Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Auto: nuovo passo indietro per le vendite in Europa

Nuovo ribasso delle vendite di auto in Europa, del 20,6 per cento in aprile, a causa dei problemi nelle catene di rifornimento, dell’inflazione, del rallentamento della crescita e della guerra. La peggiore performance è dell’Italia, ma i cali sono a doppia cifra per tutti i principali mercati.

Pubblicato il 07/06/2022
costo auto
Andamento del mercato dell'auto in Europa

La crisi del mercato dell’auto accusa un nuovo colpo: in aprile le nuove immatricolazioni nell’Unione europea sono diminuite di un altro 20,6%, che porta a -14,4% la contrazione accusata dalle vendite nei primi quattro mesi dell’anno. Sempre negativi i dati relativi al gruppo Ue+Efta+Uk dove, secondo i dati dell’Acea, le registrazioni di nuovi veicoli sono crollate in aprile del 20,2% (ad appena 830.447 unità) e del 38,3% sul corrispondente periodo del 2019, cioè al netto degli effetti della pandemia. In questo caso la contrazione accumulata nei primi quattro mesi del 2022 si misura in -13% (-34,7% rispetto ai primi quattro mesi del 2019).

Le cause della crisi inarrestabile

A frenare le vendite, secondo l’Associazione dei produttori di auto europei, sono soprattutto i problemi incontrati dalla catena di approvvigionamento, che continuano a pesare sulla produzione. Ma dietro il perdurare della crisi, secondo Promotor, c’è il solito complesso di cause che accomuna tutti i Paesi dell’area: la pandemia con i suoi effetti dai lockdown alle limitazioni sul lavoro, sulla vita sociale e sulla mobilità, la crisi dei chip, il balzo dell’inflazione, l’impatto emotivo della guerra in Ucraina, l’effetto tangibile della stessa guerra sulle forniture alle case automobilistiche (ad esempio i cavi elettrici), i rincari dei prodotti energetici (in particolare di benzina e gasolio) e l’impatto negativo nell’Occidente delle sanzioni alla Russia.

Cali a doppia cifra per i mercati chiave

Se si eccettua l'anno della pandemia, il 2020, questo è stato – annota l’ACEA - il risultato di aprile più debole in termini di volumi venduti dall'inizio dei record (con solo 684.506 unità vendute nell’Ue). Tutti i principali mercati hanno contribuito alla performance negativa della regione: dall’Italia (-33,0%) alla Francia (-22,6%), dalla Germania (-21,5%) alla Spagna (-12,1%). Pesanti anche il saldo accumulato nei primi quattro mesi dell’anno dai singoli mercati, tra quelli chiave spicca le performance dell’Italia (-26,5%), la peggiore, seguita da Francia (-18,6%), Spagna (-11,8%) e Germania (-9,0%).

Ancora nessuna iniziativa concreta da Bruxelles

La situazione preoccupa gli addetti ai lavori perché, come rileva Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor – al momento non si vede a livello europeo quali specifici provvedimenti si intendano prendere per sostenere un settore strategico per l’economia dell’area come quello dell’auto.

In Italia, ammette lo stesso Quagliano, qualche cosa si è fatto adottando sia nel 2020 che nel 2021 incentivi per sostenere la domanda con effetti positivi, ma contenuti. Anche per il 2022 il Governo ha previsto stimoli (operativi dal 25 maggio) e che, secondo Promotor, determineranno circa 200mila immatricolazioni aggiuntive: risultato apprezzabile, ma assolutamente insufficiente se si pensa che proiettando il dato vendite di 1,12 milioni, che diventeranno 1,32 milioni con i nuovi incentivi, un livello molto lontano dai quasi 2 milioni di vendite del 2019.

A cura di: Fernando Mancini

Scopri le offerte

prestiti personali Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
cessione del quinto Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.