Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Bonus Rottamazione tv: cos'è e a chi si rivolge?

Il bonus rottamazione tv è uno sconto del 20 per cento sul prezzo d’acquisto di un nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro. Tale bonus è cumulabile con il vecchio incentivo per l’acquisto di un televisore o decoder. Il Bonus Tv Decoder rimane, infatti, in vigore.

Pubblicato il 18/08/2021

Aggiornato il 12/10/2021

Come funziona il bonus rottamazione TV

Sarà operativo dal 23 agosto e consentirà ai cittadini di acquistare televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terrestre DVB-T2 - HEVC MAIN 10. Si tratta del bonus rottamazione tv, agevolazione destinata a coloro che rottamano un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, data in cui è entrato in vigore lo standard di codifica HEVC MAIN 10. A comunicare la data del ‘taglio del nastro’ è il Ministero dello Sviluppo Economico.

Il bonus rottamazione tv nasce per mettere all’angolo apparecchi televisivi vecchi e obsoleti, mediante uno smaltimento corretto di questi dispositivi elettronici. Si tratta, dunque, di una misura volta soprattutto a tutelare l’ambiente. In totale le risorse stanziate ammontano a circa 100 milioni di euro. Si potrà beneficiare dell’incentivo fino al 31 dicembre 2022 o comunque fino al termine delle risorse stanziate.

Come funziona il bonus rottamazione TV

Il bonus rottamazione tv è uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto di un nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro. Secondo quanto stabilito dal Ministero dello Sviluppo Economico questa agevolazione è cumulabile con il vecchio incentivo per l’acquisto di un televisore o decoder, ossia il Bonus Tv Decoder, che rimane infatti in vigore.

Con il nuovo decreto, il Bonus TV-Decoder avrà, però, un valore di 30 euro rispetto al precedente valore di 50 euro. Lo sconto di 50 euro verrà applicato fino alla data di piena operatività del nuovo bonus rottamazione TV. I cittadini che hanno diritto ad entrambi i bonus possono usarli per l’acquisto di due apparecchi differenti.

Il primo passo da fare per procedere alla rottamazione è scaricare e poi compilare il modulo di autodichiarazione. Nel documento bisognerà dichiarare che il televisore rottamato è stato comprato prima del 22 dicembre 2018 e che è stato smaltito correttamente.

La rottamazione della tv può essere effettuata direttamente nei negozi che hanno aderito all’iniziativa e presso i quali verrà acquistato il nuovo televisore e consegnato quello ormai vecchio. Sarà il rivenditore a occuparsi, infatti, dello smaltimento del televisore ormai obsoleto, mediante un credito fiscale che equivale allo sconto dato al cliente.

C’è anche una strada alternativa che consiste nel portare il televisore vecchio in un’isola ecologica prima di acquistare la nuova tv. In tali casi è l’addetto dell’isola ecologica autorizzata ad approvare il modulo. In che modo? Verrà messo un timbro sul modulo di conferimento che il cittadino porterà al momento della consegna del vecchio televisore. Questo documento dovrà poi essere portato dall’acquirente nel punto vendita aderente all’iniziativa in modo da poter beneficare dello sconto per la nuova tv.

I destinatari del bonus rottamazione TV

A poter beneficiare del bonus rottamazione Tv potranno essere tutti i cittadini residenti in Italia. Non ci sono, infatti, limiti di ISEE come invece avviene per il bonus Tv-Decoder, dove la misura è destinata soltanto a chi appartiene a un nucleo familiare con un ISEE che non vada oltre i 20.000 euro.

Il bonus rottamazione Tv può essere concesso soltanto una volta in famiglia, in quanto viene destinato al soggetto che nel nucleo familiare è intestatario del canone di abbonamento RAI.

Per fruire della misura è necessario rispettare tre importanti requisiti:

  • Gli acquirenti devono essere residenti in Italia;
  • Gli acquirenti devono rottamare correttamente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018;
  • Gli acquirenti devono risultare in regola con il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione.

Quest’ultimo aspetto - fanno sapere dal Mise - non è valido per i cittadini di età pari o superiore a settantacinque anni, che sono esenti dal pagamento del canone. I dati dell’acquirente vengono inseriti su una piattaforma telematica affinché l’Agenzia delle Entrate possa effettuare verifiche, a campione, dei requisiti.

Il Bonus è valido unicamente per l’acquisto di apparecchiature presenti nell’elenco riportato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico e può essere usato anche per acquisti online se il negozio risulta avere punti vendita accreditati presso l’Agenzia delle Entrate.

A cura di: Tiziana Casciaro

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.