logo PrestitiOnline.it
Altri marchi del Gruppo
PRESTITI PERSONALI PRESTITI AUTO CESSIONE DEL QUINTO CREDITI REVOLVING CONSOLIDAMENTO DEBITI GUIDE E STRUMENTI

Prestiti personali e linee di credito: sapete la differenza?

17/03/2017

Di solito si ricorre ad un finanziamento per coprire una spesa imprevista o dilazionare un acquisto importante. Esistono parecchie soluzioni sul mercato, sia nell’ambito dei prestiti personali sia in quello dei finalizzati.

I prestiti personali rappresentano una forma di finanziamento che può essere utilizzata per le più diverse esigenze di spesa. Tra queste troviamo acquisto auto e moto, consolidamento debiti, ristrutturazione casa, acquisto di arredamento o di elettrodomestici, viaggi e vacanze, spese mediche, acquisto di un box o anche solo liquidità.

I prestiti finalizzati, sono invece accesi presso un rivenditore di beni o servizi per dilazionare il prezzo di acquisto. In questi casi il negoziante stipula una convenzione con una o più finanziarie per la fornitura di servizi finanziari ai propri clienti e riceve, oltre al prezzo di acquisto, una provvigione per i finanziamenti concessi. 

A volte invece sentiamo parlare di linee di credito. Approfondiamo di seguito di cosa si tratta e quali sono le principali differenze con un prestito.

Sempre riprendendo il nostro Glossario, una linea di credito è una somma concessa in prestito da un soggetto finanziatore (associata ad un conto corrente o ad una carta di plastica), utilizzabile in un’unica o in più soluzioni e rimborsabile secondo modalità e tempi previsti contrattualmente

Di solito il cliente attinge al denaro messo a disposizione dalla banca o dalla società finanziaria attraverso il proprio conto corrente o tramite una carta di credito, di tipo tradizionale o revolving.

Nei casi in cui la banca ritiene rispettati i criteri di affidabilità del cliente, mette a disposizione un fido bancario, che prevede costi per la gestione del fido e per le eventuali commissioni di massimo scoperto.

La prima voce di spesa viene applicata trimestralmente ed è una spesa fissa da sostenere anche in caso di mancato utilizzo del fido, mentre la seconda viene imputata esclusivamente se si porta in rosso il conto.

La sola apertura di linee di credito in favore del cliente non prevede spese, mentre, se si utilizza la somma a disposizione, bisognerà rimborsare la quota utilizzata e versare gli eventuali interessi, oltre al pagamento delle commissioni definite contrattualmente.

Cosa conviene fare se necessitiamo di liquidità extra per sostenere delle spese?
Ovviamente vanno valutati diversi aspetti. La scelta di un fido può compensare spese più contenute e ha comunque lo svantaggio dei costi di gestione fissi.

Un prestito, soprattutto in questo momento in cui i tassi sono vantaggiosi, permette di richiedere importi anche piuttosto elevati, erogati in tempi rapidi se vengono rispettati i requisiti di affidabilità richiesti dalla banca o dalla finanziaria.

Vediamo qualche esempio, facendo alcune simulazioni sui prestiti liquidità.

Come abbiamo evidenziato nella news "Prestiti online, i più richiesti sono quelli per liquidità", Younited Credit, uno dei leader del settore del credito al consumo, ha effettuato indagini sui dati della piattaforma di proprietà.

L’indagine ha rilevato che i clienti italiani si indirizzano verso il credito digitale soprattutto per ottenere maggiore liquidità (il 42% del campione). E’ minore la percentuale di richieste legate alla ristrutturazione della casa e all’acquisto dell’auto (nuova o usata) che rappresentano il 22,5% e al 19%. Il prestito liquidità, disponibile anche tra le offerte di PrestitiOnline.it, permette di richiedere denaro senza doverne specificare la finalità di utilizzo.

Tramite il comparatore PrestitiOnline.it è possibile effettuare simulazioni ed individuare i prodotti più convenienti anche per questo comparto.

Al 14 marzo, ipotizzando di chiedere un prestito da 10.000 euro per una durata di 84 mesi per un impiegato di 40 anni residente in provincia di Milano, la miglior offerta è Credito Personale di Agos, con Tan 7,95%, rata 155,61 euro e Taeg 8,33%.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Prestiti personali e linee di credito: sapete la differenza? Valutazione: 4,2/5
(basata su 6 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Prestiti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare pubblicato il 5 ottobre 2017
Sospensione rate prestito: come fare pubblicato il 27 luglio 2017
La grande ripresa del credito al consumo pubblicato il 11 settembre 2017
Sì ai prestiti nel primo semestre 2017 pubblicato il 8 settembre 2017
Prestiti: come calcolare l’importo da chiedere alla banca pubblicato il 15 marzo 2017
Numero verde 800 97 97 90
PRESTITI PERSONALI
Importo richiesto
 Euro
Durata del finanziamento
mesi
Finalità del finanziamento
Assicurazione
Anno di nascita
Tipo di impiego
Impiego attuale
Impiegato da
del
Domicilio
PrestitiOnline S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M18
Iscrizione R.U.I. sez. E n. E000497146 presso IVASS
P. IVA 06380791001 - Copyright 2000-2017
logo Gruppo MutuiOnline
PrestitiOnline S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it
 
Protected by Copyscape DMCA Copyright Detector