Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Agli italiani piace il bonus auto

La paura di essere contagiati e gli incentivi all’acquisto di auto più ecologiche sono i due driver che stanno modificando negli italiani il concetto di mobilità. Senza contare che, cambiando la loro vecchia vettura a favore di una più nuova, aiutano l’ambiente.

Pubblicato il 28/10/2020

Il Covid-19 continua a ‘dettare’ la vita quotidiana degli italiani e, in particolare, sta significativamente rivoluzionando il loro concetto di mobilità. Un cittadino su quattro evidenzia i timori legati alla nuova accelerata della pandemia di quest’autunno, timori che finiscono per frenare ulteriormente il loro utilizzo del trasporto collettivo (privato o pubblico che sia). Oggi la paura di essere contagiati e gli incentivi all’acquisto di auto più ecologiche sono due fattori su cui poggia la trasformazione in atto. In poche parole, l’auto resta saldamente il mezzo più usato per gli spostamenti da un’ampia maggioranza degli italiani.

Cresce l’appeal delle vetture ibride

Quasi un italiano su due si dice pronto ad usufruire dei nuovi bonus messo in campo dal Governo per cambiare la propria vettura, magari anche per sfruttare la contemporanea condizione favorevole offerta dai bassi tassi di interesse nel caso dovesse ricorrere a un finanziamento. L’automobilista italiano è inoltre diventato, causa coronavirus, più ambientalista: è infatti in forte crescita l’appeal per le vetture ibride (preferite dal 46%). E, pur essendo diventati più internauti, tra i cittadini risulta alto il fascino della concessionaria: il 90% degli intervistati preferisce infatti recarsi nel salone per chiudere l’acquisto della nuova automobile.

Il 70% più sicuro se usa l’auto

Sono questi i principali trend che emergono dalla survey ‘Come cambiano le abitudini ai tempi del COVID’, condotta a ottobre da Areté per fotografare i cambiamenti nella mobilità. La ricerca, realizzata in concomitanza con il riacutizzarsi della pandemia, evidenzia come il 70% del campione indica le quattro ruote come il mezzo di trasporto preferito per i propri spostamenti abituali, il 9% si muove a piedi, il 6% in bicicletta e solo il 9% fa ricorso ai mezzi pubblici, soprattutto per raggiungere il luogo di lavoro. Il 3%, equamente distribuito, si affida alle formule più moderne di condivisione: monopattini, car sharing e bike sharing.

La sicurezza sarà il driver anche in futuro

L’esigenza del distanziamento sociale, spiega Massimo Ghenzer, presidente di Areté, guida e guiderà le scelte dei consumatori anche nei prossimi mesi, rallentando l’uso dei mezzi collettivi. Sul fronte degli acquisti di auto, aggiunge, siamo di fronte ad una grande opportunità: quasi la metà degli italiani è pronta a sfruttare gli incentivi. L’esaurimento di alcune fasce di bonus in poche settimane richiede oggi un rifinanziamento e un ampliamento delle coperture per tutte le vetture di ultima generazione se davvero – sottolinea - si vuole cogliere l’opportunità di accelerare il rinnovo del nostro vetusto parco circolante.

Il ruolo del diesel è diventato marginale

Evidenti i riflessi avuti dagli eco-bonus sul mercato dell’auto. Negli ultimi due mesi c’è stata una parziale ripresa delle vendite: la leva introdotta è stata apprezzata dai consumatori, anche se finora solo il 7% ne ha usufruito, mentre ben il 46% dichiara di volersene servire nei prossimi mesi. La ricerca di Areté indaga sull’orientamento degli automobilisti: il 63% si dice pronto ad acquistare vetture ad alimentazioni elettrificate (46% le soluzioni bride, 17% il full electric). Il diesel è marginale (11%). I motivi di scelta delle elettrificate vedono primeggiare il risparmio economico (58%) e poi il minore inquinamento (40%).

Il 52% disposto a chiedere un prestito per cambiare auto

Il quadro è completato dal dato sull’elevato appeal di cui gode il noleggio a lungo termine: un automobilista su dieci è infatti pronto ad affidarsi a questa soluzione. Solo il 30% intende acquistare in contanti il proprio veicolo. La maggioranza, il 52%, pensa di ricorre a un finanziamento e il restante 8% è propenso alla formula del leasing.

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave

auto elettriche bonus covid-19 diesel

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.