vincolato all’acquisto di uno specifico bene o servizio.

La rata di un prestito con cessione del quinto è fissa e non supera un quinto dello stipendio o della pensione. Rispetto agli altri prestiti, in questi casi ad occuparsi del rimborso è il datore di lavoro o l’ente pensionistico. La trattenuta avviene direttamente sullo stipendio o sul cedolino della pensione.

Chi ha già altri finanziamenti in corso, può comunque ricorrere alla cessione del quinto. Non vengono, infatti, richieste garanzie aggiuntive. È importante soltanto dimostrare di avere un contratto di lavoro o di percepire una pensione. Va poi sottoscritta un’assicurazione per legge che, in caso di perdita di lavoro o morte, possa rimborsare l’istituto di credito della somma ancora dovuta. Anche chi ha avuto problemi in passato, come un cattivo pagatore, può far richiesta di un prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

I documenti da presentare sono quelli personali e quelli reddituali: carta d’identità e codice fiscale, ultima busta paga e certificato di stipendio o attestato di servizio se si è lavoratori dipendenti; ultimo cedolino della pensione e ultima CU o ultimo modello OBIS/M se si è pensionati.

Scopri la convenienza della cessione del quinto fai subito un preventivo

Come scegliere la cessione del quinto?

Oggi, complici i tassi di interesse convenienti, la cessione del quinto è una soluzione più vantaggiosa rispetto ai prestiti personali. Secondo l’Osservatorio di PrestitiOnline.it, infatti, la cessione del quinto per un pensionato presenta attualmente un tasso medio del 3,76%. Il tasso è pari al 4,82% per i dipendenti privati e al 2,72% per quelli pubblici.

Ma come scegliere la cessione del quinto più adatta a noi? Per capire qual è il prodotto più idoneo alle nostre esigenze è sempre bene confrontare le proposte presenti sul mercato. Soltanto attraverso la valutazione di più finanziamenti si può trovare l’offerta migliore per sé.

Su PrestitiOnline.it, ad esempio, si possono confrontare gratuitamente le migliori cessioni per dipendenti pubblici del giorno e scegliere il finanziamento che più si addice alle rispettive necessità. La procedura è semplice e snella. Restituire la somma finanziata è un gioco da ragazzi: non ci sono scadenze. Il pagamento avviene in maniera automatica e la quota viene trattenuta direttamente dallo stipendio.

È sempre bene prendere in considerazione il foglio informativo dei prestiti e concentrarsi su tutte le voci relative ai costi. L’attenzione deve essere focalizzata in particolare sul Taeg, che indica il costo totale del prestito. Il Tasso Annuo Effettivo Globale comprende il Tan (Tasso annuo nominale) e le spese di istruttoria, le spese di apertura pratica, le spese di incasso delle rate e le spese assicurative obbligatorie. L’assicurazione rischio vita/impiego è indispensabile, infatti, nel caso di cessione del quinto perché tutela l’istituto di credito da eventi che possano compromettere la solvibilità del cliente. È il caso di una morte improvvisa o della perdita del posto di lavoro.

Un altro consiglio importante è quello di leggere con attenzione tutte le condizioni economiche presenti nel contratto, che va sempre visionato per bene prima della firma. I clienti possono comunque esercitare il diritto di recesso entro due settimane dalla stipula.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.