Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Mercato del credito: buone prospettive dopo 2019 vivace

Pubblicato il 23/12/2019

Aggiornato il 20/01/2020

Il 2019 si sta confermando un anno di forte crescita per il mercato del credito italiano, favorita dai bassi tassi e da un’economia più stabile. Nei primi nove mesi le erogazioni di credito al consumo hanno infatti proseguito complessivamente il trend sui ritmi dello scorso anno, segnando un progresso del 6,4%. La performance, secondo quanto emerge dalla 47.ma edizione dell’Osservatorio realizzato da Assofin, Crif e Prometeia, riflette il buon andamento dei finanziamenti finalizzati, erogati a sostegno dei consumi di beni durevoli e servizi, ovvero quelli che sono caratterizzati da una rischiosità più contenuta. I prestiti personali, da parte loro, hanno replicato il tasso di incremento del 2018. Le erogazioni totali di mutui immobiliari alle famiglie, infine, sono invece tornate a mostrare un trend negativo, sia nella componente in acquisto sia in quella di surroga.

La locomotiva dei finanziamenti finalizzati

Tra gennaio e settembre le erogazioni di credito si sono mosse in sintonia con i consumi di beni durevoli. Il mercato è stato trainato dai finanziamenti finalizzati, in particolare da quelli destinati all’acquisto di altri beni e servizi (appartenenti a settori quali arredo, elettronica ed elettrodomestici, impianti “green” e beni per l’efficientamento energetico della casa, spese mediche, palestre e tempo libero), cresciuti del 13,6%, in accelerazione rispetto a quanto visto nel 2018. Le erogazioni di prestiti personali sono invece aumentate del 5% (in linea con l’anno scorso), sostenute da nuove accensioni. È rallentata invece nel frattempo la crescita delle operazioni di refinance. 

Sprint di elettrodomestici, high tech e auto

I finanziamenti per l’acquisto di elettrodomestici ed elettronica di consumo hanno mostrato la crescita più elevata (+21,4%), grazie all’impulso di nuovi accordi tra enti eroganti e dealer (in forma di linee di credito rateali/rotative e promozioni). Le erogazioni destinate all’arredamento sono aumentate del 7,2%, grazie anche all’effetto delle agevolazioni fiscali (pro risparmio energetico) che hanno interessato immobili e grandi elettrodomestici, rimaste in vigore per tutto il 2019. Seppur a un ritmo di poco inferiore rispetto al 2018, sono saliti anche i prestiti per l’acquisto di auto e moto: del 7,6% dopo il +9,3% consolidato nel 2018. Le erogazioni via carte opzione/rateali sono aumentate del 7%, sotto la spinta, in particolare, delle carte opzione. 

In crescita anche i finanziamenti contro cessione del quinto

I finanziamenti contro cessione del quinto di stipendio/pensione hanno registrato in questi primi nove mesi una crescita del 2,6%. Il ritmo di espansione è più lento di quanto visto negli ultimi anni a causa del calo delle erogazioni ai dipendenti pubblici (che rappresentano circa un terzo dei flussi totali) e dell’andamento appena positivo dei finanziamenti verso i dipendenti privati. Buono invece l’incremento delle erogazioni a pensionati (circa la metà dei flussi). A proposito della cessione del quinto, sul sito Segugio.it, si può compilare un modulo e – con un semplice click – si può confrontare rapidamente e gratuitamente le offerte disponibili e i tassi di interesse più convenienti.

Nel 2019 la rischiosità nel credito al dettaglio ha segnato un ulteriore calo. Nel dettaglio, per il credito al consumo a settembre 2019 il tasso di default è sceso all’1,7%, una tendenza ancor più evidente nell’ambito dei prestiti personali. 

La prudenza delle famiglie condiziona il flusso dei mutui

Nel periodo gennaio-settembre le erogazioni di mutui immobiliari sono (nell’aggregato mutui-acquisto e surroghe/sostituzioni) calate del 14,2%, di riflesso sia alla cautela delle famiglie in merito alla decisione di investire, sia all’esaurirsi della convenienza delle surroghe. Secondo Assofin, Crif e Prometeia, anche il ricorso a operazioni di rinegoziazione del mutuo in essere al fine di contenere il servizio del debito ha proseguito il ribasso. Nei nove mesi si conferma il lieve incremento di importi e durate dei nuovi mutui, per la maggiore incidenza dei mutui di acquisto. Seppur di poco ridimensionate, le erogazioni di mutui a tasso fisso rimangono quelle preferite dalle famiglie (pari a tre quarti del totale), anche a causa dell’attuale scenario macro. 

Prevista una ulteriore crescita nel biennio 2020-21

Le stime per il 2020-21 indicano, secondo Assofin-Crif-Prometeia “che i flussi di credito alle famiglie riprenderanno a crescere anche grazie al progressivo miglioramento del quadro macro, che alimenterà la domanda, e al mantenimento di buone condizioni di funding”. Inoltre, secondo la nota, “i flussi di credito al consumo complessivo nell’ultima parte del 2019 accelerano la crescita rispetto al 2018, proseguendo la dinamica registrata nei primi 9 mesi. Nella seconda parte dell’anno un importante contributo potrebbe arrivare anche dalla crescita dei consumi, specie nella componente dei durevoli, grazie almeno in parte agli effetti del reddito di cittadinanza”. Nel prossimo biennio il mercato si consoliderà, con flussi previsti con una crescita più moderata e comunque con un’accelerazione nel 2021. Il trend sarà favorito dal mantenimento di bassi tassi che potrebbero rendere ancora conveniente la surroga o la rinegoziazione delle condizioni in essere e da condizioni di offerta che dovrebbero rimanere buone, grazie a prospettive di condizioni macro più distese e alla rischiosità del credito alle famiglie contenuta.

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave

crif assofin consumo mercato credito prestiti finalizzati

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.