Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Rottamazione delle cartelle esattoriali: proroghe e nuove regole

Rottamazione-ter e saldo e stralcio 2020 e 2021: le nuove regole sono contenute nel Decreto Sostegni, e l'Agenzia delle Entrate ha recepito le nuove normative, tra cui la proroga dei termini per i pagamenti delle somme in scadenza, e altre novità da approfondire.

Pubblicato il 13/04/2021
Proroga dei termini per la rottamazione-ter

Il Decreto Sostegni ha introdotto nuove normative in relazione al tema della riscossione delle cartelle esattoriali. Grazie al cosiddetto “Combinato disposto”, che secondo la terminologia tecnico-giuridica rappresenta una serie di normative che hanno lo scopo di regolare una normativa già in atto, i contribuenti che hanno ancora rate da pagare relative alla rottamazione-ter, o che abbiano aderito al saldo e stralcio 2020 e 2021, hanno la possibilità di poter versare quanto dovuto con un poco più di respiro: le date, infatti, sono state spostate in avanti per consentire una maggiore flessibilità in questo periodo gravemente toccato dalla crisi economica.

Nei paragrafi successivi analizziamo tutte le novità introdotte e le nuove date.

Rottamazione-ter: c’è tempo fino al 31 Luglio 2021

Chi ha aderito alla rottamazione-ter può tirare, almeno per un poco, un respiro di sollievo. La data utile per pagare le rate del 2020 è stata fatta slittare al 31 Luglio. Tempi ancora più prolungati per le rate del 2021: in questo caso il versamento va fatto entro il 30 Novembre.

Non è tutto: in entrambi i casi sono previsti anche 5 giorni di cosiddetta tolleranza, che fanno ulteriormente slittare la data ultima nel primo caso al 9 Agosto e nel secondo caso al 6 Dicembre 2021. Questo grazie al fatto che l’Agenzia delle Entrate ha recepito le novità introdotte nel DL Sostegni – N° 41/2021 – che sono contenute ll’art. 4 comma 1 lettera b.

Come si paga e quanto

Le somme da pagare restano invariate, e sono quelle contenute nella comunicazione delle somme dovute in merito alla Rottamazione-ter. I contribuenti che hanno a suo tempo fatto richiesta di adesione alla suddetta rottamazione, e che abbiano ottenuto parere favorevole, hanno ricevuto anche i bollettini per effettuare i pagamenti secondo le date stabilite.

Esiste però un’opzione a questo metodo di pagamento, che è quello online attraverso il servizio “Paga-online che è reso disponibile sulla piattaforma web dell’AdER o anche attraverso l’applicazione EquiClick.

È anche possibile effettuare il versamento attraverso il conto corrente online, oppure sul sito web di Poste Italiane e su tutte le piattaforme web che hanno aderito al circuito PagoPA.

In ultimo, per chi preferisce questo tipo di soluzione, è possibile chiedere l’addebito diretto sul proprio conto corrente. In tal caso è necessario utilizzare il modulo che si è ricevuto allegato alla comunicazione delle somme dovute.

Crediti commerciali in compensazione

Le rate in pagamento possono essere pagate anche utilizzando i crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione. In questo caso si parla di compensazione, ma è necessario che questi crediti siano certificati, certi, quindi liquidi, esigibili e non prescritti.

Questa norma è prevista all’interno del DL 119/2018 all’arti. 3 e nella Legge 145/2018 all’articolo 1. 

Decadenza del diritto alla definizione agevolata

Nel caso in cui il contribuente dovesse pagare in data posticipata rispetto i nuovi termini stabiliti dal Decreto Sostegni, perderà il diritto alla rottamazione-ter. Eventuali rate già versate saranno considerate al pari di un acconto, ma in ogni caso si potrà richiedere una rateizzazione della somma residua.

Chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

Per chiarire qualsiasi dubbio può essere utile leggere la Pagina delle FAQ – Frequently Asked Question – direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, che risponde alle domande poste con maggior frequenza dai contribuenti in merito alle nuove regole disposte per il versamento delle rate del saldo e stralcio e della rottamazione. Si accede cliccando sul seguente link: Agenzia delle Entrate risponde in materia di riscossione.

A cura di: Emilia Urso Anfuso

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.