Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Cessione del quinto: quali spese vengono rimborsate?

L'estinzione anticipata delle rate di un prestito ottenuto con la formula della Cessione del Quinto comporta il rimborso di alcune spese, che l'istituto di credito distribuisce nelle rate al momento di sviluppare il piano di ammortamento. Non è un'informazione diffusa, ma il diritto esiste.

Pubblicato il 16/03/2021

Aggiornato il 25/03/2021

La Cessione del Quinto è una formula di prestito personale dedicato ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. Le norme di regolamentazione sono contenute nel DPR 180/1950.

Dagli anni ’50 a circa 10 anni fa, se si procedeva all’estinzione anticipata delle rate in scadenza, le banche e gli istituti di credito non rimborsavano alcuni importi già calcolati nel piano di rientro, e consistenti nei ratei dell’assicurazione obbligatoria, o agli interessi calcolati, e non goduti, del prestito ottenuto. La stessa cosa è sempre avvenuta al momento della rinegoziazione.

In massima sintesi, chi estingueva in anticipo il suo debito residuo pagava in qualche modo un pegno invece di vedersi restituire le somme di alcune voci non godute a causa dell’estinzione anticipata o della rinegoziazione. Questo tipo di atteggiamento da parte degli istituti di credito, nel corso degli anni, ha creato uno svantaggio per la clientela, ma a un certo punto il legislatore ha deciso di cambiare le carte in tavola, imponendo la restituzione di queste somme.

All’art. 125 sexies del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia - D.lgs. n. 141/2010 – è stato stabilito quanto segue: “Il consumatore può rimborsare anticipatamente in qualsiasi momento, in tutto o in parte, l’importo dovuto al finanziatore e in tal caso il consumatore ha diritto ad una riduzione del costo totale del credito, pari all’importo degli interessi e dei costi dovuti per la vita residua del contratto”.

Nei paragrafi che seguono, approfondiamo il tema di come ottenere il rimborso delle spese della CQS nel caso in cui si decida di estinguere anticipatamente il debito.

Quando chiedere il rimborso delle spese della CQS

Nel momento in cui si matura la decisione di estinguere anticipatamente il prestito personale ottenuto con la Cessione del Quinto, oppure si intende rinegoziarlo, è necessario essere consapevoli che la normativa attuale impone agli istituti di credito la restituzione delle somme non godute.

Cosa significa? Poniamo l’esempio di una richiesta di estinzione anticipata su un debito residuo di 10.000 euro. All’atto dell’approvazione del finanziamento, la banca calcola – all’interno della somma globale che viene erogata – una serie di costi e spese, che sono rappresentati da somme percentuali calcolate sulla polizza assicurativa e sulle spese accessorie. Queste percentuali sono corrisposte dal cliente attraverso il pagamento dei ratei mensili.

Per ovvie ragioni, quindi, se si estingue in via anticipata il debito residuo, o se si decide di rinegoziarlo – dovendo quindi attivare un finanziamento ex novo che presuppone l’estinzione del precedente – la banca è tenuta a conteggiare tutte le percentuali delle spese già calcolate e spalmate sulle rate del piano di rientro.

Il conteggio estintivo

Per ottenere la corresponsione del rimborso delle spese è necessario chiedere all’istituto finanziario il cosiddetto conteggio estintivo, un documento che elenca e analizza il debito con tutti i conteggi operati in termini di interessi, Tan, Taeg, spese di istruttoria, assicurazione obbligatoria etc.

L’analisi di questo documento permette il calcolo della somma che va rimborsata quando si estingue anticipatamente il debito contratto, o quando si decide di rinegoziarlo.

Documenti necessari per ottenere il rimborso delle spese

Prima di presentare la richiesta di estinzione o di rinegoziazione, si devono preparare una serie di documenti da fornire all’istituto di credito, che sono:

  • copia del contratto di cessione del quinto
  • una fotocopia fronte/retro del documento d’identità
  • una fotocopia fronte/retro del codice fiscale
  • una fotocopia del prospetto di liquidazione dell’estinzione o del rinnovo

La copia del contratto di prestito può essere richiesto direttamente all’istituto bancario oppure al datore di lavoro.

Conclusioni

Le somme rimborsate possono essere anche di una certa entità. Dipende dalla somma su cui esse saranno calcolate. Dal momento che ormai esiste una normativa specifica, è bene rammentarlo alla banca al momento dell'estinzione anticipata o della rinegoziazione del prestito con cessione del quinto.

A cura di: Emilia Urso Anfuso

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.