Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
FondiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 97 97 90 Chiama gratis 800 97 97 90

La sostenibilità costa di più però piace alle italiane

Pubblicato il 06/01/2019

Aggiornato il 22/05/2020

Gli italiani e la sostenibilità? Una lunga storia d’amore, basta che i prodotti sostenibili non costino più del 10% rispetto a quelli che non lo sono.

A dirlo è un’indagine della società di ricerche Doxa per Findomestic che ha interrogato gli italiani sull’eticità dei loro consumi. Ebbene buona parte degli intervistati (7 su 10) ha detto di essere attratto dai cosiddetti prodotti “green” ma prima dell’etica viene il portafogli.

“Sì ai prodotti sostenibili - si legge nel report - nel carrello della spesa purché non costino oltre il 10% in più”. Infatti solo l’1% degli italiani ha risposto che potrebbe considerare l’acquisto di prodotti verdi ed etici anche se questi fossero più cari del 20% rispetto a quelli “tradizionali”, se così vogliamo chiamarli. 

In definitiva sebbene siano affascinati dall’eticità di una spesa “giusta” gli italiani amano ancor di più rimanere fedeli a un budget. Detto ciò chi è disposto a chiudere un occhio e a scegliere oggetti e beni più cari pur di avere la coscienza a posto si concentra soprattutto sugli alimenti (29%), accessori per la “riqualificazione” della propria dimora (una possibilità circa per il 13% degli intervistati) ed elettrodomestici e automobili più ecologici, con un’attenzione particolare all’efficientamento energetico (per il 9% degli italiani).

In effetti però non c’è da disperarsi se si vuole far diventare la propria casa più green visto che ci sono sempre una serie detrazioni fiscali ad hoc per efficientamento energetico e ristrutturazioni e ci si può anche affidare a un prestito specifico come si legge nella news "Crescono i prestiti per la casa e l’arredamento".

Per oltre la metà degli italiani interrogati da Doxa la sostenibilità è sinonimo di un impegno delle case produttrici (lo pensa ben il 51%). Più preoccupante il dato che vede il 9% degli italiani convinto che la sostenibilità sia solo marketing delle aziende per sembrare più buone.

Le “aziende sostenibili”? Sarebbero soprattutto quelle che si impegnano nella riduzione delle emissioni secondo il 62% del campione di Doxa con addirittura un 66% tra le donne.

In effetti proprio le donne sono molto più sensibili alla “sostenibilità”, sia essa dei consumi che non. In un precedente focus del novembre scorso la stessa società di ricerche ha presentato in Senato un rapporto sulla “propensione all’investimento sostenibile” da parte delle donne. Le italiane sarebbero tra i risparmiatori che preferiscono più di ogni altra cosa investimenti a basso rischio (il 59% contro il 49% degli uomini) ma sono anche più sensibili all’ambiente e ai temi sociali.

In effetti il 76% delle donne nostrane ha definito fondamentale la compatibilità dei prodotti in cui ha deciso di investire con i propri valori (contro il 67% degli uomini).

La scala di valori in definitiva è più o meno la stessa ma le più attente restano comunque le signore, unica eccezione la preoccupazione per deforestazione e desertificazione che impensierisce il 70% degli uomini e il 68% delle donne.

Deforestazione a parte è ovvio che come abbiamo accennato la sostenibilità costa sempre qualcosina in più. Certo se ci si vuole attenere ai propri valori la soluzione può essere ampliare un po’ il proprio budget del 2019 in vista di un carello della spesa più green. Il consiglio è di partire consultando la pagina sui migliori prestiti del giorno su PrestitiOnline.it e poi, magari, inserendo i propri dati nel form ad hoc per ottenere un preventivo personalizzato.

Ad esempio mettiamo il caso che un impiegato di Roma chieda un prestito di 20mila euro da pagare in 60 mesi per provvedere proprio all’efficientamento energetico di casa propria. Al 3 gennaio 2019 l’offerta migliore sarà quella di Younited con una rata mensile di 381,36 euro Taeg al 5,60%, un Tan al 4,25% e spese iniziali che ammontano a 597,31 euro. Niente spese iniziali per l’offerta di Findomestic Banca che prevede una rata mensile di 381,56 euro, un Taeg del 5,59% e un Tan del 5,45%.

A cura di: Paola Cacace

Parole chiave

prestiti personali prestiti per ristrutturazione investimenti green prestiti donne sostenibilità

Nella sezione News di PrestitiOnline.it riportiamo le novità del mercato dei finanziamenti e dei settori ad esso collegati con articoli scritti da professionisti esperti di prestiti e credito al consumo che collaborano con importanti testate nazionali e scrivono su blog specializzati. Puoi contattare la Redazione all'indirizzo: redazione@gruppomol.it.
PrestitiOnline.it è un marchio di PrestitiOnline S.p.A., società che fa parte di Gruppo MutuiOnline S.p.A., quotato al segmento STAR di Borsa Italiana. PrestitiOnline.it opera in qualità di broker e garantisce una totale imparzialità e autonomia rispetto a gruppi bancari e società finanziarie confrontati; il servizio è gratuito per il cliente, sono gli istituti finanziari convenzionati con PrestitiOnline che si fanno carico della commissione.