logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Sospensione rate prestito: come fare

27/07/2017

E’ possibile sospendere le rate di un prestito? Se lo chiedono spesso le famiglie, magari in occasione di spese extra che rendono i finanziamenti in essere un po’ troppo onerosi da gestire.

La normativa in materia prevede la possibilità di sospendere un prestito per dodici mesi, bloccando il pagamento della quota capitale. La procedura è tuttavia valida esclusivamente per finanziamenti di durata superiore ai 24 mesi o per mutui stipulati per il pagamento di un’abitazione principale e garantiti da ipoteca.

La disciplina specifica è contenuta nell’accordo del 31 marzo 2015 tra Abi e una decina di associazioni di consumatori. Il documento è denominato "Sospensione della quota capitale dei crediti alle famiglie” e rientra in un accordo quadro stabilito nel 2015 per incentivare la ripresa economica.

Si tratta di un benefit che è servito molto negli ultimi anni: secondo i dati ufficiali il pagamento della rate è stato sospeso da 14.163 famiglie nel periodo compreso tra marzo 2015 e maggio 2017, per un importo globale di 412 milioni di euro. 

Dall’analisi emerge che queste operazioni si sono concentrate, nell’ambito prestiti, prevalentemente al Nord (35,8% delle domande), poi al Centro (22,5%) e infine al Sud e Isole (41,7%).
Per richiedere la sospensione delle rate di un prestito è necessario che si verifichino determinate condizioni nei 24 mesi precedenti la richiesta.

In particolare si può procedere alla richiesta a seguito della perdita del posto di lavoro, a tempo determinato o indeterminato, o dei rapporti lavorativi di cui all'art. 409 del codice di procedura civile. Gli altri casi previsti sono il decesso dell’intestatario del contratto, la condizione di handicap grave o non autosufficienza e la sospensione o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni, anche a seguito di provvedimenti a sostegno del reddito, quali ad esempio la cassa integrazione. 

Della sospensione delle rate del prestito avevamo già parlato tempo fa, nella news "Sospensione prestiti: sì alla nuova moratoria", dove avevamo fornito anche delucidazioni in merito ai casi in cui non è possibile applicare la nuova disciplina.
In particolare, facciamo riferimento ai finanziamenti con ritardo di pagamento superiore ai 90 giorni, a chi ha già usufruito delle misure di sospensione per un periodo di 12 mesi, ai finanziamenti coperti da assicurazione per rischio di insolvenza. Rientrano nella casistica anche i prestiti ottenuti cessione del quinto e infine i finanziamenti stipulati con carta di credito revolving.

Ricordiamo che la sospensione può essere richiesta soltanto una volta, fino al dicembre 2017 e che, nel periodo della sospensione, non verranno applicati interessi di mora e commissioni.
A seguito della richiesta, la banca o la finanziaria attiverà il blocco delle rate entro 30 giorni, dopodichè le quote non pagate verranno contabilizzate al termine del finanziamento, allungandone la durata.

Chiaramente, si tratta di un caso limite: prima di contrarre un prestito, occorre sempre essere consapevoli della propria capacità di rimborso.
A questo proposito il sito PrestitiOnline.it fornisce una serie di servizi utili a pianificare al meglio il proprio budget, riducendo al minimo i rischi.

Nella sezione dedicata agli strumenti di calcolo, potete trovare una serie di servizi che vi aiuteranno ad orientarvi nel processo di scelta del miglior finanziamento per le vostre esigente. Potrete stabilire l’importo massimo ottenibile per un prestito in base alla possibilità di risparmio mensile e alla durata del di accantonamento delle rate, calcolare l’esatto ammontare della rata mensile e verificare in anticipo se la tua capacità di rimborso è coerente con la rata da pagare.
In più, grazie al comodo comparatore messo a disposizione da PrestitiOnline.it, è sempre possibile richiedere un preventivo personalizzato e gratuito.
Al 21 luglio, se voleste chiedere un prestito personale dell'importo di 10.000 euro, da rimborsare in 60 mesi, la miglior offerta è Prestito Personale di Younited Credit, con rata mensile di 186,89 euro e Taeg 6,11%.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Sospensione rate prestito: come fare Valutazione: 5/5
(basata su 4 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Prestiti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare pubblicato il 5 ottobre 2017
La grande ripresa del credito al consumo pubblicato il 11 settembre 2017
Prestiti: come calcolare l’importo da chiedere alla banca pubblicato il 15 marzo 2017
Prestiti: che fare se il tasso è troppo alto pubblicato il 25 settembre 2017
Un prestito anche per andare in vacanza pubblicato il 4 maggio 2017
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector