Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Cessione del quinto e categoria di pensionati esclusi

La cessione del quinto consente di accedere al credito in maniera agevolata. La restituzione del finanziamento avviene in maniera automatica, attraverso il prelievo sullo stipendio o sul rateo della pensione. Esistono alcune categorie di contribuenti che rimangono escluse, ecco quali.

Pubblicato il 10/12/2020

Aggiornato il 25/05/2021

Quali categorie non possono richiedere cessione del quinto

La cessione del quinto, in special modo negli ultimi anni e dopo l’avvento della crisi economica scoppiata nel 2008, ha avuto un grande successo perché ha consentito a milioni di italiani, lavoratori e pensionati, di poter accedere al credito in maniera agevolata.

La pratica è molto veloce, la restituzione del prestito personale può avvenire in un arco temporale di 10 anni secondo l’importo concesso. Inoltre, chi ottiene il finanziamento non deve nemmeno preoccuparsi della restituzione mensile delle rate: il prelievo sullo stipendio o sul rateo della pensione avviene in maniera automatica, perché è l’INPS a occuparsi della detrazione diretta in busta paga o sulla pensione.

Esistono però alcune categorie di contribuenti che restano escluse: in quest’articolo scoprirai quali sono e le motivazioni che non permettono di ottenere un prestito personale con la formula della cessione del quinto.

Categorie escluse dalla cessione del quinto

L’accesso a un prestito personale con la formula della cessione del quinto, pur essendo ampiamente concesso a lavoratori con regolare contratto di assunzione o a pensionati da lavoro, non è consentito a tutti.

È l’INPS a chiarire chi non può chiedere un finanziamento con questo tipo di soluzione, ecco le categorie escluse:

  • Percettori di pensioni e assegni sociali;
  • Invalidi civili con assegno mensile di sostegno al reddito;
  • Chi percepisce assegni mensili per l'assistenza ai pensionati per inabilità;
  • Assegnatari di sussidi di sostegno al reddito come VOCRED, VOCOOP, VOESO;
  • Chi percepisce assegni al nucleo familiare;
  • Percettori di pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;
  • Chi accede alle prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012

Pensioni d’invalidità e cessione del quinto

Non tutti gli invalidi restano però esclusi dalla possibilità di ottenere un prestito personale con cessione del quinto. È il caso di chi percepisce la pensione di invalidità, diversa dagli invalidi che hanno ottenuto l’assegno mensile di assistenza al reddito a causa di redditi molto bassi.

Le pensioni di invalidità, infatti, sono assegnate a lavoratori o pensionati che, nel corso della vita, hanno versato contributi da lavoro dipendente.

Se la gravità della patologia che ha portato al riconoscimento dello stato di invalidità, e quindi dell’assegnazione della pensione di invalidità, non è tale da mettere a serio rischio la vita di chi richiede il finanziamento, si può fare richiesta.

In casi simili l’istituto di credito richiederà preventivamente alcune verifiche mediche per accertare le effettive condizioni di salute dell’invalido. La visita, e la relativa certificazione dell’effettivo stato di salute saranno eseguiti dal medico di base, che dovrà compilare un’apposita modulistica.

Se l’esito della visita non darà parere negativo, si potrà procedere all’iter che è il medesimo per tutte le altre categorie di pensionati.

Importante specificare che questo tipo di certificazione è obbligatoria per legge se la richiesta è effettuata da un invalido civile percettore di pensione d’invalidità.

Come presentare la richiesta

Dopo aver ricevuto l’esito positivo attraverso la certificazione medica, per prima cosa si deve chiedere all’INPS la cosiddetta comunicazione di cedibilità della pensione, un documento che indicherà anche quale potrà essere l’importo massimo che potrà essere detratto mensilmente dalla pensione per restituire il prestito.

Questo documento va poi consegnato alla banca o all’istituto di credito presso il quale si intende chiedere la somma in prestito.

Alcuni istituti di credito hanno stipulato una convenzione con l’INPS. In casi simili la comunicazione di cedibilità della pensione sarà elaborata dalla banca.

Ora, anche per i pensionati, esiste un modo più innovativo e semplice per richiedere la cessione del quinto in totale sicurezza: prima si possono vedere quali sono le migliori cessioni del quinto per pensionati del momento e poi procedere a una simulazione del prestito con cessione, riichiedendo  direttamente online il finanziamento.

A cura di: Emilia Urso Anfuso

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.