Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Auto: parco circolante sempre più dominato dalle vetture medie

Pubblicato il 19/09/2019

Aggiornato il 27/09/2019

Gli automobilisti italiani amano le auto ma, consapevoli che quelle ‘potenti’ necessitano di costi di gestione più elevati, comprano sempre più vetture con cilindrata media a scapito di quelle più piccole. Si tratta di una scelta dettata dai consumi di carburante più contenuti, dalle tasse più basse e da una manutenzione più a portata di mano (e di portafoglio).

Così nel nostro Paese, nel 2018, è stato abbattuto un muro: un’automobile su due in circolazione è di media cilindrata. È quanto emerge da un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec su dati Aci, secondo cui in Italia alla fine dello scorso anno la quota delle autovetture appartenenti alla fascia di cilindrata media, ovvero con motori compresi tra 1.201 e i 1.600 cc, era del 49,9% sul totale del parco circolante. 

+17,8% il segmento medio negli ultimi cinque anni

Questo dato, secondo l’analisi, ha registrato una forte crescita negli ultimi anni. Nel 2013 la quota delle auto di media cilindrata era del 44,6% sul totale del parco circolante. In sei anni, quindi, vi è stata una crescita di 5,3 punti percentuali di quota sul totale.

In termini di valori assoluti, tra il 2013 e il 2018, il numero delle autovetture circolanti con motore di media cilindrata è balzato del 17,8%, ovvero a 19.450.709 unità da 16.506.615.

La ricerca di Autopromotec rileva che quello delle medie cilindrate è anche l’unico segmento in crescita nella classificazione per cilindrate del parco circolante. Tutti gli altri segmenti, infatti, hanno registrato una contrazione. Si può quindi dire che è in atto un vero e proprio spostamento delle preferenze degli italiani verso il segmento delle vetture medie. 

Due fattori: redditi più alti e contenimento costi di gestione

Secondo l’Osservatorio Autopromotec, la forte crescita dell’incindenza delle medie cilindrate sul totale del parco circolante è dovuto a due fattori di segno diverso. Il primo è la ripresa, se pur ancora bassa, dei redditi delle famiglie che ha spinto una parte di queste a orientare le preferenze di acquisto dalle vetture piccole e utilitarie verso il segmento delle medie (1.201-1.600 cc).

Il secondo fenomeno è il ridimensionamento della domanda di vetture di medio-alta e grossa cilindrata. Infatti, la tendenza in atto da parte degli italiani è anche quella di scegliere automobili con potenza e dimensioni ridotte allo scopo di risparmiare sui costi di gestione e manutenzione e anche di ridurre l’impatto ambientale (un minor consumo equivale a un più basso livello di emissioni di CO2).

In entrambi i casi confermano la propria passione per l’auto, come riporta la notizia dal titolo “Auto e italiani: che passione!” e come per altro conferma l’andamento delle richieste dei prestiti per finalità che – secondo il più recente Osservatorio Prestiti di PrestitiOnline.it (a tutto luglio) – si piazzano al secondo posto (subito dietro la casa) con una quota pari al 19,6% rispetto al totale per l’auto usata e al 7% per quella nuova o a Km zero. 

Tornando ai numeri dell’Osservatorio Autopromotec, la quota di auto con cilindrata piccola e cioè fino a 1.200 cc è scesa dal 25,3% del 2013 al 23,4% del 2018, con una contrazione in termini di valori assoluti del 2,3%. Anche la presenza di auto nella fascia di cilindrata medio-alta (da 1.601 a 2.000 cc) si sta contraendo: durante il periodo considerato la quota è infatti calata dal 23,1% al 20,4%, con una diminuzione in termini di valori assoluti del 6,8%. È calata infine anche la quota delle auto di grossa cilindrata e cioè oltre 2.000 cc, quota che è passata dal 7% del 2013 al 6,3% del 2018 (-3,6% in valori assoluti).

Un automobilista che volesse acquistare un’auto e necessita di un prestito può consultare il sito PrestitiOnline.it, dove ha modo di comparare le varie offerte delle banche, scegliere il tasso più conveniente, disegnare un finanziamento in base alle proprie esigenze e anche sottoscriverlo.

A cura di: Fernando Mancini

Scopri le offerte

Prestiti Personali

Confronta prestiti personali per ogni finalità e risparmia.

Confronta le offerte
Cessione del Quinto

Condizioni vantaggiose: scopri quanto risparmi con la cessione.

Confronta le offerte

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.