Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Auto: sempre più centrale per gli italiani

La mobility dell’italiano cambia: 3 su 4 preferisce l’auto privata ai mezzi pubblici, cresce l’appeal per le elettriche e le ibride e il ricorso al finanziamento per acquistarle. C’è una maggiore ricerca di informazioni via web, ma la firma sempre in concessionaria.

Pubblicato il 17/05/2021
L'auto è diventata più centrale nella vita quotidiana degli italiani

L’impatto della pandemia sulla domanda di mobilità da parte degli italiani e sulla loro propensione all’acquisto di un’auto è stato notevole. La paura di essere contagiati è diventata prioritaria rispetto al ‘portafoglio’ familiare: ben tre cittadini su quattro preferiscono, infatti, usare l’auto di proprietà negli spostamenti abituali.

In questi ultimi dodici mesi, secondo quanto emerge dalla ricerca di Areté ‘A un anno dal lockdown, cosa è cambiato’, è aumentata la diffidenza verso i trasporti pubblici, oggi usati quasi esclusivamente da chi non può farne a meno o da chi non è ancora in possesso di un veicolo e si sta attivando al riguardo. L’auto si conferma il mezzo preferito: è indicata dal 75% (72% ad aprile 2020), seguono bicicletta (8%), moto e scooter (4%) e i mezzi in sharing (3%). Per contro, è crollata la quota di chi fa ricorso al servizio pubblico (quasi dimezzata, al 5% dal 9%).

Il successo annunciato di ibride ed elettriche

La nuova mobility, quella scaturita nel post Covid-19, è inoltre sempre più all’insegna della sostenibilità e si sposa – secondo lo studio - con un elevato appeal degli italiani per le vetture elettriche e ibride, per le quale l’interesse è del 67%. Tra queste ultime, cresce la quota delle plug-in, che raggiunge il 14%, ormai vicina al 18% delle e-car.

Come accennati, dietro questa preferenza ci sono l’attenzione all’ambiente e la riduzione delle emissioni (30%), nonché il risparmio sulle spese per il carburante (26%). L’opportunità di usufruire degli incentivi rappresenta una spinta decisiva solo per il 12% del campione, a conferma del fatto che a sceglierle sono soprattutto automobilisti con ampia disponibilità di spesa, pronti a comprare auto di brand premium.

Il ricorso al finanziamento è sempre più diffuso

Ci sono inoltre interessanti novità, anche di carattere strutturale, per quanto riguarda le formule alternative al pagamento in contanti: il finanziamento e il noleggio su tutte. Un cambiamento legato a due fattori: la crisi economica che sta incidendo sulle entrate delle famiglie e il fatto che gli investitori che scelgono il pagamento dilazionato sono consapevoli di trovare il favore dei bassi tassi d’interesse.

Su dieci italiani solo 2 si dicono intenzionati ad acquistare la prossima vettura in contanti: 6 lo faranno ricorrendo a un finanziamento e quasi 2 rivolgendosi al noleggio a lungo termine o al leasing, evitando così di immobilizzare ingenti capitali.

L'importo medio richiesto per una nuova auto

Un quadro puntuale di questa tendenza emerge anche dal recente Osservatorio prestiti di PrestitiOnline.it, secondo cui l’importo medio richiesto dei prestiti con finalità acquisto di un’auto nuova quest’anno ha raggiunto quota 14.766 euro (9.596 per una vettura usata).

La domanda per questo tipo di finanziamenti, secondo la ricerca, rimane comunque costante: si colloca infatti al secondo posto (subito dietro la liquidità) con il 19,5% rispetto al totale delle richieste quella per l’auto usata e al sesto posto (con il 5,3%) quella per l’auto nuova o a chilometri zero.

Le informazioni via web, ma la firma dal concessionario

In Italia, stando allo studio di Areté, è significativamente cambiato anche il processo di acquisto di un’auto. Il canale web sta prendendo piede anche tra gli automobilisti del nostro Paese, che online ricercano (il 54%) le informazioni base sul modello che intendono comprare, anche se per la maggioranza - per 9 su 10 - la trattativa e la firma del contratto devono avvenire presso il salone.

Il 7% è disponibile al contatto in videochiamata con il dealer (anche nel weekend) e oltre la metà degli intervistati (63%) continua a preferire la formula del “test drive a domicilio” a quello svolto in concessionaria.

A cura di: Fernando Mancini

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.