Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Auto, il Decreto Agosto rifinanzia l'ecobonus e rimodula gli incentivi

Il Decreto Agosto, entrato in vigore a Ferragosto, rifinanzia per 400 milioni l'ecobonus per l'acquisto di auto a basse emissioni di CO2, rimodulandone gli incentivi. Vantaggi maggiori per chi rottama la vecchia auto, il governo promuove una spinta verso auto elettriche e ibride.

Pubblicato il 24/08/2020

Chi accarezza l'idea di comprare una nuova automobile, può pensare di usufruire dell'ecobonus auto, un'agevolazione che prevede sconti maggiorati per l'acquisto di vetture elettriche e ibride e contributi per l'acquisto di modelli a basse emissioni di CO2. La prima tranche dei fondi dell'ecobonus introdotto dal Decreto Rilancio, per una cifra di 50 milioni di euro, sono già andati esauriti nella prima settimana dell'agevolazione, che si è inaugurata il primo agosto.

Ma per fortuna la misura è stata rifinanziata con ulteriori 400 milioni con il Decreto Agosto, entrato in vigore a Ferragosto dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il giorno prima, che ha riparametrato i contributi in base alle emissioni del veicolo da acquistare e dalla presenza o meno della rottamazione della vecchia auto con oltre dieci anni di vita. Altri 90 milioni sono stati stanziati per l'installazione delle colonnine di ricarica, sia da parte dei privati sia da parte delle imprese.

Una spinta verso vetture più ecologiche

Lo scopo del governo è quello di incentivare l'acquisto di auto elettriche o ibride e di ridurre la circolazione di vecchie automobili più inquinanti.

In base al testo del decreto (Dl 104/2020), fino al 31 dicembre 2020 rottamando una vettura con più di 10 anni di vita, si possono ottenere dallo Stato fino a 8mila euro per l'acquisto di un veicolo della fascia 0-20 g/km di Co2, cui possono aggiungersi altri 2mila euro da parte del dealer, per un totale quindi di 10mila euro di incentivo. Il bonus scende a 4.500 di contributo statale per le auto della fascia 21-60 grammi di CO2 per km, a 1.750 euro nella fascia 61-90 e 1.500 euro  nella fascia 91-110, e in tutti questi casi si aggiunge sempre il contributo di 2mila euro del concessionario, che porta quindi l'agevolazione rispettivamente a 6.500, 3.750 e 3.500 euro complessivi per le diverse fasce esaminate. Rispetto al precedente ecobonus, la fascia 61-110 è stata ulteriormente suddivisa in due diverse fasce, con una differente modulazione dell'agevolazione.

Senza rottamazione, si possono ottenere 5mila euro per l'acquisto di una vettura della fascia 0-20 g/km di Co2, che scende a 2.500 per la fascia 21-60; per la fascia tra 61 e 90 g/km si ottengono 1.000 euro, che scendono a e 750 per quelle nella fascia tra 91 e 110. Anche senza rottamazione è previsto il contributo del concessionario, che in questo caso è di mille euro.

Come usufruire del bonus

Il Decreto ha lasciato invariate le soglie di prezzo per usufruire dell'ecobonus: cioè 40mila euro Iva esclusa (ma compresi gli accessori) per le auto da 61 a 110 g/km; 50mila euro Iva esclusa (con accessori) per quelle da 0 a 60 g/km. L'accesso all'agevolazione può essere richiesto solo per auto prenotate da Ferragosto in poi, cioè dall'entrata in vigore del decreto, perché la misura non è retroattiva. Alla prenotazione, se i fondi sono disponibili, il concessionario si occupa di prenotare il contributo dal portale e di detrarlo dal prezzo finale chiavi in mano della vettura, mentre il suo contributo deve essere detratto dal prezzo imponibile. Il concessionario potrà poi recuperare il bonus statale sotto forma di credito di imposta.

Il Decreto Agosto rifinanzia per 5 milioni di euro anche l'incentivo previsto dal Decreto Rilancio, in base al quale chi rottama un veicolo classificato in classe euro 3 o inferiore, e contestualmente acquista un'auto usata in una classe non inferiore a euro 6 o con o con emissioni di CO2 inferiori o uguali a 60 g/km, paga solo il 60% degli oneri fiscali sul passaggio di proprietà del veicolo acquistato.

A cura di: Gaia Giorgio Fedi

Parole chiave

auto ecobonus agevolazione

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.