Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Auto: terzo aumento consecutivo delle vendite in ottobre

Le vendite di nuove auto in ottobre sono ammontate a 115.827 unità, in aumento del 14,56 per cento annuo. Al progresso, il terzo di seguito dopo ben 13 ribassi consecutivi, ha contribuito una base di calcolo bassa. Il bilancio dei primi dieci mesi resta ancora negativo: meno 13,81 per cento.

Pubblicato il 11/11/2022
flash mob: persone che compongono la figura di un'auto
Andamento delle immatricolazioni di nuove auto in ottobre

Il mercato dell’auto italiano ha finalmente trovato la strada della ripresa? Se lo chiedono gli addetti ai lavori, gli analisti e i concessionari, dopo che in ottobre le immatricolazioni di nuove vetture hanno messo a segno il terzo aumento consecutivo. Nel dettaglio, le vendite di nuove auto sono ammontate a 115.827 unità, vale a dire in rialzo del 14,56% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Senza dubbio, ha affermato Gianmarco Giorda, direttore di ANFIA (Associazione nazionale filiera industria automobilistica), il rialzo risulta condizionato dal confronto con un ottobre 2021 che aveva chiuso a -35,7%, il peggior risultato dello scorso anno, che già rifletteva a sua volta la crisi dei semiconduttori che frenava la produzione.

Lo spunto amplificato dalla presenza di fattori negativi

Eppure, anche se il saldo maturato tra gennaio e ottobre continua a viaggiare ampiamente su un terreno negativo (immatricolazioni in calo del 13,81% a 1,27 milioni di unità), l’incremento visto in ottobre è piuttosto ampio rispetto al +9,9% di agosto e il +5,4% di luglio (che chiudeva una striscia di ben tredici cali di seguito) e acquisisce maggiore calore se lo si considera alla luce dei venti di crisi che soffiano da più parti e all’elevata incertezza che si respira tra i consumatori.

Infatti, segnalano gli osservatori, l’accelerazione dell’inflazione, il rallentamento dell’economia, l’aumento dei tassi d’interesse e le preoccupazioni circa l’evoluzione della guerra in Ucraina tendono a condizionare non poco i progetti di spesa importanti delle famiglie italiane.

Acquista l'auto dei tuoi sogni con un prestito fai subito un preventivo

Attese 1,3 milioni di immatricolazioni per l’intero 2022

Infatti, secondo il Centro Studi Promotor, nonostante gli aumenti degli ultimi mesi, la situazione del mercato dell’auto non è per nulla serena, visto che denuncia ancora un ‘ritardo’ rispetto alle immatricolazioni dello stesso periodo del 2019 (ultimo anno al netto della pandemia) del 32,8%.

Se la serie positiva dovesse continuare anche in novembre e in dicembre, l’anno corrente si potrebbe chiudere con 1,3 milioni di immatricolazioni, vale a dire in calo del 10,8% tendenziale e del 32,2% rispetto al 2019. Si tratta di un livello, ha detto Gian Primo Quagliano, Presidente di Promotor, che è assolutamente insufficiente per soddisfare la domanda di sostituzione del parco circolante italiano che sfiora i 40 milioni di unità e che è tra i più vecchi d’Europa.

Il parco circolante diventa sempre più vecchio

Un problema, quello dell’anzianità del parco circolante, che nel corso del 2022 si è ulteriormente aggravato (con implicazioni sulla sicurezza, sui consumi e sull’inquinamento) a causa dello scarso interesse che gli automobilisti hanno dimostrato per gli incentivi all’acquisto di auto elettriche o con emissioni molto contenute.

Il mercato dell’auto del nostro Paese, secondo gli esperti, ha infatti toccato i livelli così bassi indicati per il prodursi di una tempesta perfetta che ha colpito sia la domanda per gli effetti del Covid e degli eventi negativi che l’hanno seguita, sia l’offerta che è stata fortemente penalizzata dalle difficoltà di reperimento di componenti essenziali per la costruzione di auto come i chip e altri dispositivi e materiali.

Le case produttrici più puntuali nelle consegne

Promotor si interroga sui motivi che hanno favorito la performance degli ultimi tre mesi e sulla possibilità che si stia delineando una inversione di tendenza. L’ipotesi più accreditata è che ci sia stato un allentarsi delle tensioni dal punto dell’offerta con una migliore capacità di soddisfare la domanda che, pur depressa, è da tempo superiore alle attuali possibilità di consegna con effetti molto negativi anche sulla sostituzione delle auto più vecchie, come risulta dal forte calo delle rottamazioni. Più difficile è stabilire se lo spunto rappresenti una inversione del trend che possa consentire al mercato di tornare in tempi ragionevoli a livelli normali, anche se prima bisognerà aspettare che vengano superati fattori interni e internazionali che frenano la domanda.

Acquista l'auto dei tuoi sogni con un prestito fai subito un preventivo
A cura di: Fernando Mancini

Scopri le offerte

prestiti personali Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
cessione del quinto Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.