Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Logo PrestitiOnline
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Ultima chiamata per i bonus edilizi in scadenza

Continua ad essere dinamico il mercato dei prestiti in Italia, con le domande di finanziamenti per le ristrutturazioni edilizie che spiccano tra le richieste relative a importi e durate maggiori. PrestitiOnline.it segnala che il TAEG medio si attesta al 6,82%.

Pubblicato il 09/09/2022
giovane donna su poltrona e scritta bonus
Bonus edilizi in scadenza nel 2022

Il successo e i continui cambi di rotta del legislatore sul tema Superbonus 110% hanno distolto l’attenzione generale dagli altri bonus edilizi, alcuni dei quali in scadenza a fine anno. Considerato che il tempo stringe, è il caso di approfondire le opportunità esistenti e come coglierle fino a che si è in tempo.

Condizioni favorevoli

Ad agevolare la situazione di chi intende richiedere un prestito è la condizione dei tassi, che restano su livelli particolarmente bassi rispetto alle medie storiche, anche se in crescita rispetto al recente passato, e con la prospettiva di aumentare ulteriormente alla luce della stretta monetaria avviata dalla Bce.

Secondo l’ultimo Osservatorio Prestiti di PrestitiOnline.it, il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) per chi chiede un finanziamento finalizzato all’acquisto di un'automobile usata è mediamente del 6,82%. Se la finalità è la liquidità, il tasso sale al 6,92%, mentre si ferma al 6,87% in caso di ristrutturazione.

In tutti i casi, il TAEG migliore presente su PrestitiOnline.it è di circa un punto percentuale rispetto alla media e questo fa comprendere l’importanza di non fermarsi alla prima offerta, bensì di metterne a confronto diverse alla ricerca della soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Confronta prestiti per ogni finalità e risparmia fai subito un preventivo

Le finalità del finanziamento

Tra le finalità dei prestiti richiesti dagli italiani, dai dati di PrestitiOnline.it, al primo posto c’è la liquidità, che consente di ottenere denaro da impiegare secondo le proprie esigenze, senza vincoli di destinazione. Seguono l’auto usata e la ristrutturazione edilizia, con quest’ultima che fa registrare il 48,1% delle richieste con durate non inferiori ai sei anni e il 57% delle domande per importi superiori ai 10mila euro.

La maggiore rapidità delle procedure spinge un elevato numero di famiglie a preferire il prestito personale al mutuo in caso di ristrutturazione, seppur non in modo generalizzato. In primis va considerato che i prestiti personali hanno un massimale limitato a qualche decina di migliaia di euro e che quindi questa soluzione consente di non dover ricorrere a un atto notarile (con relativa parcella), dato che non occorre iscrivere un’ipoteca sull’immobile da ristrutturare a garanzia del mutuo. D’altra parte, va però considerato che gli interessi sui prestiti sono più elevati rispetto a quelli dei mutui, per cui occorre verificare di caso in caso la convenienza di uno strumento rispetto all’altro. Anche in questo caso, una verifica su un comparatore come PrestitiOnline.it può aiutare.

Confrontare le diverse offerte presenti sul mercato consente anche di valutare l’eventuale maggiore convenienza della cessione del quinto, che consiste nella concessione di un finanziamento a fronte di una trattenuta mensile pari al 20% dello stipendio, con quest’ultimo che quindi agisce da garante per la società che offre il prestito, consentendo così di ridurre il tasso. Dall’Osservatorio di PrestitiOnline.it emerge che i tassi migliori per queste soluzioni sono in calo rispetto al secondo trimestre. Per i pensionati, il Taeg scende dal 3,63% al 3,18%, per i privati dal 4,32% al 3,99% e per i dipendenti pubblici dal 3,05% a 2,76%.

Bonus facciate

Detto delle caratteristiche e delle condizioni d’accesso ai vari finanziamenti personali, vediamo quali sono i bonus edilizi in scadenza. Uno dei più noti è il bonus facciate, che consiste in una detrazione (quindi risparmio sulle imposte Irpef) nell’ordine del 60% sulle spese sostenute nel 2022 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. La detrazione viene spalmata in un arco decennale. Gli edifici devono essere già esistenti, quindi il beneficio non si applica in caso di nuove costruzioni, né di demolizioni e ricostruzioni.

Quanto al bonus edilizio, ammonta al 50% delle spese sopportate e documentate e ha come scadenza la fine del 2024, ma il beneficio sale al 75% e la scadenza è anticipata al 31 dicembre prossimo per gli interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche, sempre a patto che si tratti di edifici già esistenti. Il risparmio in termini di imposte va ripartito in cinque quote annuali di pari importo.

Le ultime modifiche normative hanno fissato al 31 dicembre 2022 anche alcune scadenze legate al Superbonus 110%. In particolare, la Legge di bilancio 2022 ha indicato questa deadline per i lavori relativi a villette e case unifamiliari, a patto di completare il 30% dei lavori entro il 30 settembre prossimo. Mentre il recente Decreto Aiuti precisa che il conteggio del 30% va riferito all’intervento nel suo complesso, comprensivo anche dei lavori non agevolati al 110%.

A cura della Redazione

Scopri le offerte

prestiti personali Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
cessione del quinto Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.