Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Come approfittare dei bonus in scadenza

Dagli sconti per acquistare beni e servizi di comparti merceologici penalizzati, fino alle agevolazioni per le categorie più colpite dagli effetti del virus, c’è un intero calendario di bonus che stanno per scadere  con la fine dell’anno ed è bene controllare, per capire se e come approfittarne.

Pubblicato il 30/09/2021
Molti bonus e agevolazioni stanno per scadere

Strumenti messi a disposizione dal Governo nei confronti dei tanti settori sacrificati dalla pandemia, i bonus sono stati i grandi protagonisti di questi ultimi due anni di Decreti e provvedimenti.

Dagli aiuti per i lavoratori dei comparti penalizzati, a quelli per le categorie più colpite dagli effetti del virus, c’è un intero calendario di bonus vicini alla scadenza con la fine dell’anno, che è bene controllare per capire se e come approfittarne. Vediamoli qui.

Bonus Internet e PC

È in scadenza il primo ottobre il Bonus Banda Larga, fino a 500 € di sconto sull’attivazione di una connessione internet e sull’acquisto di un dispositivo elettronico, contemporaneamente.

La somma va ripartita fino a 200 € per la nuova connessione veloce e fino a 300 € in per l’acquisto di un tablet o di un PC forniti dallo stesso operatore.

C’è un solo bonus per famiglia, ma a condizione che si abbia un Isee entro i 20.000 €. Per beneficiarne bisognerà scegliere una connessione rete fissa banda ultralarga ad almeno 30 Megabit, fibra fttc, ftth, satellite, fwa (fixed wireless), la migliore disponibile in zona.

Basta recarsi in uno dei punti vendita fisici degli operatori di telefonia fissa, con un documento di identità e uno che attesti un Isee entro i limiti stabiliti. Sarà poi cura dell’operatore inserire la richiesta completa di tutti i dati sul sito di Infratel, la società incaricata di attuare il Piano Voucher, specificando il tipo di offerta concessa all’utente.

È possibile cambiare operatore prima dei 12 mesi previsti come tempo minimo per tenere l’abbonamento, continuando a usufruire del bonus residuo dal nuovo operatore: la condizione è che si passi a una connessione potente almeno come quella precedente (quindi non inferiore alla velocità di 30 Mbps).

Bonus TV

Un incentivo di 100 euro fino al 31 dicembre 2022 per le famiglie che cambiano il televisore o il decoder, ormai indispensabile per le vecchie TV, ma anche per quelle che non dispongono del digitale terrestre DVB T2, il nuovo standard di trasmissione televisivo. Per ottenerlo occorre:

  • la residenza in Italia;
  • aver pagato il Canone Rai;
  • rottamare il vecchio televisore non compatibile con i nuovi standard di trasmissione.

Non occorre fare alcuna richiesta, ma si ottiene come sconto sul prezzo di vendita direttamente in negozio, presentando i documenti di reddito.

C’è anche il bonus da 50 euro, precedente e operativo dal 2019. Anche questo è finalizzato all’acquisto di un TV di ultima generazione o di un decoder.

Per ottenerlo serve recarsi presso il rivenditore di TV con i documenti che attestino un Isee non superiore ai 20.000 euro.

I due bonus, da 100 e da 50 euro, sono cumulabili.

Bonus vacanze

Prorogato fino al 31 dicembre 2021 dal Decreto Milleproroghe, il Bonus vacanze o Tax credit vacanze è un credito variabile dai 150 ai 500 euro, a seconda del numero di componenti il nucleo familiare, da spendere presso strutture fisiche ricettive operanti su territorio italiano: alberghi, villaggi, bed&breakfast, agriturismi, campeggi. 

La condizione per poterne usufruire è avere un Isee fino a 40.000 euro, mentre la proroga ha introdotto due importanti novità:

  • il bonus può essere utilizzato nelle agenzie di viaggio e presso i tour operator, prima esclusi;
  • la divisibilità del bonus, che può utilizzato in più soluzioni e per viaggi differenti.

Bonus Terme

Al via invece da metà ottobre il Bonus Terme, un incentivo per questo settore fortemente penalizzato dalla pandemia. Uno sconto diretto sul prezzo pari a 200 euro, che potrà coprire l’intera spesa di servizi termali.

Le prenotazioni si effettuano sul sito del Ministero della Transazione ecologica e di Invitalia, all’interno dei quali si potrà scegliere nell’elenco delle strutture accreditate.

Bonus idrico

Previsto dalla Legge di bilancio 2021, il Bonus idrico o Bonus doccia e rubinetti ha come finalità il risparmio delle risorse idriche, sempre più preziose per il pianeta. Fino a 1.000 euro da scontare sulla spesa sostenuta dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021 per interventi di efficientamento idrico.

Per ottenerlo, basta sostituire i vecchi rubinetti o i miscelatori, il soffione o la colonna della doccia, piuttosto che i vasi sanitari con modelli di scarico a flusso d’acqua limitato. Le opere idrauliche e murarie, come lo smontaggio e la dismissione dei sanitari precedenti, sono inclusi nelle spese che beneficiano del bonus.

Possono accedere al bonus tutte le persone proprietarie o titolari di diritti reali o personali di godimento di immobili o parti di edifici.

La domanda va presentata sulla Piattaforma bonus idrico creata ad hoc sul sito del Ministero della Transazione ecologica, dove si accede con lo SPID o con la carta d’identità elettronica. Ma attenzione, perché occorre inserire tutta la documentazione relativa all’acquisto e ai lavori, le specifiche tecniche dei prodotti acquistati e l’identificativo catastale dell’immobile.

Bonus figli

Misura temporanea valida fino al 31 dicembre 2021 e introdotta con il Family Act dal Consiglio dei Ministri l’11 giugno scorso, il Bonus figli è rivolto ai soggetti esclusi dalla normativa relativa agli assegni per il nucleo familiare e spetta alle famiglie con figli minori di 18 anni e con Isee non superiore ai 50.000 euro annui.

L’Assegno Unico figli diventerà nel 2022 comprensivo di tutti gli strumenti a sostegno delle famiglie più bisognose e includerà tutti gli assegni famigliari, il bonus bebè, gli ANF, il bonus mamme e ogni tipo di detrazioni figli a carico.

Stringenti i requisiti, perché per richiederlo è necessario:

  • essere in Italia da almeno 2 anni;
  • avere cittadinanza italiana o di un Paese deel'Unione europea;
  • avere un Isee inferiore a 50.000 euro annui;
  • non percepire assegni al nucleo familiare.

Bonus affitti

Ancora qualche giorno, fino al 6 ottobre, per richiedere il bonus introdotto dal Decreto Ristori e in seguito confermato dal Sostegni bis, destinato ai proprietari di case che hanno praticato uno sconto agli inquilini in seguito durante la pandemia.

Un contributo a fondo perduto “pari al 50% dell’ammontare complessivo delle rinegoziazioni in diminuzione” e per un importo massimo di 1.200 euro. È consentito richiederlo sia per i contratti in regime ordinario che per quelli ai quali è applicata la cedolare secca.

Ma anche qui il beneficio prevede precise condizioni:

  • l’immobile deve trovarsi in uno dei centri abitativi considerati ad alta tensione abitativa;
  • l’immobile deve essere destinato dal conduttore ad abitazione principale;
  • Il sostegno è valido per i contratti in essere al 29 ottobre 2020 e solo per i contratti rinegoziati al ribasso nel periodo tra i 25 dicembre 2020 e il 31 dicembre 2021.
A cura di: Paola Campanelli

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.