Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

Assicurare i prestiti. Perché conviene e come scegliere la polizza

Pubblicato il 07/11/2019

Aggiornato il 08/11/2019

Sempre più spesso per ottenere un prestito personale, come succede peraltro anche nel caso dei mutui immobiliari, viene richiesta una copertura assicurativa. La polizza tutela l'istituto che eroga il prestito ma anche il beneficiario che si trovasse nell'impossibilità di pagare anche solo alcune rate e che quindi correrebbe il rischio di essere segnalato al Sistema di informazioni creditizie (Sic) come cattivo pagatore. Morte, invalidità permanente, infortunio, malattia, perdita del posto di lavoro: sono molteplici le disavventure che potrebbero impedire a un consumatore di rispettare gli accordi in termini di rimborso sottoscritti per ottenere un prestito e un'assicurazione garantisce l'estinzione, interamente o in parte, del debito, evitando spiacevoli conseguenze sul piano patrimoniale. Particolarmente lungimirante, poi, è decidere di coprire il finanziamento con una polizza assicurativa per tutelare i propri eredi. In caso di morte del beneficiario i parenti potrebbero anche rinunciare all'eredità per evitare di saldare i debiti del defunto, che però in ogni caso lascerebbe ai propri cari un fardello burocratico facilmente evitabile con una semplice polizza.

Il diritto di scegliere la polizza più conveniente

Come ricorda l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass), la polizza non è obbligatoria (con la sola eccezione della cessione del quinto) bensì facoltativa. Spesso banche e finanziarie ne richiedono però la sottoscrizione per concedere il prestito (credito al consumo in tutte le sue forme, compresi i finanziamenti revolving con carte di debito). Va sottolineato, però, che il consumatore non è costretto ad accettare la polizza propostagli e può offrire una sua alternativa purché soddisfi determinati requisiti. Il finanziatore, spiega l'Ivass, deve accettare la polizza assicurativa scelta dal consumatore, senza variare i termini e le condizioni del finanziamento, a patto che essa preveda contenuti minimi corrispondenti a quelli che erano stati proposti. Spesso, per altro, le polizze sono presentate a pacchetto, abbinando coperture vita e danni. Servizi, quest'ultimi, che il consumatore potrebbe avere già presso altre compagnie assicurative. Dalla firma del contratto, per altro, il consumatore ha diritto di recedere dalle garanzie vita e danni entro 60 giorni e lo stesso contratto di finanziamento resterà comunque valido. 

L'importanza dei dettagli e l'aiuto dei comparatori

Fondamentale è sempre leggere con cura i termini contrattuali, ponendo particolare attenzione per esempio alle commissioni percepite dall'intermediario finanziario e dall’intermediario assicurativo. Commissioni che risultano spesso non indifferenti. Il premio assicurativo, inoltre, viene abitualmente sommato al capitale finanziato e genera perciò ulteriori interessi a beneficio dell'erogatore del prestito. Va quindi considerato attentamente se non sia preferibile pagare il premio subito, evitando così l'esborso di interessi aggiuntivi in futuro. Se l'assicurazione è espressamente richiesta da chi eroga il prestito, il premio da pagare deve essere poi obbligatoriamente compreso nel tasso annuo effettivo globale (Taeg), che include il tasso d'interesse ma anche tutte le altre spese e gli oneri accessori e che è l'indicatore fedele del costo reale di un prestito. Il che lo rende quindi il principale fattore per permettere a chi chiede un finanziamento di valutarne l'effettiva convenienza. Per questo va rimarcata ancora l'importanza di leggere con cura le condizioni contrattuali. Senza dimenticare, poi, che grazie alla disponibilità sul Web di comparatori come PrestitiOnline.it è possibile conoscere in anticipo i singoli dettagli del finanziamento, confrontando le diverse soluzioni disponibili proposte dalle banche e istituti finanziari convenzionati, per potere scegliere quella più adatta alle esigenze del singolo.

A cura di: Raffaele Rovati

Parole chiave

prestiti personali assicurazione prestito copertura assicurativa taeg prestiti sic

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.