Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Erogato dei prestiti a un nuovo minimo

Il cashback non rivitalizza i consumi, che a Natale fanno registrare un calo da guinness. Gli acquisti medi per famiglia scendono da 389 a 308 euro. E se da un lato si riducono le esigenze di spesa, dall’altro lato si ricorre meno al mercato dei prestiti.

Pubblicato il 20/01/2021

Neanche il cashback di Stato, e quindi la prospettiva di un rimborso sulle spese effettuate durante il periodo natalizio, ha rivitalizzato i consumi. Secondo le stime di Codacons, a dicembre 2020 è stato registrato un calo record dei consumi, fermi a 8 miliardi di euro, con la spesa media per famiglia che è scesa dai 389 euro dell’anno scorso a 308 euro.

Un bilancio magro per il Natale, con il 28% degli italiani che ha preferito non fare regali. E probabilmente, complice le misure emergenziali messe in atto dal governo per contenere la pandemia, e che potrebbero diventare sempre più stringenti, neanche la nuova stagione dei saldi riuscirà a rimettere in moto la macchina dei consumi.

Insomma, nonostante l’inizio della campagna delle vaccinazioni contro il covid-19, il cielo all’orizzonte è tutt’altro che terso. I timori delle famiglie per la propria salute, anche quella finanziaria, non stanno svanendo e l’effetto è un continuo incremento dei risparmi. Come tra l’altro testimonia anche l’ultimo outlook mensile di Abi (aggiornato a novembre 2019): l’ammontare dei soldi fermi sui conti correnti o parcheggiati in pronti contro termine e su conti depositi (vincolati e non) è salito a 1.715 miliardi di euro, in crescita negli ultimi 12 mesi dell’8% circa.

Non sorprende, quindi, che il mercato del credito al consumo continui a navigare a vista. A fronte di ridotte esigenze di spesa si ricorre meno anche al mondo dei prestiti. E contemporaneamente cala anche l’importo medio dei finanziamenti erogati che, come evidenzia la consueta fotografia mensile scattata dall’Osservatorio prestiti di PrestitiOnline.it, ha toccato a dicembre un nuovo minimo a 9.947 euro (10.179 a novembre).

I numeri per “finalità”

Le ridotte esigenze di spesa e il minore ricorso a forme di finanziamento non sposta gli equilibri del mercato dei prestiti, con le quote di mercato per “finalità” che rimangono ancora una volta poco mosse. In termini di “richieste”, l’esigenza primaria rimane quella della “Liquidità”, con una market share del 22,5%.

Seguono la finalità “Auto usata”, al 20,01% (19,9% a novembre), e “Ristrutturazione casa”, al 15,1% (15,2% la precedente rilevazione).

In termini di “erogato”, invece, la quota di mercato più alta rimane riservata a “Ristrutturazione casa”, al 20,5%, anche se continua a perdere terreno: a novembre era al 20,7%, a fine 2019 al 27,2%, mentre nel 2015 aveva addirittura raggiunto il 37,7 per cento. Stabile la finalità “Auto usata”, ferma al 20,3%, mentre la “Liquidità”, ha guadagnato qualche lunghezza, passando dal 16% di novembre al 16,3 per cento.

Più garanzie

Ma se da un lato la crisi sta spingendo le famiglie a spendere meno e quindi anche a indebitarsi di meno, dall’altro lato le banche continuano a volere garanzie certe prima di erogare un prestito. Tant’è che a fronte di una maggiore richiesta (almeno nell’ultimo trimestre 2020) di finanziamenti da parte di lavoratori autonomi e liberi professionisti (la market share è passata dal 12,9% del terzo trimestre al 15,2%), istituti di credito e intermediari tendono a privilegiare i lavoratori dipendenti, che in termini di erogato hanno una quota di mercato dell’88% (autonomi e liberi professionisti sono al 7,7%).

Guardando alle durate, invece, le famiglie continuano a preferire le medie e brevi scadenze. L’erogato copre infatti per il 69,7% le scadenze fino a 60 mesi, con una netta preferenza per i 5 anni (22,1%); seguono le durate sotto i due anni (17,8%), i 3 anni (16%) e i 4 anni (13,8%).

A cura di: Gabriele Petrucciani

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.