Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Bonus stagionali, via ai pagamenti

Già partita la "distribuzione" delle nuove indennità da 1.600 euro, che saranno accreditate direttamente sul conto corrente di chi ha percepito l'assegno del primo decreto. I nuovi richiedenti, invece, avranno tempo per presentare la domanda fino alla fine di luglio.

Pubblicato il 16/06/2021
Bonus lavoratori stagionali previsti dal Decreto Sostegni Bis

Dal turismo alla pesca, dallo sport, allo spettacolo. Sono diversi i settori interessati dai nuovi bonus introdotti dal Decreto Sostegni bis. Una serie di misure che arrivano fino a 2.400 euro e che dovrebbero aiutare i lavoratori in difficoltà che già erano stati supportati con il primo Decreto Sostegni.

E ci sarà spazio anche per i nuovi richiedenti, che avranno tempo per presentare la domanda fino alla fine di luglio. Rispetto alla prima versione del decreto, il nuovo Dl Sostegni ha previsto qualche new entry a livello di categoria.

Di fatto si tratta di una proroga per i lavoratori “stagionali” che, causa Covid, sono rimasti senza lavoro per lo stop di numerose attività (soprattutto legate alla socialità). Il sostegno, però, è inferiore a quello del primo decreto: 1.600 euro una tantum contro i precedenti 2.400 euro. Le indennità previste dal decreto Sostegni non sono tra loro cumulabili, fatta eccezione per l’assegno ordinario di invalidità di cui alla legge 12 giugno 1984, n. 222. Inoltre, non sono assoggettate a tassazione. Per quanto riguarda i pagamenti, chi aveva già ottenuto le indennità con il primo decreto si vedrà accreditare il nuovo bonus direttamente sul proprio conto corrente (i pagamenti dovrebbero essere iniziati il 15 giugno).

La platea

Tra i beneficiari rientrano diverse figure professionali: i lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, compresi i lavoratori in somministrazione, che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro tra il 2019 e l'entrata in vigore delle nuove agevolazioni e che nello stesso periodo abbiano lavorato almeno per 30 giorni (gli eventuali beneficari non dovranno essere "titolari" di ammortizzatori sociali, come la Naspi, né essere percettori di una pensione o di altre forme di reddito).

Rientrano poi i lavoratori dipendenti stagionali e lavoratori in somministrazione appartenenti ad altri settori che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro sempre tra il 2019 e l'entrata in vigore del decreto e che nello stesso periodo abbiano lavorato per almeno 30 giorni; gli incaricati alle vendite a domicilio iscritti alla gestione separata, con reddito nel 2019 derivante dalle medesime attività superiore a 5mila euro e titolari di partita Iva attiva e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; i lavoratori intermittenti che abbiano lavorato per almeno 30 giorni tra il 2019 e la data di entrata in vigore del decreto.

Infine, i lavoratori autonomi occasionali, senza partita Iva, che non sono iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie e che, sempre tra il 2019 e l'entrata in vigore delle nuove agevolazioni, siano stati contrattualizzati per lavori autonomi e occasionali. Inoltre, affinché possano beneficiare dell'indennità, i lavoratori autonomi dovranno rispettare anche altre condizioni: in primis non dovranno essere titolari di un contratto successivamente all'entrata in vigore del decreto, e poi dovranno essere iscritti alla gestione separata.

Tra novità e conferme

Tra le conferme del DL Sostegni Bis c’è il "supporto" ai collaboratori sportivi. La società Sport e Salute S.p.A. erogherà un’indennità ai lavoratori impiegati che collaborano con il CONI (Comitato Olimpico Nazionale), il CIP (Comitato Italiano Paraolimpico).

Il bonus sarà pari a 800 euro per chi guadagnava meno di 4mila euro l’anno, a 1.600 euro per chi aveva uno stipendio tra 4mila e 10mila euro, e di 2.400 euro per chi percepiva compensi superiori ai 10mila euro.

Potranno beneficiare dell'indennità da 2.400 euro anche i lavoratori dello spettacolo, purché risultino iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo. Il Decresto Sostegni Bis, inoltre, ha introdotto una novità, prevedendo delle indennità anche per il mondo agricolo. Nello specifico, gli operatori che nel 2020 hanno lavorato per almeno 50 giorni con un contratto a tempo determinato avranno diritto a percepire un assegno di 800 euro. Infine, per i pescatori autonomi, non pensionati, è stata prevista una indennità una tantum di 950 euro.

A cura di: Gabriele Petrucciani

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.