Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Acea: in marzo crollo vendite veicoli commerciali

Pubblicato il 08/05/2020

Il bilancio che scrive per il mese di marzo il mercato dei veicoli commerciali europeo è pesante: le immatricolazioni sono crollate complessivamente del 47,3%, e portano a -23,2% la performance negativa consolidata da inizio anno. Lo rende noto l’Acea, l’associazione dei produttori di auto del continente. Dietro il dato negativo c’è in primo luogo la chiusura delle concessionarie decisa per prevenire la diffusione del coronavirus e, poi, anche la posizione attendista assunta dai potenziali compratori a seguito della montante crisi economica che questa sta comportando.

Le peggiori performance in Italia, Spagna e Francia

Tutti i segmenti di questo mercato hanno archiviato il mese con un segno negativo: le contrazioni più ampie sono state accusate in Italia (-66,1%), Spagna (-64,4%) e Francia (-63,1%). Cali che hanno rafforzato il trend negativo generalizzato in atto da gennaio. La classifica del primo trimestre è guidata, nell’ordine, da ribassi a due cifre per Spagna (-31,7%), Francia (-26,9%), Italia (-26,6%) e Germania (-14,4%). Nel nostro Paese, nel dettaglio, le vendite di veicoli leggeri sono crollate del 71,2% (-29,4% tra gennaio e marzo) e quelle di nuovi veicoli commerciali medi e pesanti (MHCV) oltre 3,5 tonnellate sono diminuite del 33,5% (-12,3%).

Unrae, possibile un calo del 40% nell’intero 2020

“Come era inevitabile – ha commentato Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione Case automobilistiche estere - anche il mercato dei veicoli commerciali crolla per la crisi da Covid-19. Il calo, devastante nella sua repentinità ed entità, fa presagire risultati ancora peggiori nei mesi a venire, con la previsione di una contrazione del mercato che nell’intero 2020 potrebbe essere di oltre il 40%”. Per evitare il peggioramento della situazione l’UNRAE chiede la rapida erogazione delle risorse del Decreto Liquidità, a protezione delle migliaia di aziende della filiera della distribuzione auto e dei loro lavoratori. Questa iniziativa, inoltre, si dovrebbe accompagnare con altre misure, tra cui la reintroduzione del super-ammortamento, rafforzato al 150%.

Crisci, il ruolo essenziale del trasporto su strada

L’incertezza sulla durata dell’emergenza e delle relative misure, diventa “più evidente che mai – ha sottolineato Crisci - il ruolo essenziale svolto dal trasporto su strada, dal punto iniziale di spedizione sino all’ultimo miglio in area urbana, per assicurare non solo il funzionamento dell’economia, ma anche la soddisfazione di tutti i bisogni essenziali nelle loro varie dimensioni, innanzitutto alimentari e farmaceutiche”. Qualunque sia l’evoluzione della crisi, ha aggiunto, “è assolutamente necessario che la filiera della distribuzione e assistenza automotive, con le sue migliaia di aziende e i suoi 160mila dipendenti, sia messa nelle condizioni di poter sopravvivere”.

Mantella, difficile prevedere gli sviluppi

All’insegna dell’incertezza anche le parole di Sandro Mantella, coordinatore del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE: è stato, dice, un “tracollo annunciato dopo l’aggressione della pandemia e l’emergenza sanitaria conseguente”. E considerati attendibili i dati dell’FMI, che prevede un calo di -9,1% del PIL italiano per il 2020, con una ripresa nel 2021 di +4,8%, “diventa difficile prevedere – aggiunge - quali potranno essere gli sviluppi del mercato per l’anno in corso e per i successivi, anche tenendo conto del fatto che rispetto ai dati dell’FMI potrebbero esserci peggioramenti, per esempio con il perdurare delle misure di contenimento”.

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave

acea coronavirus immatricolazioni vendite veicoli

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.