Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Le strade per raddoppiare i prestiti

Ai fini della concessione del secondo prestito, la rata complessiva non dovrà superare 1/3 dello stipendio, al netto delle spese mensili. Per ridurre il rischio finanziario l’ente che eroga il prestito potrebbe chiedere delle garanzie che aumentino le possibilità di restituzione del capitale.

Pubblicato il 28/01/2021

Chiedere più di un prestito è possibile, ma quanti finanziamenti si possono accendere contemporaneamente? Le banche e le finanziarie tendono a concedere un finanziamento anche se esiste un altro prestito in corso, ma solo se la ritengono un’operazione priva di rischi.

Quindi, in concreto, è sempre bene far trascorrere almeno qualche mese tra una richiesta e l’altra, dopo che si è versata regolarmente almeno qualche rata. In linea generale, il numero di prestiti che si possono avere contemporaneamente dipende dalla capacità di rimborso del richiedente. Alcune categorie di lavoratori hanno maggiori probabilità di ottenere più finanziamenti allo stesso tempo. Ad esempio, i lavori dipendenti con contratto a tempo indeterminato sono avvantaggiati rispetto agli autonomi.

Le verifiche e le condizioni

Alla richiesta di un secondo finanziamento, la banca farà quindi una serie di verifiche molto accurate volte a valutare se il richiedente è sempre stato preciso nei pagamenti. L’istituto di credito consulterà i sistemi d’informazione creditizia, tra cui il Crif, per accertarsi che il richiedente non abbia subito alcuna segnalazione come cattivo pagatore.

In termini di solvibilità del debitore, a fare da ago della bilancia è quindi la situazione reddituale e patrimoniale dell’interessato. Se il richiedente non possiede i mezzi sufficienti per rimborsare sia il vecchio, sia il nuovo eventuale debito, la banca non avrà alcuna convenienza ad erogare i fondi.

In particolare, ai fini della concessione del secondo prestito, la rata complessiva non dovrà superare 1/3 dello stipendio, considerato al netto delle spese mensili. Per ridurre il rischio finanziario dell’operazione, la banca o l’ente che eroga il prestito potrebbe chiedere delle garanzie che aumentino le possibilità di restituzione del capitale. Nel caso dell’ipoteca, l’oggetto della garanzia dovrà essere un immobile diverso da quello ipotecato in occasione del primo prestito.

Le soluzioni possibili

Secondo il Testo Unico sulla cessione degli stipendi, salari e pensioni, non è possibile avere contemporaneamente più cessioni del quinto. Potendo cedere al finanziatore fino a un quinto dello stipendio, per avere due prestiti allo stesso tempo l’unica soluzione è quella di frammentare le trattenute, con il consenso della finanziaria, in modo che la loro somma non superi il limite massimo del 20% della retribuzione (ad esempio, due rate del 10% o una del 15% e l’altra del 5%).

Tuttavia, in alcuni casi è possibile arrivare a impegnare fino al 40% del proprio stipendio. Per cedere un ulteriore quinto della propria retribuzione occorre stipulare con il creditore un contratto chiamato delegazione di pagamento, doppia cessione del quinto o doppio quinto. Questa soluzione permette di richiedere un prestito in più pagando una sola rata pari a due quinti dello stipendio. Come accade per la cessione del quinto, la rata viene decurtata direttamente dalla busta paga dal datore di lavoro (o dal cedolino della pensione per i pensionati), che però in questo caso è libero di aderire o meno alla delegazione di pagamento.

Un’altra soluzione può essere la ricarica del finanziamento che si sta già rimborsando. La ricarica del prestito consiste nel richiedere alla stessa banca che ha erogato il primo finanziamento di aggiungere ulteriore credito a quanto già ottenuto. Quest’ultima possibilità permette di rapportarsi con un istituto che già conosce il cliente e, pertanto, se quest’ultimo ha dimostrato di essere affidabile, otterrà più facilmente nuova liquidità.

A cura di: Sofia Fraschini

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.