Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Auto: ancora uno spunto delle vendite a novembre

Pubblicato il 19/12/2019

Il mercato delle immatricolazioni di autoveicoli europeo ha registrato un altro spunto positivo in novembre che, comunque, non riesce a riportare ancora su un terreno positivo il consolidato tra gennaio e novembre. Nell’ultimo mese, in tutta l’area Ue+Efta (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera), le registrazioni di nuove vetture sono cresciute complessivamente del 4,5%, in netto rallentamento rispetto al ritmo (+8,6%) che aveva caratterizzato ottobre. Lo spunto di novembre non ha quindi cambiato il bilancio scritto nei primi undici mesi dell’anno, che si sono chiusi con un calo dello 0,3% a quota 14,54 milioni di auto immatricolate. 

Ma i primi undici mesi è di sostanziale stagnazione

Il mercato dell’auto Ue, secondo Promotor, “sta dunque procedendo all’insegna di una sostanziale stagnazione compatibile con lo scenario di bassa crescita” che caratterizza l’area. Inoltre, spiega la nota, “sull’andamento del 2019 oltre alla debolezza dell’economia hanno pesato anche fattori specifici riferibili al settore dell’auto”. In particolare sulla propensione all’acquisto di nuove auto ha inciso la demonizzazione del diesel, che ha creato incertezza negli automobilisti che devono sostituirne una con questo tipo di motorizzazione perché il mercato non offre al momento soluzioni alternative altrettanto economiche e versatili.  

La demonizzazione del diesel crea ancora incertezza

Il clima di incertezza degli acquirenti ha comportato il rinvio di sostituzioni già mature, mentre coloro che già stanno sostituendo un diesel riacquistano vetture con dello stesso tipo o a benzina. Per contro, hanno notato gli esperti, benefici limitati si hanno per le motorizzazioni a basso o nullo impatto ambientale che hanno fatto registrare forti tassi di crescita in termini percentuali, ma con numeri assoluti ancora molto piccoli. Chi pensa di comprare un’auto, nuova o usata che sia, e ritiene di avere bisogno di un prestito, può cominciare a informarsi su quelli che sono i migliori finanziamenti auto del giorno su PrestitiOnline.it.

La Germania l’unica tra i Big a registrare più immatricolazioni

Il periodico rapporto di Promotor, analizza nel dettaglio il peso notevolissimo che hanno sul mercato europeo i cinque maggiori Paesi dell’area e cioè, nell’ordine per immatricolazioni di autovetture, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna. La piazza tedesca è quella che ha fatto registrare il maggior numero di immatricolazioni ed è anche l’unico in crescita tra i cinque grandi: qui, nei primi undici mesi, sono state vendute 3,32 milioni di auto, +3,9% annuo. Secondo le stime, nell’intero anno le immatricolazioni in Germania dovrebbero toccare quota 3,57 milioni di unità, il miglior risultato degli ultimi vent’anni dopo quello del 2009 fortemente sostenuto da bonus ambientali. Gli operatori tedeschi dell’auto ritengono tuttavia che nel 2020 il buon risultato del 2019 non sarà replicabile in quanto le vendite si attesteranno su un livello di circa 3,35 milioni di unità.  

La Francia ha chiuso il consuntivo dei primi undici mesi con un calo dello 0,2% e la domanda di auto è dunque anche qui in stagnazione, così come in Italia (-0,6%), mentre più negativo è il risultato del Regno Unito (-2,7%) che ha risentito per tutto l’anno delle incertezze legate alla Brexit e ancora più negativo è il risultato del quinto dei grandi mercati, la Spagna, che accusa un calo del 5,7% nonostante un notevole ricorso alla pratica dei chilometri zero. 

Previsioni a tinte fosche per il 2020

Il mercato dell’auto dell’Unione Europea e dell’Efta, stima Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, “nonostante l’exploit della Germania, non raggiungerà neppure nel 2019 il massimo toccato nel 2007 a quota 16 milioni di immatricolazioni ed è inoltre altamente probabile che anche il 2020 sia un anno all’insegna della stagnazione”. Il settore dell’auto, sottolinea, “sta vivendo una vigilia difficile dopo la scelta delle autorità politiche e di tutte le case automobilistiche di puntare decisamente sulle soluzioni elettriche, che, tuttavia, nonostante il lancio di tanti nuovi modelli interessanti, stentano ad affermarsi in maniera significativa senza il supporto di forti investimenti in incentivi e in infrastrutture”. 

A cura di: Fernando Mancini

Parole chiave

Promotor immatricolazioni mercato auto italia 2019

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.